Skip to main content

Cenacolo n. 7

Posted in

(7° cenacolo. Siamo in casa di M…, questa volta non siamo tutti e 7 perché manca L… ma ci riuniamo lo stesso perché c’è necessità di pregare per molte persone e per tante intenzioni… poi non vogliamo mancare all’appuntamento che Maria ci dà sempre alla fine della preghiera… Siamo sempre più motivati e desiderosi di riunirci e rendere servizio al Signore, così eccoci qua… Come sempre non sappiamo come si svolgerà l’incontro, ma ci mettiamo subito in preghiera invocando lo Spirito Santo…)

Arriva Gesù…
 
“Pace a voi, pace a voi figli Miei; sono felice di ritrovarvi qui uniti legati a uno stesso filo… il vostro desiderio è il Mio di avervi sempre qua in unione di preghiera e di intenti e la Mia felicità è molto grande quando voi vi abbandonate alla Mia Volontà e Mi affidate tutto.
 
I vostri cuori si sono aperti e Io lo vedo… si sono aperti al Mio orizzonte e vedete che nulla, nulla può essere insostenibile se voi affidate tutto a Me.
 
Figlie care, ognuno di voi ha il cuore pieno di problemi, di angosce, di tormenti, di necessità che impellono nel vostro cammino di tutti i giorni… Lo so, le prove che dovrete affrontare ogni giorno si fanno sempre più gravose… ma ricordatevi che Io ho detto: verranno tempi duri e se non viene dentro di voi la serenità e la preghiera, niente riuscite ad affrontare; ecco perché Io sempre, continuamente vi dico: state sempre in raccoglimento e in preghiera, state sempre in unione a Me, alla Madre, al Padre, allo Spirito Santo, agli Angeli, ai Santi del Cielo, perché Noi, solo Noi siamo la vostra salvezza…
 
Io voglio che dal vostro essere mortale si sprigioni la Luce dell’immortalità della vostra appartenenza al Paradiso!
 
Figlie care, voi siete tutte mamme, tutte spose, tutte figlie, e ognuna di voi ha sulle spalle il peso gravoso delle responsabilità… E’ vero che spesse volte non sapete come affrontare la vostra giornata, ma Io so che ogni giorno sperimentate la Mia costante protezione… Non c’è un giorno che voi vivete, che Io non Mi faccio presente… e se non sono Io nitido davanti a voi, c’è la Madre Mia che vi ama tantissimo, vi ama di un Amore smisurato che voi ancora non potete comprendere, ma… la Madre come fece con Me quand’ero piccolo… quante volte cadevo nel correre, nel fare un passo sbagliato come i piccoli… Maria Mi correva incontro, Mi prendeva tra le Braccia, Mi carezzava, Mi baciava e con i Suoi Baci purificava le Mie “piccole ferite”… Ah questo gesto, quante volte lo ha fatto dopo che sono stato depositato tra le Sue Braccia morto, piagato, deturpato… Ogni Bacio per Lei era come purificare e pulire da tutte quelle ferite il Mio Santo Corpo… e come, come non può fare con voi che siete sempre “feriti”, macchiati… e allora Lei vi abbraccia, vi bacia, vi carezza, vi consola; quale Madre più dolce di questa potevate avere su questa terra? Io ve l’ho donata perché sapevo e so che con Lei tutto passa…
 
Anche i Miei dolori passavano quando ritornavo dal Mio pellegrinare a predicare… non vedevo l’ora di riabbracciare Mia Madre e dirgli “Mamma vieni, parliamo un po’”; ecco che Lei estasiata veniva accanto a Me, si metteva in silenzio ed Io poggiavo il Mio Capo sulle Sue Ginocchia come quando ero bambino e raccontavo tutto a Lei di tutto ciò che avevo passato, sofferto… E allora voi fatelo, fatelo anche voi così come facevo Io quando tornavo a casa…
 
Ogni sera, nel silenzio del vostro cuore invocate la Madre, parlateGli di tutte le vostre prove, le vostre sofferenze e Lei farà come ha fatto con Me.
 
