Skip to main content

Cenacolo n. 8

Posted in

(Incontro di preghiera del nostro cenacolo sempre a casa di M… La nostra gioia di incontrarci è sempre viva ed oggi abbiamo una nuova sorella che esortata da L... si è decisa a venire a pregare con noi; io non la conosco ma viene accettata con gioia da tutto il gruppo e… attesa dai nostri Interlocutori Santi; infatti la maggior parte del messaggio è rivolto a lei… Tutto è pronto… come al solito nel nostro piccolo altare ci immergiamo e ci raccogliamo per iniziare con l’Inno allo Spirito Santo.)

Parla Maria SS.

“Ave al Padre Altissimo e allo Spirito Santo e al Figlio Unigenito che veglia e vigila su questo piccolo gruppo Mio adorato.

EccoMi qua figli cari, voglio dirvi subito la Mia gioia… abbiamo acquistato una nuova anima, ancora un po’ reticente, ma con l’andare dei minuti si scioglierà il suo cuore, capirà che qui non è venuta a caso, capirà che qui troverà la sua pace e la sua serenità…

Figlia cara, abbi gioia nel tuo cuore perché oggi si è compiuta per te veramente una Grazia, una Grazia che ancora non comprendi, come del resto tutti questi Miei figli qui riuniti in un primo tempo non capivano bene… ma ora sono gioiosi.

Questo figlio viene da lontano (parla di L…) per riunirsi alle sue “sorelle” e sono molto felice… sono molto felice perché so che il suo cuore gioisce e so che il suo cuore testimonia la sua esperienza in questo piccolo cenacolo.

Ecco, Io so bene che tu non verrai spesso in questo cenacolo, ma le volte che tu vorrai venire Io ti accoglierò come Madre, come Sorella, e ti proteggerò da tutte le insidie di chi non vuole farti partecipare a questa Grazia che questi suoi “fratelli” ricevono.

Figlia cara, ricordati che qui si impara a conoscere Gesù, si impara a conoscere lo Spirito Santo, si impara a conoscere la Parola del Padre, ma la si impara in una maniera tutta diversa, in una maniera in cui nessuno sa spiegarti che cos’è… Vedi, non è tanto perché si possono dire le solite cose… perché ormai niente vi è nascosto di quello che dovete sapere tutti, ma è il fatto di essere come racchiusi in un... come posso dirvi… in una conchiglia in cui ci stanno le perle dentro. Ci sono quelle che non sono buone, ma ci sono quelle belle, bianche, purissime… ecco, voi siete racchiusi qua dentro e all’inizio siete molto impuri, molto titubanti, molto dubbiosi, scettici… ma poi piano piano, piano piano, trovate la gioia di capire cos’è che il Signore vuol farvi penetrare nel vostro cuore… e così giorno dopo giorno è come un lavandaio che piano piano lava… e se vede una piccola macchia struscia su quella macchia e cerca di farla andare via, di purificarla, e Io sono più che felice di potervi fare da “lavandaia”.

E’ una gioia… non è forse il termine giusto… eppure è vero; Io vi metto qua sul Mio Cuore di Mamma e vi accarezzo; voi piangete per le vostre disperazioni, per le vostre angosce, per le vostre paure, ed Io vi stringo al Mio Cuore e vi carezzo, vi bacio…

Anche se tu sembra che tu non abbia mai “sentito” questo calore che Io ti porto figlia cara, sappi che nelle angosce, quelle più profonde, quelle che nessuno sa… Io ti carezzavo e baciavo il tuo cuore, la tua anima, il tuo capo, le tue guance; eri come il Mio piccolo Gesù quando si faceva male come un bambino come tutti gli altri… allora correva da Me e Mi faceva vedere la Sua piccola ferita… ed Io la carezzavo, la pulivo… e così ho fatto anche con la tua, anche se tu non te ne sei accorta figlia cara.

Quante volte hai pianto di nascosto e poi ti sei vergognata di averlo fatto… ma ricordati: ogni lagrima giusta è una perla che Io tengo molto, molto da conto, perché, sappilo come già lo sanno questi Miei figli, ogni lagrima è una perla, è una perla che Io metto nel Mio forziere di Mamma che custodisco con tutto il Mio Amore per portarla a Gesù. Quindi, non ti rammaricare se qualche volte la tua ferita sanguina un po’ di più… ricordati: le ferite di Gesù e le Mie sono 2000 anni che sanguinano, eppure non abbiamo smesso di amare nessuno dei Nostri figli.

