Skip to main content

Messaggio n. 27

Posted in

VIENI SIGNORE GESU’  -  (N. 27)

“L’ANIMA ANELA… VIENI SIGNORE GESU’, VIENI, NON TARDARE… L’anima mia attende le Tua Luce e la Tua Pace… vieni… vieni…!”
 
“…EccoMi, sono già qui e busso alla porta del tuo cuore, affrettati ad aprirMi affinché Io Mi immerga in esso e ricolmi così le tue debolezze, le tue incertezze, i tuoi dubbi.
Lo vedi, senza di Me non sei nulla, senza di Me sei un naufrago che vaga nei flutti di un mare impetuoso che non ti porta altro che alla deriva.
Fa che il Mio Amore ti ricopra, ti inebri, ascolta la Mia Voce, è il richiamo di un Dio che non si stanca di amare… è il palpito del Mio Cuore che vuole unirsi al tuo e battere all’unisono nella donazione a Dio Padre e allo Spirito Santo, che impetuoso vuole effonderti la Sue Grazie e i Suoi Doni!
Apri il tuo cuore, e fa che questo immenso Amore ti porti la Pace che è la Mia Pace ed unisca in essa tutto ciò che non è Me e scompaia, allontanando così le tribolazioni del mondo che se anche sono permesse dal Padre per la tua Salvezza e Santificazione, se non vengono accettate, portano solo dolore; ma se tu Me le doni troverai la Pace, quella Vera, e benedirai Dio Padre, lo Spirito Santo e Me, il Salvatore Gesù, il Cristo, l’Amore Incarnato che tanto ti ha amato!
 
EccoMi perciò alle porte del tuo cuore, famMi entrare, non ti allontanare, fatti amare, Io ti accetto come sei, lo so che sei imperfetto, ma proprio per questo ti cerco, ti chiamo, voglio darti il Mio Amore e la Mia Santità, il Bacio della Mia Pace, perché solo con la Mia Pace sarai veramente libera di amarMi e di amare.
 
EccoMi a te, Mi hai chiamato, sono vicino a te, accogliMi, non desidero altro che prendere la tua miseria e la tua nullità per darti ME!…
Ti amo figlia Mia… e come non potrei se tutto ti ho dato di Me per averti…! Coraggio, non essere incerta, apriMi la tua casa affinché diventi finalmente il Tabernacolo della Mia Presenza in te!
 
…Ricordati. Non c’è festa più grande in Cielo e nel Mio Cuore… per un cuore che Mi apre le sue porte!…
 
…ECCOMI…
TUO GESU’…!”
 
12.04.2002 (Scritto in cappella dopo la S. Messa davanti al SS. SACRAMENTO.)