Vorrei potervi fare sentire il calore delle Sue dolci Mani che carezzano il Capo, le Guance… le Sue dolci Labbra che baciano le Nostre Gote… che sensazione d’Amore, di pace… Ah… non c’è Bacio più bello, più sano, più dolce del Bacio della Madre Mia e vostra.
 
Ecco figli, lo so, i dolori che la vita vi porge in continuazione sono tanti; tutti, anch’Io, anche la Madre, abbiamo avuto prove su questa terra, ma sono sempre prove che ci fortificano, che ci fanno capire che una volta sofferto riusciamo a capire chi soffre ancor più di noi, e allora andiamo incontro a loro, gli porgiamo la mano, un sorriso, una parola… e così consoliamo chi soffre!
 
Figlie care, non crediate che non serve a niente un sorriso, una carezza, una dolce parola a un anima che soffre; può darsi che momentaneamente possa anche essere  “disturbata” da questa nostra azione… ma poi quando nella solitudine non avranno nessuno con cui parlare, sfogarsi, penseranno a quel sorriso, a quella dolce parola, a quella carezza… e si sentiranno rincuorati… e penseranno che almeno qualcuno, uno, su tante persone, su tante anime che hanno incontrato, hanno avuto l’ardire di presentarsi…
 
Anch’Io sono stato deriso, beffeggiato, calunniato; quanti dolori… e la Mia unica “preoccupazione” che cos’era? Era trovare qualcuno a cui poter dare il Mio sguardo d’Amore, il Mio sorriso… alzare la Mano e benedire… alzare la Mano e salutare un anima che langue…
 
Che dolcezza… che dolcezza nel Mio Cuore quando, anche solo un anima, Mi ha ringraziato per il bene che ha ricevuto; ma quante anime che sono state beneficate non hanno saputo ringraziare…? Eppure hanno avuto benessere, hanno avuto serenità, hanno avuto pace… ma una volta ottenute queste cose, si sono dimenticate.
 
Ecco, ecco quello che Io voglio da voi… non dimenticate mai anche di un sorriso che avete ricevuto… ringraziate sempre il Buon Dio che vi ha donato quel sorriso… e se anche voi, naturalmente, non potete vedere il Volto di Dio in quel sorriso che avete ricevuto, vedete e vedete sempre che è il Signore che vi manda un Suo Segno per farvi capire che vi ama!
 
Figlie Mie, tutte le vostre intenzioni di preghiera, tutte le vostre intenzioni sono nel Mio Cuore, e come non deve essere così se proprio tra pochi giorni festeggerete la devozione al Mio Cuore Sacratissimo…
 
Ecco che il Mio Cuore si allarga, si allarga in modo talmente grande dove poter fare entrare tutto ciò che voi chiedete… ma vi dico figlie Mie, ricordatevi sempre: tutto vi verrà dato a tempo debito, tutto vi verrà dato se questo è veramente salutare per la vostra anima e per la vostra Eternità.
 
Il Mio Cuore non brama altro che sentirSi chiamare, invocare… ed Io come posso non rispondere a coloro che Mi amano? Sono sempre lì, in ascolto…
 
Amate Mie spose… non vi lasciate andare alla disperazione; non è, non è di Dio la disperazione; quella che dona Dio è la SPERANZA! La di-sperazione è dell’altro… è lui che vi mette i dubbi, le incertezze, le insicurezze, gli odii… Io posso mettervi la prova per fortificarvi nella fede, ma poi vi carezzo, vi bacio, vi abbraccio… qualche volta se sbagliate posso anche punirvi, ma come fare per farvi capire qual’è la Verità…?
 
Come fa un padre con un figlio che sbaglia? Lo redarguisce, se è piccolo gli può dare anche una sculacciata; il bimbo piange, magari mette il broncio… ma poi l’amore che ha per il padre gli fa alzare gli occhi, lo fa guardare al padre… e il padre bonario gli dice “Non lo fare più!”... e poi l’abbraccia… E così il Padre, ancor di più il Padre!
 
Il Padre è Buono, è Misericordioso, è Infinita Pietà, è Immensa Bontà, è Amore, è Dolcezza, è Sicurezza e Fortezza, è Pace, è Sobrietà dell’anima, è Luce… ed Io uguale al Padre ho tutte, tutte le cose che ha il Padre e ve le dono… tutte… in abbondanza!
 
