Skip to main content

Messaggio n. 26

Posted in

LA RESURREZIONE  -  (N. 26)

“ALLELUIA! ALLELUIA! Gloria a Dio nell’Alto dei Cieli e Pace in terra agli uomini che Egli ama!
 
Questo il canto degli Angeli alla nascita del Gesù Poverello nella grotta di Bethlem; quale auspicio di Grazia e di Amore in questo grande Evento!
 
Il Dio Si è fatto Uomo piccolo e povero, è disceso dal Cielo in punta di piedi, senza clamori di folla, ma in un silenzio adoratore di due Sposi Umili e consci di aver contribuito ad un nuovo capitolo dell’era della Salvezza umana!
 
…EccoMi nel mondo, e già il mondo non Mi accoglie… solo pochi furono avvertiti dai Miei Angeli del Mio arrivo… gli umili, i poveri, coloro a cui nessuno faceva caso: i Miei pastori!
 
A loro fu proclamata per primi la Salvezza e la Pace di Dio, e la Mia Presenza nel mondo.
Loro Mi attendevano e furono accontentati, divennero così i testimoni… e primi discepoli di questo piccolo Re!
Mi nutrirono con il latte delle loro pecore madri; Mi vestirono con pelli di capra, affinché il Mio piccolo Corpo non soffrisse più la fame e il freddo, Mi adorarono come Re e Messia e portarono la Lieta Novella a tutti gli uomini di buona volontà…
 
Questo l’inizio della Mia Venuta tra voi…
 
Maria e Giuseppe tacevano e conservavano nei Loro Cuori questo grande segreto!
 
Io crebbi tra gli uomini nel nascondimento e così restai fino al giorno in cui Mi svelai ad essi, e tutto si compì nella Volontà del Padre, affinché si avverassero le Profezie e ciò che era scritto di Me nelle Sacre Scritture.
 
Arrivò così il giorno della Mia morte al mondo per dare a voi la Vita…
Fui deposto dalla Croce e consegnato a Mia Madre affinché Mi desse l’ultimo saluto, Mi lavasse con le Sue Sacrosante Lagrime il Volto sanguinante e tumefatto; accarezzasse ancora una volta queste Carni martoriate; baciasse le Mie Membra distrutte dalle percosse, dai flagelli, dalle piaghe causate dalle cadute dalla Croce e dai Chiodi da cui erano state trafitti. Mi tolse con Amore indicibile la corona che Mi cingeva la Testa, accarezzandoMi con delicatezza i capelli intrisi di Sangue e sudore, nel timore di farMi ancora male… e piangeva in silenzio con una sofferenza indicibile!…
 
Oh Madre dei Dolori, stai certa che presto tornerò a consolarTi, Ti lascio solo per poco, ma Tu non smettere di piangere e di pregare!…
 
Le Tue Lagrime saranno balsamo per tante anime sofferenti e il Tuo perfetto orare la chiave che aprirà più presto le Porte dei Cieli a tutti i Tuoi figli!…
 
…Ecco, Ti portano via con forza… non vuoi lasciarMi… vorresti essere con Me, ancora… ma ti staccano da Me… tutto è compiuto…
Il Tuo orare Madre Santa non cessa e dal momento che Mi lasci inizia il GRANDE MISTERO…
 
Le Tue preghiere e le Tue Lagrime vengono portate come Perle preziosissime al Trono del Padre… ed Egli come può rifiutare qualcosa alla Sua SS. Sposa, a Colei che tutto è stato donato, a Colei a cui sono state date le Chiavi del Cuore di Dio…!
 
Ed ecco che al nascere del terzo giorno, ottieni la Grazia all’umanità…
Gli Angeli scendono dal Cielo e proclamano la Gloria di Dio…
Il sepolcro è vuoto, le bende ripiegate… GESU’ E’ RISORTO!!!… 
 
Chi cercate o donne, non vi ricordate cosa aveva detto il Maestro? “Il terzo giorno resusciterò, tornerò al Padre e da lì vi guiderò nella vostra missione!”
Esultate e gioite, il Signore è veramente risorto…
 
E poiché le donne ancora non credevano… apparvi a Maria Maddalena, dicendole di avvertire gli Apostoli.
Lei corse, ma essi non le credettero e di corsa tornarono tutti insieme al sepolcro… verificarono… era veramente vuoto… tornarono alla casa, erano ancora impauriti, la loro mente era ancora chiusa, non capivano…
 
La Madre Mia era ancora nella Sua stanza e attendeva il Mio arrivo… sospirava, pregava e piangeva!
Ecco, Io entrai nella stanza… Mi vide… la gioia di poterMi riabbracciare e di poterLa riabbracciare fu immenso, il Nostro Amore si unì ed il Cielo esultò!
 
Oh, tutta la Potenza d’Amore di un Dio e di una Vergine Santa scoppiò e riportammo la Luce sconfiggendo le tenebre che in quei giorni tristi aveva avvolto il mondo!
 
Oh Madre dolcissima che stringi al Tuo Cuore non più un Figlio morto e straziato, ma un Corpo Glorioso di un Dio che è Risorto!
Risplendi di Luce anche Tu e godi della Gloria del Tuo Figlio Gesù!…
 
E voi cari figli, udite cantare le Lodi nel Cielo che gli Angeli e i Santi intonano al Trono del Padre e portano in Dono, le preci innalzate che invocan perdono di voi che aspettate Me Redentore?!
 
Credete, non dubitate, sono Io, son qua, sono risorto… vi porto la Pace, non quella che dà il mondo, ma la Mia Pace, quella Vera, quella che non delude ma che rinvigorisce i cuori e lo spirito; quello spirito che tanto anela ad essere assorbito da Me!…
 
La Pace che Io vi do, la troverete anche nelle tribolazioni, perché sarà la fiaccola del Mio Amore consumato per voi!
 
GuardateMi con gli occhi della Fede, perché, come ho detto ai Miei primi Apostoli: “Voi perché Mi avete visto credete e siete beati di questo privilegio; ma saranno più beati chi crederà senza aver visto, perché grande sarà la loro ricompensa nei Cieli!”
 
Allora, uomini di tutti i tempi, la Mia Redenzione è per voi, è il Mio Dono alla vostra umanità e l’aiuto nella vostra crescita nella conversione e la vittoria sul peccato.
E’ la rinascita a vita nuova, è l’abito nuovo della vostra anima, è Perdono, Misericordia, è Pace, è Salvezza, è Resurrezione alla nuova Vita nel Mio Regno!
 
Quindi, contemplate le Mie Sante Piaghe, mettete tutto ciò che vi allontana da Me entro di Esse, offriteMi tutto ciò che c’è di buono e non, ed Io lo trasformerò in tante Grazie per la vostra Salvezza e per tutto ciò che vi occorre per arrivare ad averla!
Non vi vergognate di darMi tutto, IO LO VOGLIO, perché di questo tutto Mi sono abbeverato per voi, affinché Io vi potessi redimere.
Non spaventatevi se sentirete il Mio impetuoso chiamarvi e richiamarvi… Vi AMO, sono il vostro Dio... e cosa può chiedervi Colui che vi ha creati? Solo la vostra attenzione, l’ascolto e l’Amore; cose che Io vi ho dato per primo!…
SeguiteMi… e scoprirete la dolcezza infinita del MIO AMORE!
 
VI AMO E VI HO REDENTO CON IL MIO SANGUE, IMMERGETEVI IN ESSO E GIUNGERETE PURIFICATI E SANTI…
 
COSI’ HA PARLATO PER VOI GESU’ NAZARENO IL DIO REDENTORE…”
07.04.2002