Ti dico: il tuo cuore è ancora contrito da tante storture e tante lacerazioni a dei rancori che porti dentro di te che non vogliono uscire dal tuo cuore.

Figlia cara, se continui a tenerti questi rancori nel tuo cuore non sarai mai in pace ne serena... Ricordati: buttali fuori… ma non buttarli addosso alla persona con cui tu hai avuto da ridire, ma mettilo nel Cuore Sacratissimo di Mio Figlio e nel Mio Cuore Immacolato; quando tu lo avrai lasciato lì e l’avrai… non lo guarderai più; stai tranquilla che il tuo cuore si aprirà come un fiore che sboccia e fiorirà veramente l’accettazione, l’amore, il perdono… Questo è l’esercizio che tu dovrai fare in questo tempo dopo che sarai andata via da qui… capito figlia cara?

E a voi tutti qua riuniti figli cari, vi dico: siete stati bravi in questa settimana.

Tu V… hai mortificato il tuo orgoglio e hai pregato anziché dire quello che non doveva essere detto e hai fatto bene, hai fatto molto bene, hai fatto veramente testimonianza della tua appartenenza alla Mamma tua e a Gesù…

E tu D… vedi che l’esercizio che ti ho detto di fare, di non interessarti se gli altri ti deridano… pregare… non ti preoccupare… è andato meglio questa volta? Sei andata più avanti nella tua formazione, è vero? So che è vero… so che è vero!

E tu L… finalmente cominci a capire la Volontà del Padre, eh? E so che piano piano stai dando la tua testimonianza di come accettare le cose dolorose della vita.

Brava figlia Mia, continua così! Cresci e vedrai che il tuo cuore sarà veramente ricolmo di quella pace e di quella serenità dell’accettazione della Volontà del Padre!

E anche tu (si rivolge a L…), ti ho detto già all’inizio sono molto felice di vederti qua; è stata lunga eh? Con questo caldo poi, eh? (qui la Madre sorride di gioia) Ma, l’amore per la Mamma, lo so che è grande, e un piccolo sacrificio per riunirsi in preghiera per le necessità di tutti i fratelli è veramente il premio! Ma lo so che anche tu hai avuto il tuo premio e le tue consolazioni in questi giorni che ti sei allontanato da questo cenacolo. So che stai testimoniando molto bene la presenza del Signore, dentro di te soprattutto, perché vedo che affronti i tuoi problemi con più calma e questo è bene… perché ricordati che la fretta, l’agitazione, l’angoscia… tutte queste cose non ve le dà il Signore, ricordatevelo figli, lo ripeto a tutti… tutte queste contrizioni, tutte queste lacerazioni non le dà il Signore… Il Signore può dare la prova, il Signore può dare qualche dolore per fortificarvi, ma non perché vi vuole male… quindi ringraziate sempre Dio per tutto ciò che vi dà, anche se al momento non vi sembra giusto... ma piano piano capirete perché nelle prove ci sono anche i premi… e il premio è sempre la vostra pace, la vostra pace interiore, la vostra pace che si sprigiona nel vostro animo ogniqualvolta pensate “DIO MI AMA!”

Dio mi ama, nonostante tutto, nonostante le mie debolezze, nonostante i miei peccati, nonostante la mia non docilità alla Sua Parola… mi ama, mi ama, mi ama, MI AMA… e come non potrebbe Dio Padre amare le Sue creature? No, non è possibile!

Anche quando deve dire “BASTA” lo dice con molta tristezza… amandovi sempre… Però vi lascia liberi, è vero, vi lascia liberi, non vi costringe, non vi costringe… quante volte il Signore vi ha costretto a fare una cosa? Non potete dire che il Signore vi ha “costretto” a fare questo, a fare quest’altro… tutto è decisione vostra…

Figli, ogni volta che dovete prendere una decisione, qualsiasi decisione della vostra vita, mettete innanzi a voi lo Spirito Santo, la Trinità SS., consigliatevi sempre con l’Alto, ma l’Alto nel Santo… non a un amico… Dio, Dio Padre, lo Spirito Santo, Gesù, la vostra Mamma è qui… il vostro Angelo Custode; ecco… questi sono consigli che vi dà una Madre per farvi crescere in Santità e pace.

