Skip to main content

Messaggio n. 62

Posted in

IL GRIDO, IL DOLORE… LA PACE  -  (N. 62)

“Gioisci figlia Mia nel letto del tuo dolore, gioisci ti dico, perché questo stato in cui ti ho voluto è a Gloria di Dio!
La tua Ricompensa sarà grande se questa tua sofferenza la metti nei Nostri Cuori; accetta e continua a pregare, non stancarti, continua… e spera nella grande Misericordia di Gesù e Mia!
Guarda quella Mia piccola figlia dove da tanto appaio; vedi, la sua offerta e donazione a Me è stata totale e nella sua sofferenza e nella malattia tutto e tanto ha donato ai suoi fratelli!
 
Quanto ha seminato in quella terra divisa da odii e tirannia dei potenti atei e oppressori.
Mi ha seguito e ha testimoniato e testimonia ancora la Mia Presenza in quei luoghi.
Tanto ha pregato, tanto ha supplicato, tanti ne ha guariti, ma non ha chiesto niente per sé, anzi, ha accettato i suoi mali con gioia e rassegnazione perché sicura che ciò avrebbe dato Gloria alla Mamma sua!
Non piangere dunque, sii Santa e gioiosa nella tua condizione attuale, sorridi alla vita che vivi e a quella che tu hai dato, non rattristarti e non chiederti di ciò che avverrà poi; non sei padrona della vita, solo Lui è Sovrano, Lui dà, Lui toglie, Lui elargisce, Lui paga, Lui si rivela nella Sua Grazia Potente a chi si mette nelle Sue Mani Divine!
Lui non lascia incompiuto niente e nulla è derivato dal caso, Lui combina le Grazie più alte nelle sofferenze più forti, Lui solo ha il PIANO esclusivo dell’UMANITA’, e Lui solo ne è a conoscenza!
 
CrediMi figlia, la vita non è quella del mondo, né quella vissuta nel mondo.
Tutti siamo destinati ad essere cittadini del Cielo; quel Cielo in cui noi attendiamo tutti i figli che avranno accettato incondizionatamente la Nostra Autorità Divina in cui la Misericordia è a tutti concessa e a cui a tutti è stata predicata e elargita dalla creazione del mondo!
Allora figlia carissima del Mio Cuore Immacolato, soffri con coraggio e offri con gioia tutte le tue giornate al fiore sbocciato dal tuo Amore e dal tuo sposo terreno, non angustiarti ma sii in pace, perché Io ti darò quella Pace e quella Serenità che ti farà grande agli Occhi di Gesù!!
Ricordati, chi tanto riceve, tanto deve dare.
Nel mondo questo patto diventa obbligo ed oppressione, nel nostro Cielo è donazione d’Amore per sé e per tutti i fratelli!
S. Paolo diceva alle folle: “non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me, io completo in me ciò che Dio ha iniziato!”
Fai tuo questo inno all’Amore e stringiti a Me!
I tuoi tesori in terra lasciali a Noi, saranno curati nell’Amore!
Tu ora raccogli quelli che avranno valore nel Nostro Cielo e avrai tanta, tanta, tanta PACE!
 
Ti abbraccio figlia Mia e ti stringo al MIO CUORE IMMACOLATO E TI PURIFICO, PREPARANDOTI ALL’ABBRACCIO SALVIFICO DI GESU’ MISERICORDIOSO.
CORAGGIO E AMORE!!!”
La Regina della Pace, MADRE del DIVINO AMORE
 
10.07.2002 (Messaggio personale. Ricevuto alle 12.00 sul posto di lavoro.)