Skip to main content

Messaggio n. 42

Posted in

LA PREGHIERA E L’OFFERTA  -  (N. 42)

“Eccomi o mio Benefattore alla Tua Divina Presenza, nella specie del PANE VIVO / OSTIA SANTA, innalzato sull’Altare in umile attesa dei Tuoi figli che vengono ad adorarTi.
Il Tuo Cuore aperto come porta d’ingresso, di noi che Ti preghiamo!
Eccomi o Signore, come mendico che aspetta l’offerta del Viandante. Anch’io mi inchino davanti a TE, Benefattore Unico e Santo di tutta l’umanità!
Eccomi, Pastore Silenzioso, a chiederTi di guardare la mia misera nullità e guarire le mie ferite, perché Tu, Medico Unico dell’umane creature, accolga la mia preghiera!
Eccomi Gesù Salvatore, che prostrata davanti a TE OLOCAUSTO D’AMORE, depongo ai Tuoi Piedi Divini (STANCHI DEL TUO CAMMINO NELL’ARIDITA’ DEI NOSTRI CUORI) il mio cuore, affinché Tu lo purifichi e lo accetti nella contrizione del suo contenuto miserevole e peccatore!
Eccomi Gesù, LUCE dei cuori, e Ti invoco… innalzandoTi come PRECE al Trono del Padre affinché Egli accolga la mia misera offerta unita a Te, nell’amplesso gioioso e veritiero del Tuo Essere in me, con me, e per me nell’Amore e con l’AMORE CHE ILLUMINA E CHE SALVA!
Eccomi Signore, Tu sei in me (ho appena fatto la S. Comunione) PRESENTE E VIVO, E MI NUTRI E MI DISSETI ALLA FONTE INESAURIBILE DEL TUO AMORE, MI SCIOGLI DAI LACCI DEL PECCATO E DALLE INSIDIE DEL MALE, MI LIBERI DALLA TENTAZIONE, RISVEGLI IN ME IL DESIDERIO, IMPRIGIONATO DALLE TENEBRE DEL MONDO, DI SEGUIRTI, DI IMITARTI, DI CONSOLARTI, DI RIPARARE ALLE OFFESE CHE RICEVI DA TANTI FIGLI DEGENERI CHE TI CALPESTANO E TI FLAGELLANO CON TANTI PECCATI!
Eccomi Gesù, MI OFFRO A TE, MISERA CREATURA MA SICURA NELLA SINCERITA’ DI DONAZIONE, AFFINCHE’, ACCETTATA DA TE MI OFFRA UNITA A TE AL PADRE!”
TUTTI GLI ATTI DI QUESTO GIORNO, PER MEZZO DI MARIA IMMACOLATA, SONO TUOI; FAI TU DI ME CIO’ CHE VUOI, PERCHE’ AIUTINO TE NELLA SALVEZZA DEI MIEI FRATELLI, DEI MIEI CARI, DELLA SANTA CHIESA, PER LA CONVERSINE DEI PECCATORI E PER QUANTI SI SONO AFFIDATI ALLE MIE PREGHIERE!
SALVACI GESU’, TUTTI, E FA CHE TANTI TUOI FIGLI IN QUESTO GIORNO E PER TUTTA LA VITA TI OFFRANO SE STESSI, COME TU HAI FATTO PER NOI!
 
A M E N… A M E N… A M E N…!”
 
07.06.2002 (Scritto in chiesa davanti al SS. Sacramento nel 1° venerdì del mese: il 4° per me, dopo essermi comunicata.)