Skip to main content

Messaggio n. 54

Posted in

LA VOCE DEL PADRE  -  (N. 54)

“Figlia, perché ti meravigli se altri Miei strumenti parlano di Me e per Me con Parole uguali o simili a quelle che tu scrivi?
Non credi che IO sono veritiero, oppure adoperi strani linguaggi o lingue diverse per avvicinarMi ai Miei piccoli?
IO HO UN SOLO LINGUAGGIO E SOLO CON QUESTO ESPRIMO IL MIO AMORE PER VOI!
QUANDO DO UN TERMINE AL MIO “ESSERE PAROLA”, SONO PER TUTTI UGUALI O SIMILI, PER FARVI COMPRENDERE CHE CIO’ CHE SCRIVETE O DITE NON E’ DA VOI CHE ESCE, MA DA ME!
LA MIA PAROLA E’ SEMPRE LA STESSA E LO SARA’ FINO ALLA FINE DEL MONDO.
CERTO MI FACCIO VOCE, AFFINCHE’ QUESTI STRUMENTI CHE ADOPERO, PARLINO NEL DESERTO DELLE VOSTRE ANIME DISTRUTTE DAI VOSTRI PECCATI!
 
VOGLIO PREPARARVI AD UNA NUOVA PENTECOSTE, QUELLA CHE ANCORA VOI NON AVETE COMPRESO PIENAMENTE, SVALUTANDO CON LA VOSTRA CONDOTTA DEPLOREVOLE IL GRAN DONO CHE VI HO FATTO ATTRAVERSO IL MIO UNIGENITO.
VOGLIO “IMBOCCARVI” COME BIMBI APPENA NATI, DANDOVI QUELLA  SALUTARE OSTIA CHE VI SALVERA’: GESU’, IL MIO DILETTO, LA MIA ESSENZA!
FATEVI ATTENTI E DILIGENTI NELL’ASCOLTO E PRODIGHI NEL NUTRIRVI DI QUESTO CIBO CHE MAI SI CORROMPE E MAI SMINUISCE NELLE SUA GRANDEZZA E PIENEZZA DIVINA!
LA MIA VOCE, ANCHE SE A VOLTE E’ IMPERIOSA NEI SUOI AVVERTIMENTI, E’ PIENA D’AMORE E DI MISERICORDIA E VUOLE PORTARVI E RIPORTARVI ALLE VETTE PIU’ ALTE DELLA PERFEZIONE!
 
ALLORA, FIGLI MIEI TANTO AMATI E TANTO SOFFERTI NEL MARTIRIO DEL VOSTRO DIVINO SALVATORE, NON TENDETE L’ORECCHIO A PAROLE CHE NON VI DICONO LE MIE VERITA’, MA CHE SONO SOLO VOCI STONATE E SENZA ARMONIA; VUOTE E SENZA LOGICA D’AMORE; GELIDE NELLA SUA CONCLUSIONE FINALE CHE VI PORTANO SOLO UN CALICE VELENOSO E LA MORTE ETERNA.
TENDETE INVECE ASCOLTO ALLA MIA VOCE, PERCHE’ SOLO UN PADRE PUO’ USARE LA “FRUSTA” PER RIPORTARE IL PROPRIO FIGLIO SUL GIUSTO CAMMINO: MA SOLO UN PADRE AMOROSO PUO’, DOPO CIO’, ABBRACCIARE E STRINGERSI AL PETTO UN FIGLIO REDENTO, SALVATO E RITROVATO CON TUTTO LO SLANCIO D’AMORE CHE SOLO LUI PUO’ DARE!
TENDI DUNQUE ATTENZIONE ALLE VOCI CHE SENTI E VALUTA BENE CIO’ CHE SENTI, CHIAMAMI IN AIUTO SE NON RIESCI A SCINDERE IL TONO CON CUI TU VIENI A CONTATTO ED IO VERRO’ IN TUO AIUTO E MI RICONOSCERAI!
 
SE MI AMI NON AVRAI DUBBI E INCERTEZZE NEL RICONOSCERMI; SE MI AVRAI RIFIUTATO, IO SARO’ QUELLA VOCE CHE GRIDA NEL DESERTO DELLA TUA ANIMA PERDUTA!
OGGI TI HO PARLATO, E SE MI HAI RICONOSCIUTO COME PADRE, AVRAI VINTO LA TUA BATTAGLIA E SARAI FORTE NELLA LOTTA DELLA VITA TERRENA.
IO SARO’ CON TE E TU CON ME, E FINIRAI I TUOI GIORNI NEL GAUDIO DELLA VITA ETERNA ED ASCOLTERAI LA MIA VOCE NEL PARADISO PREPARATO PER TUTTI I FIGLI CHE MI AVRANNO ASCOLTATO.
Vi amo… continuate a servirMi ascoltando…
LA VOCE DEL PADRE…”
 
01.07.2002