Non ti ho abbandonato a te, non Mi sono discordata di te (ora parla a M…), Io lo so quanto fai, quanto testimoni anche tu e quanto lavori nella Vigna del Signore.

Tu devi rendere testimonianza ancor di più con il fatto che tu servi concretamente nella Vigna… Le testimonianze di tante persone che sono venute nel tuo laboratorio, ti rendono veramente responsabile della crescita di altre persone, di altre anime, e sono felice… ma questo ti rende anche più forte nell’affrontare i problemi che ci sono nella tua famiglia… Quindi ti dico: ringrazia il Signore per la forza che ti dà, ricorda cosa ha detto S. Paolo… “E’ quando io sono più debole e lì che viene la mia forza, perché se la mia debolezza la metto nel Signore, il Signore mi fa ricrescere, mi dà la forza, mi spinge ad andare oltre, senza timore!”… e oggi servono, servono anime che non abbiano timore, che non si vergognino di appartenere a Dio… Sono tempi duri, dove tutto è traballante, dove tutto… dove tutto si sgretola…

Voi dovete essere quelle rocce in cui è custodita la Parola di Dio!

Figli Miei, queste riunioni che Noi facciamo, non sono fatte così a caso perché ci piace… sì, Io desidero vedervi riuniti, ma desidero anche che capiate concretamente il fine di questi cenacoli.

Figli, c’è necessità di preghiera, c’è necessità di sacrificio, c’è necessità di offerta, c’è la necessità che le anime che amano Dio si riuniscano per fare barriera contro l’odio di satana che vi vuole distruggere…!

Io prego sempre il Padre che vi guidi, che non vi lasci mai soli, che non tolga mai il Suo Occhio sulle vostre vite!

Figli cari, la preghiera… dovete farvi uomini e donne di preghiera… Non c’è bisogno di pregare nella maniera anche tradizionale se non vi riesce, ma la preghiera siete voi stessi, la preghiera è innalzare una Lode a Dio nell’arco della vostra giornata… non è possibile che non troviate il tempo di dire “Ti ringrazio mio Dio!”… non è possibile!

Questo strumento (adesso parla di A..) ogni volta che lavora, fa lavorare con sé tutti gli Angeli del Paradiso, i Santi, il suo Angelo Custode, ci invita nel suo lavoro… e lei si rende conto se anche non ha la sua forza, perché non ha più le forze di prima… ma lei lavora alacremente, non ha paura di stancarsi, perché c’è tante “persone” che l’aiutano a lavorare…

Allora, quando iniziate la vostra giornata, già mettete tutta la vostra giornata nelle Mani del Signore, mettete tutte le vostre opere nel Cuore di DIO, mettete tutti i vostri “incontri”, di lavoro, di famiglia, con le persone che incontrate per strada… mettetele tutti davanti al Signore… questa è preghiera!

E’ inutile che uno Mi dica 100 Ave Maria se poi non ha il cuore aperto… non servono a niente! È acqua che scorre… Ma, se voi pregate e mettete innanzitutto la Volontà del Padre sulle vostre preghiere… ah... è un canto d’amore… e gli Angeli si inchinano alla vostra anima e la illumina e la vivificano e la glorificano nella preghiera, perché la preghiera è elevazione al cospetto di Dio.

Non dimenticatelo mai, non dimenticatelo mai, è la vostra Mamma che ve lo dice, la vostra Mamma che dice: ogni respiro, ogni battito di cuore, ogni parola, ogni sguardo, ogni parola udita… tutto, tutto mettetelo innanzi al Signore!

“Signore ho ascoltato questa parola… se è offensiva per Te, Ti chiedo perdono, Ti chiedo perdono per quella persona che Ti ha offeso… non capisce, non comprende, ma Tu… cos’ha fatto Gesù sulla Croce? Lo crocifiggevano, Lo insultavano, eppure non ha maledetto nessuno, anzi… dall’alto della Croce diceva “Padre perdona loro perché non sanno quel che fanno!?”

E allora voi che siete più di Dio, più di Gesù, che odiate il fratello perché vi ha detto stupido? Anzi, dite “Grazie fratello, perché la mia stupidità è veramente simile a quella del Signore, perché se il Signore è stato trattato da stupido, perché io devo essere trattato meglio di Lui?!”

