Skip to main content

Cenacolo n. 9

Posted in

(Siamo al 9° incontro del nostro cenacolo; questa volta ci siamo riuniti in casa di V… per pregare come sempre per le intenzioni di tutti e soprattutto per rendere onore a Maria e Gesù che tanto desiderano questi incontri per poterci istruire nella fede vera e nel cammino che dobbiamo seguire per essere degni di chiamarci “Adoratrici/tori di Gesù nel Cenacolo di Maria”; questo è il nome che la Vergine SS. ci ha dato dopo il primo incontro.

Iniziamo come al solito, dopo aver sistemato il nostro piccolo altare, con la preghiera di apertura e dopo l’invocazione allo Spirito Santo lo “strumento” A.. inizia a parlare… Veniamo presi alla sprovvista… e il registratore viene acceso in ritardo… la “Voce” si rivela come S. Pietro, ha già iniziato ma non ricordiamo come introduce la sua catechesi: viene acceso il registratore e ascoltiamo…)
 
S. Pietro:
 
“…ma la gioia dopo di poter dire “Signore, sì Ti amo, Ti amo, Tu lo sai che Ti amo!” e questo fu la mia consacrazione veramente… al mio Gesù; al mio Gesù che io amavo più di ogni altra creatura su questa terra, ma che ancora non sapevo definire… troppo umano… Ma Gesù mi abbracciò, mi consolò quando apparve dopo la Sua Risurrezione… mi disse “Pasci, pasci la Mia Chiesa…!” e lì, da quel momento fu un tripudio della mia gioia perché il Signore mi aveva completamente perdonato!
 
Vi dico fratelli, sorelle: non vi allontanate da Gesù anche se per troppa umanità, troppa pesantezza della vostra umanità dovete sbagliare il percorso della vita, Gesù è sempre davanti a voi, è sempre davanti a voi, vi tende le Mani e vi dice “Vieni, vieni da Me, Io ti perdono… vieni, non ti scoraggiare!... Vedi, anch’Io sono caduto, eppure Mi sono rialzato… Vieni, non temere, basta che tu Mi dica: Gesù Ti amo!… il Mio Cuore si gonfia d’Amore per te!!!”.
 
E’ quello che il Mio Signore mi fece sentire, palpare con tutta l’immensità della Sua Divina Presenza, che aveva permesso il mio errore per poter capire i miei fratelli che sarebbero venuti a me… e perdonare, perdonare sempre. Infatti in una delle nostre “discussioni” domandammo a Gesù “Gesù, ma allora quante volte dobbiamo perdonare ad un fratello che ha sbagliato? 7 volte?”… “NO” - disse Gesù – “non 7 volte, 70 volte 7!”. E’ un immensità di volte, è un numero così, ma Gesù voleva dire “PERDONARE SEMPRE!!”.
 
Aprire il cuore ai fratelli, specialmente quelli che più peccano… e Gesù ci diceva sempre “Tu non sai perché quel tuo fratello ha peccato e quindi non puoi giudicare… tu devi solo “giudicare” il suo pentimento, se è sincero. Se il suo pentimento è sincero perdona, perdona sempre, e anche se il suo pentimento non è sincero perdona comunque, perché con la misura con cui perdonate sarete perdonati, con la misura con cui giudicherete sarete giudicati!”. E allora io Pietro, povera creatura voluta da Dio, il Figlio di Dio, come Suo successore nella Chiesa nascente, cosa dovevo essere, più del mio Maestro? No… imparai veramente ad amare!
 
E questo Gesù ci chiede, ha sempre chiesto questo e ha detto e ha predicato sempre questo: l’AMORE, l’amore vero, l’amore sostanziale, l’amore che viene dal Padre, dal Figlio, dallo Spirito Santo, che ci è stato insegnato dalla Vergine, la Madre SS. del nostro Gesù, del nostro Maestro, Lei stessa Maestra nostra dopo che Gesù se ne è andato!
 
Lei è stata veramente la nostra Maestra in tutta la nostra vita… Fino a che Lei è stata con noi ci ha insegnato; e chi meglio di Lei poteva farci capire veramente il senso delle Scritture, il senso della Volontà del Padre, la Verità Vera di ciò che Gesù ci aveva fatto vedere, palpare con mano, assistere… e noi stessi abbiamo fatto in Nome Suo tante cose… E allora, questo io oggi, in questo giorno a me dedicato, voglio dirvi: fratelli, non c’è amore più grande di quello di dare la propria vita per un fratello; ma sì, si può arrivare a dare la vita proprio nel modo concreto, ma dare la vita è anche dedicarsi completamente a un proprio fratello che soffre, che ha bisogno di una parola, che ha bisogno d’aiuto, che ha bisogno di sentire parlare del Signore…
 
Noi L’abbiamo conosciuto, abbiamo vissuto con Lui e noi ci sentiamo veramente… stati scelti in maniera eccezionale; ma voi, voi che fate le opere del Signore, in Nome del Signore veramente con il cuore, con l’anima, con l’Amore che Gesù ci ha insegnato, pur non avendo visto… ma avete creduto alla Sua Parola e alla nostra parola… ecco che vi dico: AMATE, AMATE, AMATE, AMATE…!
 
