Skip to main content

Messaggio n. 103

LA FAMIGLIA  -  (N. 103)

“Cari figli miei, voglio istruirvi sul significato vero della famiglia.
Il Dio della creazione, pensò fin dalla notte dei tempi al nucleo familiare ed infatti, dopo aver creato l’universo con gli animali che popolano la terra, il cielo, il mare, i fiumi e, dopo aver fissato nel cielo le stelle, la luna e il sole, aver stabilito il giorno e le notte e dopo aver seminato sulla terraferma le piante e tutto ciò che poteva essere utile per la sopravvivenza di un essere vivente, DIO volle per Suo piacimento e per godersi nella beatitudine del creato nella Sua grande Bontà, condividere la Sua Gioia con una creatura dotata di intelligenza superiore alle bestie e che usufruisse e dominasse su tutta la creazione.
Allora DIO che ci è Padre e Padre meravigliosamente Buono, creò l’uomo e poi la donna, affinché godessero a loro piacimento di ciò che Lui aveva creato.
Come ci racconta la storia dell’uomo la Sacra Scrittura, Dio volle che l’uomo fosse una cosa sola con la donna e si amassero di amore puro, vero e sincero, senza malizie; ma lucifero, l’angelo ribelle a Dio, il superbo, l’ingannatore, il distruttore, contaminò con la sua malizia la donna, che trascinò nel suo peccato l’uomo.
DIO cacciò dal Paradiso Celeste la coppia, rea di aver disobbedito al Suo creatore, e satana da quel momento si insinuò nel cuore dell’uomo e continua la sua opera distruttiva e dominante nelle creature!
Il primo nucleo familiare così voluto da Dio nella luminosità della perfezione fu contaminata e scaraventata nella colpa e nelle tenebre di lucifero!
 
Dio però, nella Sua immensa Bontà, dette la possibilità alla coppia di riscattarsi facendo sì che la loro vita fosse una continua ricerca del perdono del suo Creatore, cercando nella lotta della vita terrena di riconquistare la santità perduta.
 
Dio comunque, lasciò libero satana di infastidire la coppia e la loro futura discendenza affinché si fortificassero nella costante ricerca di Lui Sommo Bene!
 
Quanta fatica da allora la famiglia ha dovuto sopportare e quante volte purtroppo ha dovuto soccombere sotto la pressione dell’ingannatore!
 
Dopo le prime sventure della coppia prima, dovuta alla superbia, fu colpita anche la prole della prima coppia, con la gelosia fra fratelli nati da essi. 
 
Così, dopo la superbia, la gelosia, l’uomo per istigazione del maligno divenne anche omicida.
Sempre di più lucifero si insinuò nell’uomo e sempre di più l’uomo si allontanava dal suo Creatore.
 
Più l’uomo si allontanava da Dio, più le sofferenze aumentavano, più le tentazioni si avvicinavano, più l’uomo era confuso e sbagliava nelle scelte della propria vita. Non aveva più che orecchi per satana e solo il sibilo del serpente riusciva a udire. 
 
Dio mandava ammonimenti, ma dall’uomo era come se uscisse solo un lamento di accuse a Dio per le proprie sofferenze; la mente ottenebrata delle creature non riusciva a capire più il suo Creatore!… Satana vinceva e distruggeva!
 
Appena DIO si serviva delle Sue creature per accendere la vita, la gioia, la serenità, la famiglia, lucifero lavorava per distruggere ciò che Lui operava!
 
Dio accendeva l’amore in due esseri umani, ne formava una famiglia, dei figli; lucifero distruggeva e distrugge tutto ciò che Dio faceva!
 
Dio crea, satana distrugge!
 
Dio vuole l’uomo unito con perfetta armonia nel nucleo familiare, satana boicotta Dio e divide la famiglia, uccide la vita!
Dio compone, satana scompone!
DIO perdona, Satana odia!
DIO ama la famiglia, i figli… e per esempio di tutte le virtù che si devono contemplare nell’ambito di essa, ci ha dato a modello la Sacra Famiglia di Nazareth!
 
Maria la dolcissima Madre del Figlio di Dio, GESU’, Pura e tutta Santa.
 
Nessun attacco di satana la tocca, perché piena di Grazia e di Amore infinito al Suo Creatore, obbediente fino allo spasimo alla Volontà del Padre, che tutto Le concede, perché tutta si è concessa a Lui!
 
Non per niente l’ha voluta come nuovo esempio, in contrapposizione alla prima madre della creazione, esempio perenne ed eterno nella Sua totalità di Sposa, Madre e  Figlia prediletta del Padre, nella Sua Perfezione luminosa, come stella purissima e lucente di ogni virtù.
 
Il Figlio, esempio di obbedienza e di sottomissione ai genitori, rispettoso del volere dei genitori, operoso nell’aiuto in famiglia, amoroso e generoso verso il prossimo, ligio e perfetto nell’osservanza delle regole familiari.
 
Non perché Lui era il Figlio di Dio, venne esonerato dal Padre delle prove della vita umana, anzi, fu tentato tante e tante volte da satana e provato da tante vicissitudini  nell’arco della Sua Vita terrena che, se l’Amore per il Padre e le Sue Virtù non fossero state perfette, avrebbero potuto soccombere.
 
