Skip to main content

Messaggio n. 72

Posted in

MISTERI DOLOROSI – MEDITAZIONE DI GESU’  -  (N. 72)

“Eccomi mio Signore in attesa di essere istruita da Te sulla Tua Passione, Morte in Croce, e poter così capire meglio il Tuo grande Dono…!”
1° Meditazione: 
“Sono già in preghiera nel Getsemani, ho portato i Miei tre Apostoli Pietro, Giovanni e Giacomo con Me… li ho portati con Me perché pregassero e vi dessero la spinta e l’esempio per combattere le insidie del Male, nel silenzio e nell’unione, ma erano ancora deboli e stanchi, ed Io nella solitudine e nell’abbandono più totale combattevo per tutta l’umanità perduta e posseduta dal peccato, in preda al più grande delirio di morte dell’anima a Dio, stordita e accecata da un odio assurdo verso la “MISERICORDIA INCARNATA”, e donatagli dal Padre con gesto d’Amore!
Eppure, tanto fino a quel momento avevo donato in tutta la Palestina, ma tutti non hanno saputo apprezzare la Grazia, rifiutandola, e per mezzo del Mio apostolo Giuda, che non aveva saputo credere in Me come Figlio di Dio, Re di un Regno non terreno ma Celeste in cui ogni battaglia avrebbe avuto la sua vittoria nel possedimento di Dio, fui tradito e consegnato ai tribunali come sobillatore e agitatore di folle contro Cesare. Anche oggi non sono riconosciuto da molti Miei figli… e continuano a tradirMi consegnandoMi al nemico,
Almeno tu che Mi ami, sollevaMi e allieva l’angoscia del Mio Cuore, facendoMi compagnia nel Mio Getsemani che soffro e offro per tutti voi!”
1 PATER, 10 AVE, 1 GLORIA ++++ GESU’ ORANTE DIVINO, PREGA PER NOI.
09.08.2002 (Questo mistero è stato scritto a NIZZA alle 8.30 appena alzata)
2° Meditazione
“…Sono già stato condannato, non hanno saputo capire che condannandoMi avevano deciso tutti per la loro morte, non per la Mia! Tutti erano contro di Me, anche se per molti di loro ero stato medico e medicina… Mi legano ad un palo e Mi flagellano… oh che dolore infinito, insopportabile, ma ancor di più dei flagelli sulle Mie Carni ormai piagate, era il vedervi tutti, di tutti i tempi davanti ai Miei Occhi anneriti e deturpati dai vostri peccati e dalle vostre iniquità, che allo spettacolo doloroso del vostro Dio FLAGELLATO, anziché convertirvi, ancor più Mi flagellate e deridete facendovi beffa della Grazia d’Amore che veniva e che vi viene effusa!
Tu figlia Mia, guardaMi e ripara, contemplaMi nel silenzio del Mio Dolore e immergiti nelle MIE PIAGHE portandovi dentro di Esse i tuoi fratelli affinché siate purificati!”
1 PATER, 10 AVE, 1 GLORIA ++++ GESU’ FLAGELLATO, PREGA PER NOI.
10.08.2002 (Questo mistero è stato scritto a F… in Italia alle 13.30.)
3° Meditazione.
“…Ecco che dopo essere stato selvaggiamente flagellato, il delirio dei Miei aguzzini nell’oltraggiarMi e deriderMi diventa talmente violento che per rendere più atroce il Mio tormento, intrecciano con dei rovi una corona spinosa e Me la conficcano sul Capo già sanguinante e dolorante e me la calcano affinché non Mi cada, causandoMi un dolore lancinante… aprendoMI le Carni… così oltre al dolore si aggiunge la beffa e l’oltraggio di essere vestito anche della porpora dei folli…! …Ma il folle non sono Io, ma voi che vi ostinate nelle vostre ottusità e nella vostra totale chiusura, vi prendete gioco del vostro Creatore e del vostro Dio!…