Figlie Mie, ogni qualvolta vi sentite nel deserto, non sfuggite, ma pregate… la preghiera è l’arma letale che distrugge la disperazione… la preghiera è la vivificazione dell’anima vostra… la preghiera è la linfa della vostra anima.
 
Molti, molti di voi dicono “Mi vorrei fare Santa, ma non ci riesco… voglio diventare Santa, ma non ce la faccio!”; ma la Santità la si costruisce giorno per giorno, ora per ora, minuto per minuto; la Santità non è una cosa “così”… deve essere costruita. E’ come una casa: prima si fanno le fondamenta, ben forti, e poi, piano piano, piano piano, incomincia la casa a prendere forma; e così è la Santità… si cade, si ricade, ci si rialza, si fa qualche passo avanti, qualche volta si torna indietro, ma se c’è la volontà, se c’è veramente il desiderio di santificarsi non manca mai l’occasione… mai! Io vi dono tutto ciò che vi serve, basta che voi stiate attenti, siate vigili… e essere vigili vuol dire non lasciare mai spiraglio alla disperazione, alla desolazione, alla tristezza, all’iracondia, all’ira, alla malvagità, all’odio… ecco, dovete essere sempre attivi, sempre… Se vi lasciate andare all’inedia, ecco che il padre di queste cose prende possesso di voi… e se non trova la barriera tra lui e voi, siete facile preda…
 
La Madre Mia in tutte le Sue apparizioni che Le sono consentite dal Padre, cosa vi dice? Cosa vi raccomanda? DitemeLo, cosa vi raccomanda? (M… risponde: “di pregare!”)
 
Pregate, pregate, pregate; che cosa dissi Io ai Miei Apostoli quando ero nel Getsemani? Pregate per non cadere in tentazione… E allora per quale motivo Io ve le dico, la Madre ve le dice queste cose… perché vi volgiamo male? Perché vi vogliamo affaticare? Ma lo sapete che la fatica peggiore è quella di percorrere la strada del diavolo!? Credete che sia la strada più facile da percorrere… è vero, sembra… ma è l’inizio; poi, piano piano, piano piano che andate su quella strada, vi appesantite, vi appesantite di tutte le brutture, vi appesantite dal peccato, vi appesantite dall’avarizia, vi appesantite dalle sete di ottenere tutto ciò che vedete nel mondo, la concupiscenza, droga, alcool, prostituzione, odi, sopraffazione, vituperio, oscenità; questa è la strada che “sembra” la più facile da percorrere, ed è più facile perché non c’è limiti… lui non vi mette limiti, più peccate e più siete suoi…
 
E allora quando Io vi dico “Pregate”, la Madre vi dice “Pregate”, aprite il vostro cuore al bene… ed Io vi dico “SeguiteMi”, Io faccio per voi la strada per primo, voi seguiteMi… ma seguiteMi veramente figli Miei, seguiteMi veramente; se cadete non abbiate paura… Io vi rialzerò. Lo so che non siete perfetti… se foste stati perfetti  sarete stati in Cielo, eravate già al cospetto del Padre… ma Noi lo sappiamo, lo sappiamo e quindi per questo vi diciamo: aprite il cuore, camminate per la via stretta, non vi fate abbagliare dalle luci del mondo, preferite le sofferenza, preferite le prove, ma poi dopo tutto questo avrete il premio… avrete la serenità, la pace, la gioia!
 
Figli Miei, Io vi ho tutti qui nelle Mie Mani e vi vedo… alcuni di voi scuotono la testa, altri dicono “Sì, lo facciamo”, ma poi si perdono per strada… altri sembrano veramente accogliere tutto ciò che gli viene detto, ma poi basta che ci sia un “passante” che gli mormora qualche cosa di diverso, sono affascinati da quella parola diversa… e si sviano completamente e si perdono!!!
 
