Skip to main content

Messaggio n. 13

Posted in
IL DIVIN MARTIRE  -  (N. 13)
 
A Te oh Martire Celeste
Alzo la lode al Ciel
E l’alma mia del Tuo
Splendore si riveste!
A Te oh Martire Celeste
Che dall’alto della Croce
Tutto il popolo della Tua
Splendente Luce investe
Il canto degli Angeli
Si spande nell’are
E fa sì che essa
Diventi un Altare!
Oh Martire Celeste
Perché ci vuoi amare?
Perché le nostre colpe sulla
Tua Croce volesti inchiodare?
Perché dal Tuo Sacro Costato
Sangue ed Acqua facesti sgorgare
E l’ultimo palpito
D’Amore ci volesti donare?
Con questo Santo Dono
Ci abbeverasti il cuore
E il Battesimo ci offristi
Come fonte di Perdono!
Oh Martire Celeste
Che l’alma mia riveste
Di fiumi d’acqua viva
E mi mostrò la via…!
Dall’alto della Croce
Pregasti il Padre a gran voce
E per i nostri debiti
Tu fosti portavoce!
Il Padre Ti ascoltò 
E tutto a Te addebitò
E come un malfattore
Dei figli impenitenti
Le colpe dei fratelli
Tutte e Te addebitò.
E noi sotto la Croce
Guardando Te morire 
Non ci si stringe il cuore
Cercando di capire
Perché in questo modo
Hai voluto tanto soffrire?
Oh Martire Celeste
A forza di pensare
Il battito del mio cuore
Comincia ad aumentare
E come un ubriaco
Mi sento inebriare
Lasciando che il Tuo Amore
L’alma mia possa cullare…
Adesso nel guardare 
La Croce tanto amata
Mi sento come ladra
E figlia tanto ingrata
E chiedo con passione
Di esser perdonata!
Oh Martire mio Amico
Io Ti benedico
Perché lasciando il Paradiso
All’Amore hai obbedito
E come Agnello
Ti sei immolato
E tante anime al Padre
Hai portato!
Col Sangue della Croce
Ci hai purificato
E come un Rosso Manto
Disceso sul creato
Copristi questa terra
E tutto hai lavato…
E poi rigenerati
Al Padre ci hai portati
Compiendo il Sacrificio
A Dio tanto gradito.
Oh Martire Celeste
Ti prego non cessare
Il Tuo pellegrinare
E al nostro cuore bussare, 
Per farci ritornare
All’ombra della Croce
E poter così gustare
Le dolci Tenerezze
Del grido disperato
Di Te che
Ci hai tanto amato
E per questo 
Torturato, tradito e ammazzato
Per riscattare quell’uomo
Che si era allontanato!
Oh Martire Celeste
Ti prego non tardare
Conducimi per mano
E fa che anch’io
Ti possa imitare,
Così unita a Te
La mia croce portare
Ai piedi della Croce
Come fosse un Altare!
Oh Croce del mio Dio
Imprimi nel mio “io”
Che nulla sono io
E solo nel Signore
C’è la TOTALITA’
Immergimi oh Gesù
Nel mare del Tuo Amore
Sostieni il mio penare
Per non farmi allontanare
E finalmente insieme
Le Soglie del Tuo Regno varcare!
Ti Adoro oh buon Gesù 
Ed amo ancor di più
La Croce che portasti
In cui Tu inchiodasti
Le nostre infermità
Donandoci per sempre
La nostra LIBERTA’
 
06.02.2002