Questa è la vostra Santità… questo è il cammino della Santità… Bastano piccole cose, bastano piccole cose per essere graditi a Dio.

Tutto ciò che fate fatelo CON IL CUORE, e nel vostro cuore prima di tutto, come vi ho detto, mettete Dio al primo posto; prima c’è Lui, è Lui il Datore di tutto, è Lui il Padrone di tutto… basterebbe un soffio e tu non ci saresti più… e allora a cosa ti serve essere lontano da Dio?

Credi, credi, credi, credi figlie, credete, credete che Dio è un Dio di Misericordia, d’Amore, di Bontà, di Pace, di Serenità…

Bene, e allora ringraziamo il Padre dicendo tutti insieme la preghiera che Gesù vi ha insegnato…

Padre Nostro… Gloria al Padre…

(M… ringrazia e loda il Signore)

Figli, domani è la festa del Cuore Sacratissimo di Gesù… Voi sapete cosa arde nel Cuore del Mio Figlio… sapete vero? L’Amore infinito, un Amore grande, un Amore che non sapete valutare perché troppo intenso… e quando una cosa nella sua intensità colpisce qualcosa, non è possibile capirne interamente il valore.

Allora Io vi dico: nel Cuore di Gesù arde un braciere immenso, enorme, è di una vivacità che non ha fine… è inesprimibile e voi non riuscite a coglierne di questo  fuoco ardente, di questo rogo veramente che brucia, neanche una millesima parte… ma non perché Gesù non ve lo sappia donare… oh, se ve lo sa donare… ma siete voi che non volete, non volete… perché pensate che non debba essere così l’Amore che un Dio deve esprimere nelle vostre anime.

Figli Miei, chi di voi veramente comprende l’Amore di Dio? Io credo che solamente la Madre e gli Angeli riescono a percepirlo nella maniera completa… però questo non vuol dire, non vuol dire assolutamente che il Signore non Si dona con l’impetuosità del Suo Amore ardente in ognuno di voi.

Però questo Cuore è trafitto in continuazione, è lacerato in continuazione… da che cosa? Non sapete comprendere da che cosa è trafitto il Cuore di Gesù, e di conseguenza, della Madre Sua? Non è possibile che non riusciate a comprendere… eppure tutti i giorni ne sperimentate la violenza che fate al Cuore di Gesù!

Disobbedienza, concupiscenza, idolatria, malvagità, pettegolezzo, cattiveria, inoperosità, svogliatezza, inedia, peccato, peccato, peccato, peccato, peccato...

Ah... il Cuore di Gesù è ricoperto dai vostri peccati… è sporcato dai vostri peccati… ma Io sono qui e prima di tutto bacio e purifico, piano piano pulisco le ferite del Cuore del Mio Gesù… e di conseguenza anche il Mio Cuore è squarciato perché vedo il Suo lacerato in mille modi… e come non può una Madre essere lacerata nelle proprie viscere nel vedere il proprio Figlio soffrire immensamente!?

Oh Cuore di Gesù, che infinitamente doni Amore a tutte le creature, Ti prego… non Ti stancare Figlio Mio di donare il Tuo Amore, il Tuo Fuoco Divino, affinché le anime di questi figli brucino tutte le loro sozzerie, brucino tutte le loro vigliaccherie, brucino tutti i loro peccati nella fiamma del Tuo Cuore Sacratissimo. Oh Gesù, Io Ti prego Figlio Mio per questi figli che Tu Mi hai donato su questa terra… non condannarli, ma dammi il tempo di convertirli con il Mio Amore di Madre. Tu Me li hai donati Figlio Mio e non voglio nemmeno un attimo mancare alla Mia missione che Tu Mi hai dato in questa terra. E allora, il Tuo Sacratissimo Cuore e il Mio Cuore della Madre Tua, uniti insieme, facciamo veramente lavacro e purificazione alle anime di questi figli derelitti.

Io come Madre invoco l’Altissimo e dico “Padre Santo, Ti prego, lasciaMi ancora del tempo per poterTi ridonare i Tuoi figli. Te lo chiedo per il Cuore Sacratissimo del Tuo Figlio e Mio Figlio, Gesù. Dona a tutti i figli che sono su questa terra la possibilità di sentire il Tuo Amore… che i Tuoi dardi d’Amore colpiscano tutte le anime e tutti i cuori di tutti i figli sparsi su questa terra!!”

