Skip to main content

Messaggio n. 94

Posted in

LA DIREZIONE E LA SCELTA  -  (N. 94)                                              

“In casa mia comando io!
In casa mia entra chi voglio io!
In casa mia prima di entrare si deve bussare ed io devo dire avanti!
In casa mia la supremazia della volontà, dell’ascolto e della visione, deve essere sempre la mia insieme alla mia rettezza di vita!
Con i figli è difficile l’istruzione e la direzione di vita, quindi deve esserci sempre unione di intenti tra coniugi nella rettitudine, non deve esserci delegare l’altro per la guida dei figli, ci vuole amore reciproco e unione spirituale, ci vuole sempre l’assistenza e l’aiuto di DIO TRINITARIO che insegni e ispiri la Santità di insegnamento.
La prima strada per la Santità dei figli è la famiglia, e da essa ne deriva la Santità e la rettitudine di essi; solo da essa può derivare l’educazione all’amore e l’attitudine all’amore; i figli si devono sentire avvolti e protetti da questo sentimento, guidati solo dall’amore, perché con l’amore viene l’educazione e la pace del cuore e nel cuore!
Come formarli? Guidali alla libertà della scelta nella vita; educali con raziocinio, non obbligarli ai propri desideri, ma aiutarli educandoli e guidandoli con coscienza alla scelta libera e ragionata della propria vita sociale, spirituale, lavorativa ecc. senza pressioni, ma libera e intelligente.
Quindi, tutto ciò che viene dato di buono e diritto, i figli recepiscono anche se non è evidente al momento, ma i frutti si vedono nel percorso della loro e nostra vita.”
 
Anno 1995