Skip to main content

Messaggio n. 99

Posted in

PASSIONE DI CRISTO  -  (N. 99)

Oh mio caro Gesù, quanto hai sofferto, quanto è stato grande il Tuo Amore per noi, non è possibile poter descrivere neanche minimamente l’immenso dolore che provasti durante tutta la Tua Passione prima della Tua Morte! Solo Tu, oh mio grandissimo Bene, e il Padre Celeste sapete!
 
Oh mio Gesù, deturpato dalla malvagità dell’uomo insensibile e accecato dall’odio, come hai potuto umiliarTi così tanto, come hai potuto sopportare tanta sofferenza!? Solo un Dio innamorato poteva arrivare ad amare in modo totale e grandioso i Suoi aguzzini, cercando a tutti i costi di farli perdonare da Dio Padre.
Solo un Dio poteva donarSi completamente e incondizionatamente; le Sue creature non capiscono questo atto di infinita generosità e Amore e, accecati dall’odio, ancor più Ti flagellavano, ancor più Ti deridevano, ancor più si prendevano gioco di Te Umile Agnello sacrificato alle Tue creature, al Dio d’Amore che venivano da Te riscattate e redente dalla Tua Passione!
 
Quanto miserabili siamo noi nelle nostre piccole sofferenze, quanto miseri siamo nelle nostre piccole pene quotidiane, quanto paurosi siamo nei nostri dolori umani e ci lamentiamo sempre e ancor più se, supplicandoTi di non lasciarci soli nel nostro dolore e nelle nostre sofferenze, non veniamo ascoltati ed esauditi subito da Te!
 
Perdonaci oh Gesù per le nostra poca fede; aiutaci Tu dolce Amore ad amare ciò che Tu hai amato, insegnaci a capire che il più grande dono che Tu ci hai dato è l’umiltà, l’obbedienza alla Volontà del Padre, alla gioia di essere uniti a Te, se lo vogliamo, cooperando alla salvezza dei fratelli e di noi stessi con l’accettazione della sofferenza purificatrice, così ci innalzeremo e potremo veramente ammirare la grandezza del Tuo Essere Divino! Oh Gesù, amaci tanto e sempre!
 
Non ascoltare le nostre proteste quando siamo disperati, ma guarda solo e trasforma la nostra miseria umana e trasformale in amore e gioia di essere Tuoi qui su questa terra e specialmente nel Tuo Regno; accordaci la Tua Grazia e guidaci sempre sulla Tua strada che Tu per primo hai percorso per noi, fa che guardando la Tua Croce, aggrappandoci ad Essa, possiamo diventare come Maria la Tua e nostra Madre dolcissima, cooperatori nel disegno del Padre per la salvezza di tutti gli uomini!
 
Maria, Tu che sei la Madre del mio Signore, con il Tuo Amore materno purificaci, con il Tuo bacio materno facci dono dalla Tua Santa e gloriosa intercessione e protezione, rendici forti nella prova, generosi nella donazione e umili nell’accettazione, donaci soprattutto l’Amore infinito a Cristo Gesù che tanto ci amò e tanto ci ama, affinché uniti a Voi, possiamo alla fine della vita terrena, cominciare la Vita nell’Eternità e nella gioia di essere stati redenti e salvati, cantando incessantemente insieme agli Angeli ed ai Santi le lodi a Dio Padre Celeste, al Figlio Verbo Eterno e allo Spirito Santo! Amen
                              
07.12.1995 (Ora Santa. Getsemani di Gesù)