Padre Nostro… Gloria al Padre…

Sì Padre, perdonali, perdonali, ancora sono chiusi, hanno gli occhi chiusi, le orecchie chiuse, le menti chiuse… Il cuore è aperto soltanto, in maggior parte, alla vita del mondo, ai lustri di questo mondo, alla strada facile, ai bei vestiti, alle vacanze… bisogna far tutto per poter andare in vacanza! Figli Miei, non è che il Signore vi dice “Non andare in vacanza”; è giusto… anche Dio si è riposato dopo aver creato tutto l’Immensità!... Si è riposato è vero (qui si rivolge all’assemblea), ma… non è stato inoperoso lo stesso… E voi, nel vostro ricercare riposo dimenticate Dio… Lo dimenticate completamente!

Nei posti dove andate in villeggiatura “tutto è permesso, siamo fuori dalla città… si può fare tutto...”; ma non vi rendete conto figli che Dio è dappertutto, Dio vi guarda dappertutto… non vi giudica per ora, vi lascia fare, vi ha dato libertà, vi ha dato libertà di agire, di fare, di vivere la vostra vita; non vi giudica per ora, vi dà tempo di riflettere… Se siete in qualsiasi posto dove vi divertite, non dimenticate Dio, non dimenticatevi di Dio... siate sempre le stesse persone che siete nei giorni normali durante tutto l’anno.

Se siete buoni oggi, perché quando uscite fuori dalla vostra casa divenite cattivi? E’ controproducente per voi figli Miei…

Non vi dovete conformare al mondo… no… il mondo finisce… vi dovete conformare al Cielo, è lì che poi dovrete tornare! Però figli cari, se voi nella vostra vita terrena vi siete comportati bene e avete agito sempre nel Timor di Dio, non nella paura… assolutamente no… Timor di Dio vuol dire rispettare, non aver paura… paura si ha quando si fa del male… allora bisogna aver paura, perché poi c’è il Giudizio!! Ma vivere nel Timor di Dio significa rispettare prima di tutto Dio e sé stessi… e rispettare sé stessi non vuol dire: se oggi io sono coperto fino all’inverosimile, vado al mare, mi spoglio nudo, tanto siamo dove si può fare… no… è un peccato, un peccato gravissimo alla moralità…

Quante sconcerie nei posti di villeggiatura… ah, figli Miei, sapeste… voi vedete quello che avete davanti, ma Noi vediamo tutto…

La perdizione più profonda è nell’essere umano, la meschinità, la sporcizia, il fango, l’obbrobrio… che DIO SI CHIUDE GLI OCCHI PER NON VEDERE!!

Ma non vi accorgete... questo mondo come è impazzito…? Ma cosa fate per renderlo migliore? Oggi vige la legge “lo fanno tutti, lo faccio anch’io”… ma che cristiano sei? Tu da cristiano devi testimoniare la Legge di Cristo, sennò cosa significa “cristiano”, cosa significa? Non ha senso, non ha senso…

Oh figli Miei, Mi angosciate quando vi vedo così lontani… così lontani dalla purezza, così lontani dalla Parola di Dio, così lontani dai Comandamenti di Dio!

Ah… quante parole… quante parole vi vengono dette e da Noi e dall’altro; ma qual’è l’orecchio a cui date più ascolto…? Certo Noi, come pensate voi, vi “costringiamo” ad essere come dei reclusi… l’altro vi dà la libertà assoluta… tutto è lecito! Non è vero, non vero, non è vero figli cari, niente è lecito di ciò che è peccato e la vostra vita è immersa nel peccato più orrido….. Voi dite “Ma io cosa posso fare da sola?”; niente, prega, prega perché il mondo si converta. Voi cenacolo siete qui riuniti per pregare, per pregare per la salvezza di tutti, non solamente per la vostra… a quella ci pensa Dio che già vi ha chiamati… voi dovete pregare per tutti i vostri fratelli!!

E’ questa la missione che vi è stata affidata, figli Miei è questa, è questa…

Non fate piangere ancora la vostra Mamma e il vostro Gesù, non fate che Dio si copra gli Occhi per non vedere le mostruosità che si compiono in tutto il mondo!