Ecco figli, Io vorrei potervi contemplare sempre sul palmo della Mia Mano; le Mie Mani Bucate sono sorgenti di Grazia, sono sorgenti d’Amore, sono sorgenti di Misericordia, sono le mete a cui voi dovete anelare ad arrivare senza mai cadere…
 
Ecco che ora voglio pregare con voi il Padre affinché vi doni tutti i Suoi Doni e vi faccia comprendere che lontano da Noi, lontano dal Nostro Cuore non c’è vita, non c’è pace, non c’è serenità né gioia… diciamo insieme…
 
Padre Nostro…
 
Ecco è vero, hai detto bene figlia: “Liberaci dal maligno”; è quello che dovete dire ogni attimo della vostra vita: “Padre liberaci dagli assalti del maligno, libera le nostre famiglie dagli assalti del maligno, libera le nostre famiglie, le nostre case, la nostra città, la nostra nazione, il nostro cuore, le nostre menti, le nostre anime”; questo dovete sempre invocare per la vostra protezione… e invocate la Madre Mia che Lei sa come fare per schiacciare la testa al maligno; è Lei la prediletta del Padre che ha ogni potere su lui, sul malvagio; è Lei che ha il potere di assolvervi ancor prima di arrivare a Me, perché Lei è la vostra Avvocata… Ve L’ho data apposta come Madre, ho rinunciato Io ad averLa subito con Me nel Cielo a godere del Premio che Le spettava di diritto, ve L’ho lasciata proprio perché attraverso Lei possiate arrivare più velocemente alla Salvezza! Non vi preoccupate, non pensate che amando Lei amate meno Me… amando la Madre Mia AMATE ME, perché Io la amo, la amo immensamente e voglio che voi amiate la Madre Mia… Lei è la dispensatrice di tutte le Grazie; ciò che Lei non vi dà di Grazia non ve la do Io… ma quale Grazia la Madre non vi darà? Vi ama troppo!!
 
Se un anima va in Purgatorio, Lei si affretta a farla uscire; è una Madre amorosa, non vuol vedere soffrire nessuno… è una Madre che vorrebbe abbracciare tutte le anime e portarle tutte più velocemente possibile alla Salvezza, ma voi, voi pregate affinché la Madre si affretti a soccorrervi, ma voi dovete darLe veramente la libertà di agire in voi, come la date a Me, come la date al Padre, come la date allo Spirito Santo.
 
Mettete tutto, tutto nel Suo Cuore Immacolato, e cos’è che non può purificare un Cuore purissimo come quello della Madre Mia? Nulla, nulla rimane macchiato se lo mettete dentro il Suo Cuore… E allora così, da un Cuore al Mio Cuore, purificazione su purificazione, arriverete alla meta… e lì figli Miei, quando arriverete, ci sarà tanta festa, tanta gioia, tanta Luce… Quanta accoglienza: chi ha provato e chi ha avuto il Dono di poter vedere qualche anima liberata, ha visto la gioia in Paradiso quando un anima purificata arriva alla Presenza del Padre!
 
Gioia, canti che qui nella terra non sapete nemmeno che cosa siano… E allora perché volete privarvi di questa gioia? Non volete essere accolti dagli Angeli, dai Santi, dai Beati con canti di gioia? E allora vi dico figli: fate il vostro purgatorio qui su questa terra, purificatevi, soffrite quello che c’è da soffrire, non vi lamentate, ringraziate, benedite, non maledite mai, mai… chi maledice il prossimo, sarà maledetto dal Padre Mio! Guai a voi, guai a voi figli…!
 
Dovete pensare: se Gesù ha perdonato, chi sono io più di Gesù per non perdonare? ChiedeteGli, chiedete la forza di saper perdonare… Io ve la concederò… ve la concederò!
 
Vi farò allargare il cuore all’amore, vi farò divenire pazienti, umili… Non vi dico di essere calpestati, anche se questo è veramente l’abbandono più totale per la vostra salvezza… ma vi dico: non disprezzate gli altri… non disprezzate gli altri… voi cosa ne sapete della vita dell’altro? Voi non sapete mai, non lo saprete mai perché un vostro fratello ha peccato, non avete potere di giudicare, non potete sapere niente… siete polvere…
 
Tutto ciò che avete vi è stato donato, nulla vi appartiene; tutto ciò che avete, cominciando dalla vostra vita, appartiene al Padre e tutto al Padre tornerà!
 
