Skip to main content

Cenacolo n. 1

Posted in

1° incontro di preghiera con i 7 “rimasti” dall’inizio del laboratorio di preghiera e vita.

Siamo 4 allievi e 3 guide; abbiamo “sentito” il bisogno di rimanere uniti e continuare al di fuori del laboratorio un percorso di preghiera comunitaria sotto la guida magistrale di Gesù e Maria, con l’intento di sopperire ai bisogni dei fratelli, per la salvezza nostra e di tutto il mondo. Il nostro intento è di recitare il S. Rosario e altre devozioni che ci verranno “suggerite” in ogni incontro che faremo.
 
(M…, una delle guide, appena ci sistemiamo per iniziare propone i Misteri della Luce; oggi è giovedì 29.04.2006 e sono le 16.00 circa, ma appena inizia a parlare, Gesù per mezzo del Suo “strumento” A.. prende l’iniziativa e comincia così…)
 
Dice Gesù:
 
“I MISTERI DELLA LUCE contemplano la Mia Vita terrena nella predicazione: il vostro Santo Papa, che adesso è con Me, li ha voluti perché contemplaste anche la parte sconosciuta.
 
I Misteri della Luce sono l’esplosione della Grazia sulla terra.
 
I Misteri della Luce sono la gioia e il dolore della Madre Mia.
 
I Misteri della Luce sono la meraviglia delle meraviglie; Io vi faccio vedere la Mia Vita… Anche gli altri Misteri del Rosario Benedetto della Madre Mia sono rendimenti di Grazie al Padre, ma i Misteri della Luce è il balsamo alle anime stanche.
 
Figlie Mie, oggi la Mamma vi ha voluto qui riuniti e sono molto felice, sono pieno di gioia perché avete risposto alla Sua chiamata. La chiamata della Madre Mia è il Mio pianto continuo d’Amore verso voi, è il Mio pianto accorato per le anime perdute, è il Mio pianto accorato per coloro che si dicono cristiani e Mi uccidono in continuazione, è il Mio pianto accorato per tutti i disastri che il peccato e la lontananza da Me e dal Padre e dallo Spirito Santo si perpetra in tutto il mondo.
 
Figli, figli cari, quanti richiami in tutti questi secoli alle Mie creature… ma voi  ascoltate, ascoltate i Miei richiami e avrete Grazie in abbondanza per voi e per quanti Io voglio che voi portiate nel Mio Ovile.
 
Il Mio Cuore si allarga di gioia ed effonde tutto, tutto il Mio Amore.
 
Vi amo, vi amo immensamente quanto voi non pensate nemmeno che possa essere possibile; il minimo barlume del Mio Amore su di voi fa risplende il mondo di Luce, ma quanti purtroppo non accolgono questo Amore, lo calpestano… ed Io continuo a correre, a predicare, a predicare con strumenti per farvi capire quanto vi amo. Ah se voi capiste veramente, se voi capiste veramente il dolore che Mi danno le anime peccatrici che non vogliono convertirsi… e allora sì che vi prostrereste a terra mangiando la polvere, quella che ho mangiato Io nel Getsemani, a piangere tutti i peccati che le creature di tutti i tempi; quanto desidererei avere con Me tutti, ma purtroppo non è possibile…
 
Figlie Mie, siate le perle ai Miei Piedi, affinché Io possa riflettere la Mia Luce su di voi! Siate quella Corona al Collo della Madre Mia, che Io contemplerò in ogni grano come cosa preziosa agli Occhi del Padre…
 
Ed ecco incominciamo… Io enuncerò il Mistero… tu guiderai le sorelle nella preghiera!
 
Nel primo Mistero (che non è più “mistero” perché come amici vi ho raccontato tutta la Mia Vita) è il Mio Battesimo…
 
Quando Giovanni il Battista Mi vide da lontano e Mi disse “No, non devo essere io a battezzare Te, ma Tu a battezzare me”, ma Io dissi a lui “Sono venuto per fare la Volontà del Padre Mio e devo testimoniare in tutti i modi nella Verità, nell’Amore, nell’Obbedienza, quindi eccoMi qua… davanti a te… battezzaMi e tu diventerai quella Luce nel Cielo che Mi attenderà al Mio ritorno al Padre!!!
 
Padre Nostro… Ave Maria… Gloria al Padre...”
 
Gesù continua dicendo:
 
“Questo Rosario lo farò breve, perché poi ne direte un altro, ma solo per contemplare questi bei Misteri!
 