Ora, proprio per amore di Gesù vi chiedo di fare un piccolo sacrificio nei giorni che verranno, un piccolo sacrificio per amore di Gesù: frenate la lingua… guardate con gli Occhi di Gesù, ascoltate la Parola di Gesù e mettetela in pratica!!
 
Ecco, questo è quello che vi chiedo; siate veramente amorosi con i vostri fratelli, ed io insieme a voi intercedo verso Gesù, mio Maestro, verso la Madre SS., nostra grande e sapiente Maestra, la nostra Avvocata nel Paradiso!!!
 
Ecco, questo esercizio che farà veramente accrescere il vostro amore nel Signore nostro Gesù Cristo!
 
Padre Nostro…”
 
(Si interrompe la catechesi e M… dice la sua soddisfazione per questo intervento sorprendente di S. Pietro e dice le sue ragioni.)
 
Si riprende con altro interlocutore importante… S. Paolo:
 
“Ecco che accanto al mio compagno io vi saluto sorelle di fede… io accecato nella mia malvagità, ma divenuto l’Apostolo dell’Amore…
 
Gesù ha preso tutto di me e mi ha fatto parola della Sua Parola...
 
Io ho ucciso… ho ucciso perché credevo che fosse giusto… ma il Signore mi convertì, mi convertì in una maniera estrema!
 
Mi prostrai a terra accecato… non vedevo più… sentii la Voce di Gesù che mi diceva “Saulo, Saulo… perché Mi perseguiti?” - ed io - “Chi sei TU SIGNORE?” - “IO SONO QUEL GESU’ DI NAZARETH CHE TU PERSEGUITI!!”
 
Oh Signore, ero cieco sì è vero, ma mi si incominciarono a aprire gli occhi, gli occhi alla Fede, gli occhi all’Amore, gli occhi alla Misericordia del Signore!
 
Ecco, tutto, tutto aveva preso di me il Signore… aveva permesso tanti errori, ma furono per testimoniare l’Amore Infinito del Signore sulle Sue creature!
 
Beato, beato chi per amore e con amore vive nella Vita di Gesù… ed io questo ho fatto… Io non ero più Saulo che viveva, ma era PAOLO rinato alla Vita dalla morte dell’anima!!
 
Ero rinato, ero rinato perché Gesù mi istruì per mezzo di un Suo discepolo; riebbi la vista, riebbi la parola, riebbi… ebbi il Paradiso!!!
 
Non c’è stata persecuzione che io abbia subito che mi abbia fatto tornare indietro dalla mia convinzione che GESU’ era il CRISTO, che Gesù era la PAROLA DEL PADRE, che Gesù era la VIA, LA VERITA’, LA VITA che ci conduce al PARADISO!!!
 
Fratelli, ecco quale è il nostro compito noi che crediamo e diciamo di appartenere al Signore come vi ha detto Pietro… siate veramente membra vive del Corpo di Cristo! Siate veramente quei “fiori” che annaffiati appena della Parola sbocciano e non si fermano più e continuano a parlare di Gesù, del Suo Amore, della Sua Misericordia!!
 
Essere veramente veritieri, non parlare a vuoto, ma parlare ed agire… cioè: non dovete parlare e poi voltare le spalle al Signore… peggio per voi, non sia mai nei vostri cuori questa doppiezza… mai! Piuttosto state in silenzio, piuttosto nascondetevi, anche se nulla è nascosto al Signore… anche nel più profondo degli abissi il Signore ci vede, vede tutte le nostre opere, tutte le nostre azioni, conosce ogni minima parola, ogni minimo pensiero del nostro essere… quindi ci nascondiamo a noi stessi ma non a Dio!
 
Perciò vi dico: fratelli, sorelle, amate Dio e fateLo amare, amate Gesù che tanto ci ama, che tanto ci ha amato, che continua ad amare voi, creature che rinnegate ancora la Sua Maestà Divina!!
 
Io voglio farvi sentire dentro i vostri cuori come dardi pungenti l’Amore di Gesù; l’Amore di Gesù è nelle minime cose, in ogni parola che noi diciamo per Amore Suo e in ogni parola che esce dal nostro cuore veramente con animo puro, con animo d’amore… ecco questo è il “premio” del Signore.
 
Il Signore è il nostro Pastore, se siamo con Lui non manchiamo di niente, abbiamo tutto ciò che ci necessita; tutto ciò di cui abbiamo bisogno il Signore ce lo dona… non abbiamo bisogno di chiederglieLo, Lui lo sa, ma ce lo dà solo se noi siamo “VERI”!
 
Ecco, essere “veri” è trasparire dal nostro viso, dai nostro cuore, dai nostri occhi veramente la gioia della Parola di Dio!! La Parola che, prima ascoltata, poi vissuta, poi… “masticata” veramente come si mastica un pezzo di pane… deve essere masticata bene perché non debba venire fuori il dubbio di una frase… non c’è dubbi:
 
GESU’ E’ VERO!
 