Questa è la Legge di Dio, questa è la Legge del Padre Mio e vostro… Allora la vostra vita, se voi capirete questo, si renderà più sciolta, più malleabile alla Potenza dello  Spirito che vi illumina il cammino, vi dona il Suo Pensiero, la Sua Fortezza, la Sua Saggezza, vi dona la Sua Sapienza, ma non la sapienza degli uomini, la Sapienza dell’Amore di Dio; è questa la Sapienza che voi dovete chiedere: essere sapienti nella Sapienza di Dio… ma essere sapienti nella Sapienza di Dio vuol dire amare come Dio ci ama, COME DIO CI AMA! Non odiare come odia satana… quella è la vostra dannazione; amare è la vostra salvezza!!
 
Allora Io vi dico: la Madre vostra che è nei Cieli che non aspetta altro che di essere invocata, vi ama e sempre aspetta che voi l’accogliete come fece Giovanni nella sua casa. E’ per questo che Io vi ho donato la Madre Mia; fateLa abitare nelle vostre case, fateLa abitare soprattutto nei vostri cuori, fateLa abitare nella vostra vita, fateLa abitare in ogni cosa che fate, fateLa abitare in ogni vostra parola, in ogni vostro gesto; Lei vi darà tutto ciò che vi manca per essere come vorrei che voi foste tutti.
 
Lei è Leggiadra, Lei è Dolce, Lei è Sublime, Lei è Amorosa, Lei è Sapiente… ha istruito Me, Lei è Dolcezza e Pace, Serenità e Gioia, è Umiltà… ecco, tutto ciò che lo Spirito è, glieLo ha donato…
 
E allora invochiamoLa insieme la Madre Mia e vostra, che vi renda veramente partecipi della Sua Santità, ma voi dovete chiederglieLa, chiederglieLa in continuazione, ma non con superbia, con umiltà, con serenità, come Lei ha fatto quando il Padre La investì della Santità per avere Me…
 
Ave Maria…”
 
(A questo punto M… incomincia a ringraziare e fare le preghiere spontanee)
 
Arriva la Mamma… inizia con il Suo saluto:
 
“Salute a voi figlie… ecco sono qua, Mi avete invocato, avete pregato ed eccoMi qua…
 
Breve sarà il Mio intervento questa sera perché voglio che voi preghiate soprattutto per il Cuore Sacratissimo di Mio Figlio da cui escono… (finisce la cassetta e si perde la frase)… 
 
Quante volte vi ho chiamato in questi ultimi tempi… avete capito che c’è bisogno di riparazione… avete capito che ogni sofferenza che vi capita è per la salvezza vostra, per fortificarvi come vi ha detto Mio Figlio, e perché voi attraverso queste sofferenze, offrendole a Me e a Gesù, possiate salvare tante altre anime… il mondo è pieno di anime che vagano inconsapevoli della loro condanna…
 
Figlie care, voi sapete che in ogni Mia Apparizione ho sempre detto di essere uniti a Dio, a Gesù, allo Spirito Santo… E’ vero, Io non Mi sono mai distaccata dalla Trinità e la Trinità non si è mai staccata da Me; allora quando Io vi dico: siate uniti a Me, a Gesù, al Padre, allo Spirito Santo, come dovreste essere forti, eh? Io ve lo dico! Ma non sentite la forza che emana da questa costante unione a Noi e come siete deboli quando voi vi allontanate da Noi? Ecco allora Io vi dico figlie Mie: unitevi sempre a Noi, pregateci sempre, invocateci sempre, non allontanatevi mai da Noi… Noi possiamo tutto, Io per ultima, sono una povera serva… ma il Padre, Gesù, lo Spirito Santo fanno meraviglie, fanno meraviglie in ognuno di voi… basta che voi vi abbandoniate, vi lasciate andare tra le Braccia della SS. Trinità ed Io vi accompagnerò felice verso la Luce.
 
Figlie Mie, quante madri si perdono nell’odio quando perdono qualche caro, e non sentono niente, non vogliono ascoltare, non vogliono capire i giorni contati… Tutti noi abbiamo i giorni contati su questa terra, tutti noi abbiamo un inizio e abbiamo una fine su questa terra, ma l’Eternità non ha fine… lo dice la parola  E T E R N I T A’!
 