PAZZO IO, SI: ma d’Amore per voi.
PAZZO IO, SI: ma offro per voi il silenzio per non condannarvi!
PAZZO IO, SI: ma col Mio Dolore immenso, riscatto voi agli occhi del Padre!
…QUESTA LA MIA PAZZIA, POSSEDERE I VOSTRI CUORI E LE VOSTRE ANIME, COSICCHE' OGNI SPINA CONFICCATA NELLE MIE CARNI POSSA ESSERE PER VOI QUEL MESSAGGIO SILENZIOSO, E DOLOROSO RICHIAMO ALLA VOSTRA CONVERSIONE!
Offriti a Me, soffri insieme a ME, ogni spina dolorosa sul Mio Capo sia per te e per tutti occasione di riparazione agli oltraggi e agli insulti che si perpetrano in ogni momento alla MIA DIVINITA!”
1 PATER, 10 AVE. 1 GLORIA ++++ GESU’ CORONATO DI SPINE, PREGA PER NOI.
12.08.2002 (Questo mistero è cominciato alle 13.30 ed è finito alle 3.30 di notte a F...)
4° Meditazione
“...E’ finito il tormento della Flagellazione, la folla non è soddisfatta e chiede la MIA CROCIFISSIONE E LA MIA MORTE! COSI’ SONO CONDANNATO COME IL PEGGIORE DEI CRIMINALI!...
Sono caricato del Legno infamante della Croce e avviato verso il Calvario… La gente è in tumulto e inveisce contro di ME, Mi insulta, Mi sputa addosso, Mi ingiuria e Mi condanna… Eppure ERO INNOCENTE; LA MIA SOLA COLPA? IL TROPPO AMORE… UN AMORE CHE MAI NESSUNA CREATURA RIUSCIRA’ A PROVARE CON TANTA INTENSITA’ DOLOROSA NELLA SUA IMMENSA DONAZIONE!... Molta folla di quella radunata alla Mia sequela era stata beneficata, ma il delirio di un odio assurdo che il demonio aveva acceso accecandoli, aveva cancellato tutta la loro coscienza e riconoscenza al Bene ricevuto… Ero stanco, piagato, sanguinante, le forze della MIA UMANITA’ erano al limite delle loro risorse… NESSUNO AVEVA PIETA’ DI ME!
I Miei Occhi erano quasi chiusi perché il Sangue sgorgato dalla Mia Testa coronata dalle spine Mi accecava, le Mie Membra erano in uno stato di assoluta impotenza e cadevo sotto il peso della Croce… pesante… ma la Volontà di arrivare in cima al monte e concludere la Mia Offerta al Padre era più forte della stanchezza e del dolore! Nel tragitto che Mi portava al Mio Olocausto, poche persone si occupavano e si preoccupavano piangendo per ME… E AD ESSE HO CONCESSO GRAZIE PER COMPENSARLE DEL LORO AMORE. TU PICCOLA MIA, CHE STAI SEGUENDO CON IL TUO SPIRITO TUTTO QUESTO STRAZIO DEL TUO SIGNORE, ABBRACCIA INSIEME A ME LA TUA CROCE, AMALA COME IO HO AMATO LA MIA E AFFIANCAMI NEL CAMMINO DELLA TUA VITA, OFFRENDOMI LA TUA ACCETTAZIONE NELLA SOFFERTA E MUTA UNIONE AL TUO GESU’. IO TI NASCONDO NELLE MIE SANTE PIAGHE AFFINCHE’ NEL SEGRETO DELLA NOSTRA INTIMITA’ E CON LA MADRE MIA, RIPORTIAMO AL PADRE TANTI FIGLI!...”
1 PATER, 10 AVE, 1 GLORIA ++++ GESU’ DEL DOLOROSO GETSEMANI, PREGA PER NOI.
12.08.2002 (Questo mistero è cominciato alle 16.00 e terminato alle 17.00.)
5° Meditazione