Allora onorateLo veramente questo Cuore che Gesù vi ha dato, onorateLo veramente facendo ciò che Lui vuole e che poi, se voi ci pensate bene, mettete un po’ di buona volontà, non è poi così difficile… non è poi così difficile… E se non vi riesce chiedete aiuto, chiedete aiuto… Noi siamo qua apposta per donarvelo, per abbracciarvi, per coprirvi, per difendervi, per aiutarvi a lottare… ma voi chiedete aiuti esterni a Noi; siamo con le Mani legate perché Dio vi ha fatto liberi… e ve lo continuo a dire: Dio vi ha fatti liberi di fare ciò che volete nella vostra vita, però non dimenticate che… ci sarà il Giudizio…!

E allora figli cari, ascoltate questa povera Mamma che in continuazione vi richiama per darvi la Santità… Allora Mi dovete affidare tutto quanto, tutto quanto delle vostre cose, e se voi non avete più forza di quanto ce ne vuole… ve la doniamo Noi; la dono a te, la dono a te, la dono a te, la dono a te… (si rivolge a ciascuno di noi) la diamo a tutti… il Nostro Amore è per essere donato, non per tenerlo per noi…

Vi amiamo così tanto che se anche crocefiggete Gesù e contemporaneamente  umiliate la Madre Sua, Noi siamo caparbi, vi continuiamo ad amare, ma voi dateci la possibilità di aiutarvi a vincere la lotta contro satana… Noi l’abbiamo già vinta per tutto il mondo, ma voi dovete unirvi a Noi per vincere la vostra lotta giornaliera!

Lo so, le tentazioni sono tante, ed è per questo che vi dico: unitevi a Noi, vincerete anche le più aspre battaglie; con Noi saranno già vinte!

Quindi figli cari, unitevi sempre a Noi, metteteci come baluardo alla vostra vita, e Noi, state sicuri, che vinceremo con voi la battaglia contro la malvagità e le insidie del diavolo.

S. Michele Arcangelo difendili nella lotta e nella battaglia contro le insidie del male. 

Sii tu il loro protettore, sii tu il loro condottiero, Io te li affido, te li dono tutti questi Miei figli, affinché vincano assieme a te e tutte le tue schiere Angeliche, la battaglia contro il diavolo; ed Io, la vostra Regina, sono qui che vi guido e vi indico la strada da seguire, ma figli cari, siate forti, siate forti, la battaglia sarà dura, molto dura… e ricordatevi sempre:chi è con Dio non muore, chi non si affida a Dio purtroppo perde la sua battaglia, ma non per Nostra Volontà, ma per sua esclusiva colpa.

Quindi figli Miei, se voi già vi unite a Noi avete già vinto, perché Noi vi stringiamo tutti al Nostro Cuore e vi diamo tutta la Nostra forza!

Spirito Santo, immergili nella Tua Sapienza e nella Tua Bontà, illumina il cammino, guidali sulla strada da percorrere, non abbandonarli mai, rendili forti e saggi, fiduciosi anche nelle prove affinché insieme a te e a tutto il Cielo, siano veramente una cosa sola con il Padre, il Figlio e la Madre Sua…

Padre Nostro… Gloria al Padre…”

(M… ringrazia e dà testimonianza della vita trascorsa in settimana sotto la guida di Maria… poi a turno la danno L… e tutti gli altri componenti del cenacolo… Lu…, V… ecc…

Viene invocato lo Spirito Santo su G... affinché si sciolga da tutte le chiusure che ha nel cuore…

Come al solito viene aperta la Bibbia e letto i versetti che vengono sotto i nostri occhi e sempre la Parola ci riporta a tutta la catechesi che ci è stata fatta in precedenza. Poi G… si scioglie e con le lagrime ci dice le sue ansie e i suoi tormenti, mentre la Mammina la consola con queste parole… e noi ringraziamo…)

Parla Maria SS.