Dio è ETERNO, e allora perché non unirsi a Dio? E se pensiamo che possa essere prematuro, o troppa sofferenza, o perché non ci vogliamo distaccare da quel caro, dal marito, dalla moglie, da un coniuge, da qualsiasi persona che ci è cara perché non “ci sembra giusto”… allora figli Miei non avete capito il senso della vita su questa terra…
 
Non vi attaccate alle cose della terra, questo ha sempre detto Gesù… non vi attaccate alla terra, perché la vostra vita, la vostra Vera Vita è nei Cieli!
 
Figlie Mie, allora… non è importante quanto viene vissuto su questa terra, ma è importante come E’ vissuta la vita su questa terra… è importante perché se noi siamo vissute in unione a Dio e in costante meditazione delle Sue Leggi e cercate di non peccare, o se, purtroppo succede, peccate e vi riconciliate però subito con il Padre, ecco che il vostro pellegrinare su questa terra diventa più celere, più veloce, più sciolto… e allora riuscirete a capire che non è questo, questo mondo che è importante, ma è l’Eden perduto che è importante; ecco, quella è l’unica meta da raggiungere… Come si fa? Ve l’ha già detto Gesù… pregate, pregate, pregate…
 
Bene figli, oggi voi cominciate la Novena al S. Cuore di Gesù ed Io Mi ritiro in silenzio e prego insieme a voi, poi tornerò, vi darò la Benedizione di Dio Padre e vi aspetto domani davanti a Gesù… Sia lodato Gesù Cristo! ” (Rispondono tutti “Sempre sia lodato!”)
 
(Si incomincia a pregare la Novena al Sacro Cuore, vengono lette le parti facenti parti la preghiera da ognuno dei componenti del gruppo.)
 
Torna Maria SS.
 
“Avete detto proprio ora che Dio ha infiammato la terra con il Suo Amore; Io auguro a tutti voi figlie Mie, e anche coloro che non sono presenti: infiammate il vostro cuore dell’Amore di Cristo.
 
CRISTO E’ LA SALVEZZA
 
CRISTO E’ LA GIOIA
 
CRISTO E’ LA SPERANZA
 
CRISTO E’ LA REDENZIONE
 
CRISTO E’ IL PREMIO PER LA VITA ETERNA!!!
 
Ed Io vostra Madre sono qui a rammentarvi sempre che in qualsiasi momento della vostra vita siate sempre, sempre conformi alla Volontà di Dio. Infuocate il vostro cuore e la vostra anima, il vostro spirito, di amore, di pace e di serenità, quella pace e quella serenità che Gesù, Figlio Mio e fratello vostro, vi ha donato prima di lasciare questa terra!!
 
E ora dal Cielo insieme agli Angeli e ai Santi, vi inonda sempre della Sua Misericordiosa Bontà e del vostro amore… vi ha lasciato Me, Sua Madre, affinché Io possa ancora donarvi la Mia Parola e la Sua Parola per la vostra conversione.
 
Figlie, figli di tutta la terra, di tutto il mondo, di tutte le razze, di tutte le nazioni… abbiate nel vostro cuore il Cuore di Gesù che, nutrito dall’Amore della Madre che Si è inabissata nello Spirito Santo per contemplare la Gloria di Dio e per donarla a voi figli della terra, vi auguro veramente che tutto, tutto il bene, tutto l’Amore del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo, vi inondi i cuori, le menti, le anime e vi mandino la Loro Benedizione e con voi rimanga sempre nelle vostre case e in tutti i luoghi che frequentate...
 
Ed Io come Madre umilissima e Figlia umilissima del Padre Celeste vi do la Mia Santa Benedizione in Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.
 
Pace, pace, gioia, serenità nei vostri cuori, nella vostra anima, nel vostro spirito… Sia lodato Gesù…” (Tutti rispondono “Sempre sia Lodato Gesù e Maria!”)
 
(M… torna a ringraziare e fare preghiere spontanee e intenzioni comuni del piccolo gruppo mettendo le intenzioni particolari che sono nel libretto che sempre riempiamo con i nominativi di coloro che ci hanno chiesto di pregare… poi di seguito tutti i componenti fanno le preghiere personali e di ringraziamento.)
16.06.2006