Skip to main content

Messaggio n. 8

Posted in

L’INTERCESSIONE  -  (N. 8)

…E Abramo disse: “Non me ne voglia il mio Signore per il mio ardire, ma se in quella città ci fossero anche solo cinque giusti, distruggeresti la città ugualmente?” L’Angelo del Signore rispose: “Se anche ci fosse solo un giusto non la distruggerò!”. 
Abramo ringraziò e si acquietò ritenendo così di aver fatto ciò che era in suo potere, intercedendo con insistenza e altruismo per la Salvezza degli abitanti della città.
Ma in quella città non vi era nessuno degno di tanto ardore e la città fu arsa dalle fiamme e distrutta! Solamente Lot e la sua famiglia fu fatta allontanare dal luogo, con avvertimento che, fuggendo, non dovevano voltarsi indietro, qualsiasi cosa avessero sentito e se non avessero obbedito sarebbe stata per loro la fine!
Lot allora, prese la moglie Sara e le figlie e uscì dalla città, nel correre si sentivano urla e lamenti, ma Lot e le figlie non si voltarono, anche se la tentazione era grande, obbedendo all’Angelo del Signore; non fece così Sara e, nell’attimo che volse la testa per guardare, per lei fu la fine… La sua disobbedienza la perse e fu trasformata in una statua di sale… triste epilogo di una vita!!!
Questo episodio del Vecchio Testamento fa riflettere anche noi che viviamo nell’era attuale, dandoci lo spunto per meditare e capire meglio ciò che Dio e Gesù Cristo ci dicono attraverso la Sacra Bibbia.
Qualsiasi sia, o è stata la vita, l’agire, il comportamento di un uomo, una volta condonato il peccato o la colpa, LORO ti dicono: “Vai e non peccare e non arrecare danno a DIO e agli uomini, non voltarti indietro… ricorda il male fatto perché ciò ti serva da ammonimento, affinché tu non ricada nello stesso errore; ma guai a te se, avendo percorso già tanta strada con tanta fatica e sacrificio, cederai alle tentazioni di chi è maestro d’inganni, cioè satana. Non lasciare che il suo veleno ti copra facendoti tornare nelle tenebre di ciò che è stato!!! Perderai ciò che hai guadagnato e finirai così come Sara, morirai dentro, ti contorcerai nell’oscurità del male e finirai di auto-distruggerti, trascinando con te nel fuoco, ciò che di bene avevi costruito!  
Pensaci, rifletti e medita che, se scaverai nel fango, di esso ti sporcherai e mai ti scrollerai di dosso il peso che esso ti dà!
Pensa invece, che il Signore ci ha donato tempo e Amore per capire ciò che ci ha insegnato e perdonato, leggi il Vangelo e vedrai quanto ha amato, e soprattutto: i ladri, i malfattori, gli assassini, le meretrici e i più grandi peccatori… come dopo il Suo incontro siano diventati Santi!!!
Facciamoci tutti indistintamente, un bell’esame di coscienza, e capiremo veramente se possiamo arrogarci il titolo di giudici giusti. Se capiremo che nessuno di noi è senza colpa, o peccato, scagli la prima pietra sull’imputata… (ma tutti ritirarono il proprio braccio e se ne andarono lasciando l’adultera senza condanna accanto a Gesù, unico e solo Giusto in Cielo e terra).
Sii Gesù la nostra Forza, la nostra Speranza, affinché possiamo arrivare alla Corona della Gloria, attraverso la tribolazione purificatrice del nostro cammino!! AMEN AMEN…
 
15.01.2002