“Figlia Mia, non ti preoccupare… questi fratelli hanno nel cuore… tu apri il tuo… non ti preoccupare. Loro hanno capito l’Amore, l’Amore e la conoscenza, quindi non ti preoccupare. Butta fuori ciò che hai dentro e che non ti fa essere veramente libera. Non ti dar pena…”

Si inserisce Gesù e dice:

“Io piango, piango con voi, ma dopo il pianto arriva la gioia, dopo la paura arriva la certezza che Dio è passato, Dio con il Suo Amore e con la Sua Potenza… E allora non essere sfiduciata; questi tuoi fratelli ti aiuteranno… loro sanno, ognuno di loro, ognuno di loro sanno cosa vuol dire soffrire, e quindi sei qui apposta per essere aiutata. Qui troverai la serenità e la pace per la tua “accettazione” delle tue situazioni; non ti devi lasciare andare, anzi devi lottare... e la tua lotta è la preghiera, la tua lotta è la fiducia in Me… Tu credi che Io possa ogni cosa? (G… risponde tra le lagrime… “si”). E allora, se tu sai che IO posso… tu affida tutto a ME!

Stai tranquilla, ogni volta che tu avrai bisogno di Me, Io correrò, basta tu Mi dia la tua fiducia e il tuo cuore. Libera, libera il tuo cuore da tutte queste cose… metti tutto nel Mio Cuore di Madre… è il Mio Cuore che si dona a voi… e voi mettete tutte le vostre preoccupazioni dentro il Mio Cuore; e tu sorella Mia, figlia Mia non ti preoccupare, ricordati che ogni cosa non viene mai per nuocere e tu lo capirai con il tempo che tutto ciò era necessario per riportarti a Me.

Ti amo tanto, sei nel Mio Cuore più di quanto tu non creda…

Vedi, Io ho cercato di infonderti il S. Spirito della fiducia. È questo Io voglio da oggi in avanti che tu abbia prima di tutto in te stessa; e se hai fiducia in te stessa, hai fiducia nel tuo Dio… perché tu sei Mia! E tu pensi che delle Mie cose non abbia cura? Sciocchi siete se pensate questo!

Io vi amo, vi amo… e se qualche volta permetto alcune cose è proprio per farvi capire che basta una vostra invocazione e Io agirò per il vostro bene… Quindi, figlia Mia, tu continua a dirMi… quante difficoltà, ma non solo per te, per tutti quanti… che voi Mi diciate almeno una volta al giorno “Gesù Ti amo!”. ”

(L’assemblea all’unisono dice “Gesù Ti amo, Gesù Ti amo, Ti amo, Ti amo”)

“Il Mio Cuore esulta di gioia ogniqualvolta Mi dite “Ti amo”. E’ una piccola cosa, ma tutto sprigiona dal Mio Cuore… per donarvi il Mio Amore...

Quindi, non siate troppo chiusi, ogniqualvolta pensate di star male, pensate al vostro bene… ecco sono qua, basta che Mi invochiate; non cerco altro da voi, non cerco altro… voglio amarvi in modo completo; già vi amo così, ma se voi Mi fate spazio nel vostro cuore, nella vostra anima, il vostro spirito esulterà nel Mio Amore e vi renderà rocce, rocce… e non crollerete sotto il macigno delle prove, perché sono Io sotto quel macigno che lo sorreggo per voi!

Capite figli Miei? Capisci Mia adorata? Stai serena e abbi fiducia nel tuo Gesù che tanto ti ama e tanto è felice di averti qua!!”

(L’assemblea ringrazia e M… ci dà la testimonianza della sua esperienza di abbandono a Lui.)

Gesù riprende:

“Io invoco figli, il Mio Santo Spirito su di voi, affinché vi renda fiduciosi, affinché vi dia la forza di essere veramente consapevoli, come questa vostra sorella ha detto, che Io sono sempre, ovunque voi siate, Io sono con voi, sono poco discosto da voi, basta che voi alzate un po’ gli occhi o girate di qua o di là il vostro sguardo, Mi vedrete sempre accanto a voi… Quindi, non angosciatevi più del dovuto… non sono cose Mie; quando vi angosciate troppo non sono Io che vi do angosce.

Quindi figli Miei cari, prendete la Mia Benedizione.” 

(L’assemblea ringrazia… poi L... legge un brano di un Salmo… poi M… ne legge un altro… tutti a riscontro di ciò che Gesù ci ha detto per tutto il messaggio… Dal Siracide inno di ringraziamento… poi A.. fa una preghiera di ringraziamento… Dopo questo si chiude il cenacolo dandoci appuntamento per il prossimo giovedì. Sia lodato il Signore che ci ama e ci guida nel cammino della vita!)

22.06.2006 (8° incontro in casa di M…)