Il secondo Mistero, la Madre Mia, dolcezza infinita… come potevo dirGli di no? A Lei nulla rifiuto, la Tutta Santa, la Madre Mia che tutto, tutto ha accettato dal Padre per la salvezza di tutti! E come poteva la Madre Mia vedere una grande festa morire per mancanza di qualcosa che poteva far gioire i commensali… allora di nascosto e molto dolcemente Mi disse solo due frasi, due parole “Non hanno vino!”. “Ma Donna, non posso ancora, non è il Mio tempo” Gli dissi… Ma Lei non guardò a questa affermazione e disse ai servi “Fate ciò che Lui dirà!”
 
Perché figli Miei voi non ascoltate la Madre Mia? Quante volte vi dice “Fate quello che vi dirà!?”…
 
Ah figlie, testardi, ribelli… volete fare tutto come se Io e il Padre e lo Spirito e la Madre non esistessimo, eppure siamo sempre vicino a voi, accanto a voi, in tutti i momenti della vostra vita; niente per Me e per il Padre è nascosto, tutto sappiamo, ma come possiamo agire se voi rifiutate la Nostra Parola… come rifiutate la Parola della Madre che si fa intermediaria fra voi e il Cielo… come rifiutate il Mio Amore?!
 
Vi ho dato tutto di Me… cosa posso darvi ancora? Vi ho dato la Madre Mia… Passate attraverso Lei… e attraverso Lei otterrete tutto ciò che Lei chiederà!
 
AmateLa, amateLa questa grande Madre… è la MIA MADRE, la MADRE DI DIO, cosa volete di più…? Ecco che ancora una volta vi dico: innalziamo insieme la preghiera al Padre…
 
Padre Nostro…
 
Liberaci, liberaci oh Signore, Padre Santo, liberali… libera questi figli dalla tentazione, dall’ipocrisia, dalla cattiveria, dall’egoismo, dal peccato, dalla lussuria… liberali, liberali, liberali Padre, liberali… Te lo chiedo nel Tuo Nome e per la Mia Santa Passione, Morte e Risurrezione… Sia fatta la Tua Volontà Padre, sempre e comunque; fa che i Miei figli abbino veramente sulle labbra, nel cuore, nell’anima di fare la Tua Volontà… E tu Madre non li abbandonare mai… seguili passo passo, sono come bambini, neonati, sempre, tutti i giorni, rinascono ogni giorno…
 
Grazie, grazie Madre, grazie per la Tua accettazione… grazie!
 
Ave Maria… Gloria al Padre…
 
E quale altro Mistero… quello che abbandonata la Mia Mamma vedova, sola, per fare la Volontà del Padre… andare per il mondo a predicare la Sua Parola…
 
Fare conoscere il Regno di Dio, il Regno del Padre, il Paradiso, tutte le cose belle che sono state preparate per voi fin dall’Inizio dei Tempi; ma come non gioite di questa Parola? Ma come… cosa devo fare… cosa devo fare per farvi capire che lontano da Me è la disgrazia, lontano da Dio, lontano dal Padre non c’è, non c’è pace, non c’è libertà. La libertà è quella che il Padre ha dato a ciascuno di voi, la volontà di fare e di amare e di cercare l’Amore di Dio volontariamente, di fare tutto ciò che è necessario per la vostra guarigione… perché Io possa presentarvi al Padre con orgoglio e dire “Padre, Ti presento i Tuoi figli!”... Questo, è questo che Io sono venuto a fare sulla terra… FARE LA VOLONTA’ DEL PADRE!
 
Non è una costrizione, non è un obbligo… non lo è stato per Me, non lo è neanche per voi… Fare la Volontà del Padre è dedicarsi all’amore, al perdono, alla misericordia, la serenità nell’agire, nell’essere caritatevoli; sì, questo Io sono venuto a fare e a portare a voi: la pace, non quella del mondo… figli Miei, non quella del mondo… nel mondo è tutto fittizio perché nel mondo vive l’altro, vive colui che ha rinnegato fin dal principio il suo Dio e suo Creatore.
 
Nel mondo regna solo la schiavitù di credere di essere “liberi”… Come devo dirvelo, come devo dirvelo… volete essere felici? Non è il denaro, non è la potenza, non è il sopraffare il vostro compagno, non è il sopraffare il più debole, non è diffamare, no, no, no, no… figli Miei siete nell’errore… pace fittizia, luce offuscata del vostro Dio! La libertà non è quello che vi costringe a prostituire le vostre anime al mondo, no, no, no, non è questo! La libertà è poter amare, ma non l’amore che viene oggi proclamato nel mondo, no… l’amore è l’amore del cuore, l’Amore del Padre, l’amore che vi rende liberi veramente di vivere la vostra vita nella Pace di Dio.
 