“...Sono arrivato… si sta per concludere la MIA STORIA TERRENA… MI VIENE TOLTA LA CROCE DALLA MIA SPALLA PIAGATA, VENGO SPOGLIATO, ADAGIATO SULLA CROCE, LE MIE MEMBRA GIA’ ABBONDANTEMENTE MARTORIATE DA FLAGELLI, DALLE CADUTE E DALLE PIAGHE, VENGONO ULTERIORMENTE TIRATE, STRAZIATE… E INCHIODATE… IL DOLORE E’ ASSURDAMENTE INCONCEPIBILE PER VOI… TROPPO GRANDE, INSOPPORTABILE… MA DALLA MIA BOCCA NON ESCE NEPPURE UN LAMENTO… VENGO INNALZATO E IL DOLORE MI FA PERDERE I SENSI… RIAPRO GLI OCCHI SUL SUOLO SOTTOSTANTE… E VEDO L’INFERNO SOTTO DI ME, DOVE ANIME DELIRANTI NELL’OTTUSITA’ DEL LORO IMMENSO PECCATO SI CIBANO DELLA LORO MORTE…! IO TENTO ANCORA CON LE MIE ULTIME FORZE DI PERDONARLI E PORTARLI ALLA MISERICORDIA DEL PADRE MIO, MA TUTTO ORMAI E’ COMPIUTO… I DANNATI URLANO, IMPRECANO, BEFFEGGIANO IL LORO DIO-UOMO, RIMASTO PER LORO UN PERFETTO SCONOSCIUTO CAUSA SOLO DELLA LORO ROVINA ETERNA! Poche anime sono in silenzio, ADORATORI DI UN SALVATORE, PIANGENTI, INCREDULI DI TANTA CRUDELTA’ VERSO DI ME: L’UNIGENITO, L’UNTO DI DIO, COLUI CHE TANTO AVEVANO ATTESO I PATRIARCHI, I PROFETI E TUTTO IL POPOLO ELETTO… IL MESSIA, L’EMANUELE… SAPEVANO CHE AVEVANO PERDUTO IL BENE PIU’ GRANDE, L’ASSOLUTO, L’UNICO VERO DIO E VERO UOMO DA AMARE, LA VERITA’ VERA, LA LUCE SFOLGORANTE CHE RISCHIARA LE TENEBRE DELLA NOTTE DEI CUORI, L’AMORE ASSOLUTO CHE RINFRANCA L’ANIMA E DONA PACE, SALVEZZA, RISTORO, CONSOLAZIONE!
Essi avevano capito il gran Dono del Padre e nella totalità del loro Amore, pregavano e perdonavano insieme a Me tutti i peccatori che si erano macchiati di questo DELITTO. Chiedo a te, piccola Mia, di unirti a queste anime Sante, affinché ti siano maestre di preghiera e di donazione per tutti i peccatori incalliti che come allora Mi UCCIDONO con le loro depravazioni, i loro vizi, le loro bestemmie, le loro negazioni, acutizzando così il dolore delle MIE PIAGHE E IL PIANTO DELLA MADRE MIA CHE PER AMORE VOSTRO MI HA DATO IN PASTO A QUESTE BELVE FEROCI: FAI COMPAGNIA A QUESTA MAMMA CHE NIENTE HA SAPUTO RIFIUTARE A DIO PER DARVI IL SALVATORE E REDENTORE DELLE VOSTRE ANIME MARCE DI PECCATI INNOMINABILI CHE FANNO RABBRIVIDIRE IL SUO CUORE IMMACOLATO.
PIANGI INSIEME A LEI E NEL SILENZIO DEL TUO CUORE, INVOCA LA PIETA’ DEL PADRE E MIA SULL’UMANE CREATURE E AVRAI SALVA L’ANIMA TUA E DI CHI PORTERAI ALLA MADRE DOLOROSA. AMAMI E ADORAMI NELL’EMBLEMA DELLA VOSTRA REDENZIONE E VIVRAI IN ETERNO E MI FARAI CORONA PREZIOSA, INSIEME AI MIEI SANTI E ANGELI NELLA GLORIA DEL PARADISO!”
1 PATER, 10 AVE, 1 GLORIA ++++ IL TUO GESU’ CROCEFISSO D’AMORE.
12.08.2002 (Questo mistero, scritto di seguito al 4° è stato finito alle 18.15.)
GESU’ termina dicendomi: 
“Eccoti scricciolo Mio, le basi per farti più buona e Santa, medita da sola o insieme a chi vorrà ascoltarti, questo Rosario della MIA PASSIONE E MORTE; troverai sollievo alle tue pene e dolcezza nel MIO AMORE! PortaMi anime, sono assetato delle Mie creature e ti darò centuplicato per ognuno di loro, non abbatterti, ma cerca di rassomigliarMi nel SILENZIO, NELL’UMILIAZIONE, NELL’ABBANDONO, NELL’OLTRAGGIO, NELL’OFFESA, NEL DOLORE; GUARDAMI INNALZATO SULLA CROCE ED IO TI INNALZERO’ CON ME!”
Il tuo GESU’, Sostegno dei deboli
                              
12.08.2002