Skip to main content

Messaggio n. 103

PROFUMO D’ETERNITA’ - (N. 103)

“Si avvicina il tempo della “commemorazione” dei defunti, un rito che per voi è divenuto pagano, perché lo avete ridotto ad un gesto obbligato per “far vedere” che onorate i vostri morti con tanti fronzoli e ipocrite devozioni, che non servono certo a far ELEVARE le anime alle Sedi più Alte… NELLA LUCE DI DIO!!
Fiori… quanti fiori… caterve…! Tombe “rispolverate” e coperte di tanti colori… di “luci” di lumi… genti, tante genti… che si affollano nelle vastità delle “città dei morti”, incontri, ciarle, complimenti, ossequi e riverenze, ma tanta, tanta promiscuità, falsità… per mostrare un volto velato di ipocrisia… e le chiese?…
GELIDAMENTE VUOTE o con pochi fedeli, che si ricordano che ciò che conta di più è il SACRIFICIO EUCARISTICO E LA S. MESSA, poiché GESU’ vostro Fratello e Redentore, Si è immolato per voi, non solo per la Salvezza dei peccatori “VIVI”, ma anche per le anime dei figli defunti che languono nell’ANTICAMERA DEL PARADISO!!!
Fratelli, l’Eternità si acquista anche e soprattutto quando le nostre opere terrene sono rivolte al “PROSSIMO” che necessita dei nostri “interventi” d’Amore e solidarietà, che siano essi (prossimo) VIVI O DEFUNTI!
Suffragare le anime del Purgatorio e tutti i defunti non è il mazzo di fiori colorati, lumini accesi o
l’abbellimento di un sepolcro… ma ciò che fruttifica per l’Eterna Dimora è, ed è solo il SACRIFICIO di Gesù che si perpetra sugli Altari delle Sue chiese e le preghiere e le penitenze e tutto ciò che è di spirituale… invocazioni e suppliche alla Santa Vergine Regina di tutti i morti, che in Lei fidano, affinché, tramite le nostre offerte giornaliere, non solo per le ricorrenze “generali” e particolari in loro favore le anime suffragate dalle nostre preghiere, unite alle preghiere di Maria e l’offerta del Sangue Preziosissimo del nostro Divin Salvatore… eserciti di anime troveranno la strada della LUCE DEL PADRE!!!
Queste anime Sante, “liberate” dai lacci del “peccato residuo”, nella loro riconoscenza di anime “lucenti” alzeranno inni, lodi, canti, suppliche al Dio di Misericordia in nostro favore, portandoci quel getto di refrigerio nelle nostre anime abbrutite dal mondo, necessario per ossigenarle e aiutandole a risorgere a vita nuova!!!
Fratelli, non continuate a sperperare il patrimonio d’Amore che vi è stato donato in cose che non aiutano né voi, né coloro che andate a “trovare quando è ricorrente!!!”
Tenete nel decoro i sepolcri, visitateli, abbelliteli se volete, ma suffragate queste anime nella Casa del Signore… è lì che dette anime riceveranno il vostro Amore e la loro Salvezza; è lì che l’Amore dell’Eterno Padre, del Figlio e dello Spirito di Dio si riverserà su tutte le anime anelanti la Salvezza, trovando l’ossigeno per ascendere leggere… e contemplare le Meravigliose Praterie e assaporare finalmente quel PROFUMO DI CELESTI EOLIE… e nella trascendente melodia dei Cherubini, dei Serafini, degli Angeli, degli Arcangeli e dei Cori Angelici tutti… e con la miriade popolazione Celeste, riusciranno a cantare e intessere lodi melodiose unitamente alla loro REGINA!!!
Voi riceverete preghiere per salvarvi, loro troveranno l’Amore dell’ASSOLUTO E UNICO DIO!!
Quindi fratelli amati dal Signore, non comportatevi con ipocrito Amore e alla maniera dei “pagani” del mio tempo, che mostravano la loro faccia del momento, nascondendosi dietro pagani riti e devozioni, ma… ODORATE VOI STESSI DI QUEL PROFUNO DI ETERNITA’ che vi anticipate, amando con la dovuta devozione nelle chiese “disertate”, non solo tra sepolcri gelidi e sbiancati dove: lagrime, chiacchiere e spesse volte imprecazioni al Cielo per il congiunto “prematuramente” toltovi, ma diamo ad essi l’ossigeno del nostro Amore con l’offerta del SACRIFICIO PRIMARIO del CRISTO CROCEFISSO, che Si svenò per noi, versando per la Salvezza di tutti… VIVI E MORTI, fino all’ultima stilla del Suo Preziosissimo Sangue per la nostra PURIFICAZIONE, affinché ottenessimo e assaporassimo quel PROFUNO DI ETERNITA’ che ci è stato promesso da GESU’: IL PRIMO MORTO E RISUSCITATO NELL’ETERNITA’!”
Paolo l’Apostolo delle genti
 
28.10.2002 (Iniziato alla chiesa del Suffragio dopo la S. Messa e finito a casa alle 21.30.)