Ecco, Io qui insieme a voi vi supplico e supplico il Padre… Padre, perdonali, perdonali che ancora non capiscono, perdonali…
 
Io se potessi ancora, darei la Mia Vita... ma l’ho già data… ma ve la do ancora… vi dono Me Stesso, vi ho donato Me Stesso…!
 
Ecco allora, Io invoco insieme a voi il Padre Celeste che vi illumini il cammino e che voi possiate vedere in Me il vostro Pastore, la vostra Guida, la vostra Luce…
 
Padre Nostro…
 
Perdona, perdona figlio Mio, perdona chi ti ha fatto del male, perdona chi non ti ha mai perdonato una parola detta così… perdona, non avere dentro di te nessun rancore e allora sarai libero veramente… perdona, ed Io dirò al Padre sempre insieme alla Madre Mia “Padre perdonali perché loro hanno saputo perdonare ed amare”; ed invochiamo insieme la Madre Mia e vostra affinché vi aiuti in questo arduo cammino…
 
Ave Maria… Gloria al Padre…
 
Ed eccoci al Mistero della Vera Luce…
 
Porto i Miei tre sul Monte Tabor e gli faccio vedere come Mi vedranno quando tutto sarà concluso su questa terra… Ma ancora molto, molto duri, perché ancora non erano aperti a questo grande Mistero, alla bellezza di Dio; Mi amavano è vero, ma in modo umano, molto limitato e non capivano. Infatti Pietro, il Mio amato Pietro, talmente era preso dal bagliore, dalla immensità di questa Luce che Io emanavo dalla Mia Persona Glorificata che non voleva più allontanarsi di là… non capiva che era soltanto la visione di ciò che avrebbero visto “dopo”, quando sarebbero stati passati al crogiuolo, alla Mia sequela, al martirio…
 
Figli, quello sarà il momento in cui anche voi se Mi seguirete, vedrete del vostro Gesù! Mi vedrete nella Mia Gloria e insieme a Me sarete nella Gloria accanto al Padre Mio e vostro. Non fate che questa Gloria dobbiate perderla per le vostre iniquità, per le vostre tiepidezze, per le vostre mancanze, per le vostre offese, per i vostri peccati… GuardateMi nella Gloria, quando Io sono tornato al Padre… è lì che vi voglio; vi ho redento, vi ho redento con la Mia Croce, con la Mia Morte, con il Mio Sangue… non posso darvi altro Sangue, ve l’ho dato tutto fino all’ultima stilla perché vi purificasse.
 
Allora, Io so che voi Mi amate, Mi amerete e che avrete sempre, sempre l’aiuto Mio e della Madre Mia affinché vi possiamo condurre nel cammino della LUCE…
 
Preghiamo insieme il Padre che non vi abbandoni mai nel vostro peccato, preghiamo insieme perché Io pregherò incessantemente il Padre Mio e vostro che vi tenga stretti a Sé, ed Io sarò sempre davanti a voi, in mezzo a voi, in ogni momento della vostra vita affinché non possiate dire che il vostro Dio era un menzognero. No figli, no figli, Io non ho mai mentito, Io sono la VIA, LA VERITA’ E LA VOSTRA VITA!
 
Questo ha voluto il Padre e questo Io voglio essere sempre per voi…
 
Padre Nostro…
 
E lodiamo Maria, la Madre Mia e vostra, con la Sua preghiera preferita…
 
Ave Maria… Gloria al Padre…
 
Ecco il Dono più grandioso, misterioso; quanti ancora non capiscono…
 
Cosa c’è in quel piccolo pezzo di pane, oggi purtroppo non è capito… non è capito questo grande Dono che Io ho voluto fare alle Mie creature… No, non è un pezzo di pane… sono Io che Mi offro a voi, non siete voi che vi offrite a Me… sono Io che Mi offro a voi e vi dico: venite, mangiate, bevete, santificatevi, lavatevi… con il Mio Corpo e il Mio Sangue; purificatevi figli Miei… Io non sono un amuleto, Io sono il vostro Dio… Io non sono  una “cosa così”, Io sono Carne e Ossa! Ho voluto lasciarvi questo grande Dono affinché non possiate dire che vi ho lasciati soli, figli Miei.
 