Ma Dio Padre non lasciò mai il Figlio Suo in balia del male, ma volle attraverso il Figlio Suo, farci capire che chi si offre a Lui verrà sempre soccorso e confortato, come accadde a Gesù dopo il digiuno nel deserto e dopo l’orazione nell’Orto degli Ulivi, Dio mandò i Suoi Angeli a consolarLo, a nutrirLo e far sì che nulla potesse scalfiggere l’umanità del Figlio Divino!
 
E cosa dire dello sposo di Maria e padre putativo di Gesù? Esempio perenne anche lui di ogni virtù come sposo, tutto amore, gentilezza, rispetto, protezione, custode, lavoratore, generoso, obbediente al Volere del Padre in ogni Suo comando, attento ad ogni necessità della propria Famiglia, dove niente faceva mancare nella pur misera condizione economica, attento alle esigenze di Maria e Gesù nel rispetto al Volere di DIO!
 
ECCO LA SACRA FAMIGLIA, l’ESEMPIO DI DIO AGLI UOMINI!
NON SONO FAVOLE E NON E’ COSA D’ALTRI TEMPI; E’ LA FAMIGLIA CHE DIO VUOLE!
 
Occhi, orecchi, cuore tutti rivolti ad ascoltare ciò che DIO DICE ALLA MENTE DELLE SUE CREATURE.
Donazione completa all’amore di Lui che tutto dà alla Sua creatura per vivere uniti nell’amore e nella gioia.
DIO E’ VITA, perché dà la VITA. 
DIO E’ AMORE, perché dà AMORE
DIO E’ GIOIA perché dà GIOIA.
DIO E’ TUTTO perché tutto viene da LUI.
 
DIO disse: “Crescete e moltiplicatevi e riempite la terra e godrete di tutto ciò che vi è stato donato!”  
 
L’uomo è cresciuto, si è moltiplicato, ha goduto di ciò che gli è stato donato dal Padre, ma la tentazione di satana è stata grande e, via via che l’umanità si estendeva, anche lui estendeva sulla volontà delle creature il suo dominio…
 
L’uomo non amò più la sua donna dell’amore puro e sincero, cominciò a desiderare le cose al di fuori di essa divenendo così impuro e adultero, i figli non amavano più i loro genitori e non avevano più quel rispetto e quella sottomissione che si deve avere verso di essi.
 
La gelosia si insinuò tra essi fino ad essere assassini del proprio fratello, dei propri figli, del proprio coniuge… Non erano e non sono rispettate più le famiglie e non esistono più valori, né moralità.
 
Tutto ciò che esce dai nostri cuori e dalle nostre menti è lecito fare, non ci sono più tabù, tutto è legalizzato, tutto è permesso, tutto si fa per appagare la nostra natura contorta, insidiata da satana!
 
La voce che l’uomo ascolta e segue è la sua… e più l’ascolta, più l’umanità si perde!
Più si cresce e più si divide il nucleo famigliare…
 
                                  NON ESISTE PIU’ LA FAMIGLIA!
 
I figli vengono concepiti per lo più tra conviventi, non ci sono più figli cresciuti nel rispetto di DIO e delle Sue Leggi.
 
Non ci sono più figli dell’amore sponsale, ma solo figli programmati, figli indesiderati, figli obbligati ad essere senza amore o, addirittura, figli abortiti, non voluti, figli abbandonati, figli uccisi, figli maltrattati!!!!!
Esistono solo famiglie distrutte, divise, insoddisfatte, inconvenzionali. Decisamente senza amore nell’assoluto dominio di satana e della sua volontà!
 
L’uomo vive così nel mondo arrancando, distruggendosi nella morsa infernale di satana, non accorgendosi che, se nelle famiglie non tornerà la pace, l’amore, l’unione, il rispetto, la reciprocità di intenti e, soprattutto, non ascolterà la Voce di Dio che vuole riportare a sé la Sua creatura, la soglia del 2000 troverà un umanità sfinita e senza più risorse, perse dietro a fuochi fatui di una società distrutta dalle troppe voglie di costruirsi una torre troppo alta e fuori dalle Regole Divine, che si sprofonderà nell’abisso più profondo e tenebroso di una babele infuocata.
 
Che l’uomo possa riscoprire presto i valori che Dio Padre ha seminato nella sua anima; tragga esempio e spunto dalle due famiglie che ha voluto dare come testimonianza veritiera e sicura per le proprie scelte di vita nell’operosa volontà di discernimento, affinché sconfigga per sempre nel proprio agire: la disobbedienza, l’incoerenza, il disaccordo, la divisione, la violenza e, soprattutto, la seduzione del serpente antico: LUCIFERO!!! 
 
DIO voglia illuminare con l’esempio di GESU’, GIUSEPPE e della VERGINE MADRE MARIA, le menti dei Propri figli e riportarli all’antico splendore di grazia nell’eternità delle CELESTI DELIZIE!!!”
 
 
Giuseppe sposo di MARIA
 
15.01.1997 (Iniziato a scrivere alle 4.25 di notte e finito alle 6.45)