La SS. Eucaristia E’ IL DONO PIU’ GRANDIOSO CHE IL PADRE MI HA FATTO LASCIARE PER VOI!
 
Non credete a coloro che vi dicono che sono un simbolo: non sono un simbolo… IO SONO IL VOSTRO DIO!! Sono Colui che vi ha dato la vita, sono Colui che ha lasciato il Cielo per venire da voi… per non lasciarvi orfani e malandati con le anime strappate e il cuore deturpato da peccati! Non calpestate questo Dono… perché poi sarete calpestati voi, sarete calpestati dal vostro… non voglio dirlo… non voglio dirlo… voglio essere IO il vostro Maestro, non l’altro!!
 
L’altro vi perde, l’altro vi dice tutto il contrario di ciò che voi siete… Non siete scimmie, siete figli fatti a immagine e somiglianza del vostro Dio!! Non vi fate bere il cervello, l’intelligenza che il vostro Dio vi ha dato… dall’altro che vi vuole persi, perduti, nell’inferno… tutti… come lui è… dannato!!
 
Non fatevi dannare l’anima… Sono il vostro Dio che ve lo dice… Amate il vostro Dio, amate l’Eucaristia; sono Io che Mi porgo a voi… non vedete in quali mani Mi metto per non farvi mancare la Mia Presenza?!
 
Figli Miei… nessuno vi ha amato tanto e vi amerà tanto come il vostro Dio!
 
Sono qui in mezzo a voi e vi dico: Io non voglio essere vostro Giudice, Io voglio essere la vostra àncora di salvezza, Io voglio essere il vostro Pastore Santo, Io voglio essere quel pastore che ha radunato tutte le sue pecore nel suo ovile, non voglio perderne nemmeno una… vago per il mondo come un mendicante per riabbracciarvi tutti, anche quelle che non Mi vogliono; busso, busso, busso in continuazione al loro cuore, fino a che all’ultimo anelito…
 
Figli, non fate mai mancare ai “malati” la Mia Presenza Eucaristica; portateMi ai malati, portateMi a coloro che non possono venire da Me, portateMi… portateMi negli ospedali, portateMi nelle case di cura, portateMi negli orfanotrofi, portateMi dove... nelle carceri… portateMi soprattutto nei vostri cuori!
 
Voglio essere il vostro Tabernacolo, è lì che Mi dovete adorare… nel vostro cuore! Quando Io sono dentro di voi, voi divenite Miei tabernacoli… non sporcatelo con i vostri peccati… vi scongiuro! Non fate che il Padre Mio vi vomiti, vomiti la vostra anima; Io voglio che l’abbracci al momento del vostro trapasso da questo mondo alla Vita Nuova. Fate, figlie Mie, che sia veramente una vita nuova e piena di gioia e di felicità; non fate che tutto ciò che ho fatto per voi sia vano!
 
Vi amo figli, vi amo talmente tanto che se Io dovessi ricominciare daccapo per riprenderne anche solo una delle vostre anime, ricomincerei daccapo… ma non posso, ho già fatto tutto ciò che dovevo fare… quindi accettate e amate.
 
Vi amo figli, vi amo tanto; viveteMi e vivete in Me, con Me e sempre per l’Eternità!
 
Padre Nostro…
 
Vergine e Madre, Figlia del Tuo Figlio e Sposa e Ancella, Creatura stupenda delle Delizie Celesti… Ecco, Madre Santa, Ti dono i Miei fratelli, sorelle, qui e in tutto il mondo: curali, amali, proteggili, schiaccia Tu, come sei già predestinata dal Padre, a schiacciare la testa a satana; schiacciala nei loro cuori, nelle loro anime, fai diventare tutto puro attraverso la Tua Purezza, la Tua Immacolata Concezione!
 
Madre, fa che Mi amino come Tu Mi ami ed Io Ti farò amare come Io Ti amo… Ti lodo Madre Mia e Ti lodano queste Tue creature.
 
Ave Maria… Gloria al Padre…
 
Benedici Padre queste Tue figlie e fa che le tristezze che hanno nel loro cuore, i pesi che gravano sulle loro spalle, le incomprensioni, i dissidi, anche tutto ciò che gli toglie la Tua Grazia.
 
Padre Santo, proteggile e proteggi le loro famiglie, i loro famigliari, tutti coloro che hanno nel cuore, tutti coloro che si sono raccomandati alle loro preghiere, tutti coloro che Tu vuoi che suffraghino, tutto il mondo intero... Padre Santo falli veramente una cosa sola con Me e Te…
 
E il Padre vi benedica e vi dia la pace, la gioia, la serenità, la fede e l’Amore!”
 
(L’assemblea ringrazia dicendo “Sia lodato e ringraziato ogni momento il SS. e Divinissimo Sacramento qui in questa Cappella e in tutte le Chiese del mondo… Lode e Gloria…”
Qui Gesù termina il Suo Rosario donandoci la Sua Benedizione… Dopo qualche attimo di silenzio M… comincia la sua preghiera personale a voce alta… seguita da quella mia… poi ad un tratto si inserisce di nuovo il soprannaturale… La Mamma inizia a parlare per mio mezzo donandoci il Suo messaggio...)
 
Maria:
“Quanto Mi siete care, care al Mio Cuore… tutte mamme, tutte figlie… ora vi voglio tutte Sante, non è poi così difficile: guardate Me… quante sofferenze, quante rinunce,  quante mortificazioni, quante offese, quanti dolori, quante persecuzioni, ma anche tante gioie, tante felicità, quanti sorrisi, quante adesioni alla sequela Mia e di Gesù.
 
Ora purtroppo il mondo è pieno di male, talmente è forte il male che anche ciò che è bene non viene scoperto, tutto il diavolo copre… Io voglio, invece, scoprire i vostri cuori, perché nei vostri cuori c’è amore, c’è gioia, c’è l’Amore di Gesù… e allora Io vi ringrazio quando voi vi riunite nel Mio Nome per amore Mio, per amore di Gesù, per amore del Padre!
 
Figli Miei, Io gradisco i vostri incontri e ne verranno ancora e altri si aggiungeranno ai vostri cenacoli… Sì figlie, voi sarete l’inizio di un grande momento di preghiera, di unione con tanti altri figli che Io, piano piano, giorno per giorno radunerò; dovrete fare quelle fiaccole come quelle pie donne che insieme a Me seguivano Gesù…
 
C’era la Maddalena, era una peccatrice, che Santa è diventata… l’amante… non come lo dice il mondo, ma l’amante veramente di un amore infinito a Gesù, l’amore spirituale, l’Amore del Padre, l’amore che non ha limiti… e la Mia cognata, che ci ha dato due figli splendidi, meravigliosi, alla sequela di Gesù, e tutte le discepole, tutti gli Apostoli e i discepoli… Ma coloro che seguivano la Madre erano la forza degli uomini… la forza, perché li accudivano, li proteggevano, perché loro, le madri, si facevano avanti per difendere i figli… madri, spose, figlie, adoratrici del Figlio Gesù…
 
Ecco, questo cenacolo sarà questo... le Adoratrici… si chiameranno così: LE ADORATRICI DI GESU’ NEL CENACOLO DI MARIA.
 
Ecco questa è la Luce che piano piano, piano piano, uscirà fuori dalle vostre vite… la Luce di Gesù e di Maria.
 
Figlie Mie vi amo, vi amo tanto e sono felice della vostra adesione…
 
***…Le vostre lagrime sono lagrime che Io porto al Trono di Dio e faranno come quello che è successo di Me… (??!!)
 
Parlate e testimoniate di Me e di Gesù e non vi vergognate... date speranza a tanti disperati… Siate veramente le fiaccole di Gesù…”***   
 
(Poi la Madre ci dà la Sua Santa Benedizione.)
(Questa ultima parte del messaggio della Mamma*** viene trascritto a mano perché finisce il nastro e non c’è tempo di metterne un altro.)
 
28.04.2006 (Termina la preghiera del S. Rosario; viene fatta la preghiera a S. Michele Arcangelo per le famiglie e per tutto il mondo, per la Chiesa, per i giovani, per il S. Padre… Una delle guide E… apre il libretto “incontro” e legge un altra preghiera che si inserisce bene alle meditazioni fatte da Gesù, viene aperta ancora la Bibbia e ci viene incontro la Parola di Gioele cap. 2 – invito alla penitenza - e Lamentazioni cap. 3.
Tutto viene commentato alla luce di quanto pregato con Gesù e Maria e nei nostri cuori c’è gioia e pace!
Grazie Gesù, grazie Padre, grazie Santo Spirito, grazie SS. Vergine, siate sempre con noi e in mezzo a noi. Lode e Gloria e Benedizioni alla Triade Divina presente con tutta la Sua Potenza in questo piccolo cenacolo riunito nel Suo Santo Nome.
Grazie Gesù e Maria per la Vostra amorosa protezione, siate benedetti in eterno e per sempre!)