E’ “STATO” VERO!
 
E’ VERO E SARA’ SEMPRE VERO!!!
 
Gesù ci dà la Vita, ce la dà in abbondanza, ci dà la Sua Misericordia Infinita, ci dà il Suo Amore e la Sua Pace che non ha limiti!
 
ESSERE MESSAGGERI DELLA PAROLA DI CRISTO; Parola Vera, Parola che incide tutta la nostra vita, Parola che deve essere qui scritta (indica il cuore e la mente) come fuoco ardente che brucia e ci dà la pienezza della “Sapienza” di Dio, la Sapienza dell’Amore, la Sapienza che non muta mai… è sempre uguale… sicura!
 
Io ho testimoniato questo e non mi sono mai inorgoglito perché chi si inorgoglisce dei Doni di Dio ha già perso il Dono ricevuto. Tutto ciò che il Signore mi ha dato io l’ho RI-DONATO! E così dovete fare voi: avete ascoltato la Parola del Signore… ridonatela con gioia, con fervore, con felicità… quello che facevo io; vi derideranno? Non importa… non importa… l’essenziale è che voi la doniate...
 
Non vi vantate se riuscite a convertire: non è vostro il merito come non lo era il mio, perché era il Signore che agiva in me… e così deve fare e così farà… il Signore è con voi!!
 
Allora… a Lui la Gloria, l’Amore, la Potenza, l’Amore che in tutti voi agisca come ha agito in me e mi ha portato ad essere l’Apostolo delle genti!!
 
Siate anche voi apostoli delle genti… oggi c’è ne è veramente tanto bisogno, molto bisogno… Ricordatevi: più c’è, come si suol dire, “il benestare”, meno c’è Dio con noi; e allora ricordatevi sempre: l’umiltà, la povertà di spirito, l’obbedienza, la docilità, la pazienza, l’amore, la delicatezza… la PAZIENZA!
 
Voi seminate, Gesù raccoglie… voi parlate e non siete voi a parlare; invocate lo Spirito di Dio che parlerà per voi e allora sarete veramente testimoni della Fede di Gesù e della vostra appartenenza al Cielo… al Cielo Santo di Dio dove, quando la vostra vita l’avrete vissuta nel bene operare, verrà Gesù e la Madre a chiamarvi e a portarvi con Loro nel Paradiso come è successo a me e a tutti i miei fratelli di fede!!!
 
SIA LODATO GESU’ CRISTO!!!” (L’assemblea risponde “Sempre sia lodato!”)
 
(M… ringrazia a nome di tutti il Signore e gli Apostoli che ci hanno catechizzato… Dopo di lei anche E… e L… ringraziano per il Dono di questa sera con Pietro e Paolo… Ognuno fa la propria testimonianza di fede e di preghiera per la conversione propria e di tutti i fratelli lontani dalle fede e dall’Amore di Dio, vengono affidati tutti i fratelli, i sofferenti, i bambini violentati, abortiti, molestati… M... conferma l’importanza per lei di questi cenacoli perché la fanno crescere nella comprensione della Volontà del Padre… poi anche A.. fa la sua testimonianza e ringrazia il Signore per averci fatto conoscere la Beata Mariam che abbiamo pregato molto per la salute dei bimbi che ci erano stati affidati nella preghiera… ringrazia per il suo lavoro e la sua famiglia, dei componenti del cenacolo e tutti i fratelli di tutto il mondo.
 
La preghiera continua con la Consacrazione di tutti i componenti del cenacolo al Cuore Immacolato di Maria e al Sacro Cuore di Gesù e al Suo Preziosissimo Sangue.)
 
PREGHIERA DI CONSACRAZIONE:
 
Io consacro a Te o Mamma e a Te Gesù Cristo la mia persona, la mia famiglia, i miei parenti, coloro che Ti perseguitano, coloro che non Ti amano, i nostri figli, quelli che abbiamo perduto e quelli che si perdono nella droga, nell’alcool, nella prostituzione, nella delinquenza, nel sesso, nei vizi di tutto il mondo.
 
Madre Santa noi vogliamo essere veramente figli Tuoi, vogliamo essere come il Signore ci vuole, perciò Ti chiediamo Madre: formaci un altro Gesù e fa che non Vi lasciamo più!
 
Ti consacriamo anche tutta la terra, tutti gli uomini, tutta la natura scombussolata… Maria, Madre del Verbo Incarnato e Madre nostra dolcissima, tutto affidiamo a Te, lasciamo tutto nel Tuo Cuore e non ci pensiamo più!
 
Grazie Maria, grazie Gesù, fateci Vostri servi per il Paradiso… grazie… Amen.
 
(L’assemblea ha ripetuto tutta la preghiera.)
(Viene invocato lo Spirito Santo: Vieni Spirito Santo, manda a noi dal Cielo un raggio della Tua Luce…
Poi in successione il Salmo “Signore ascolta chi l’invoca…”, il Salmo 36 “Quanto è preziosa la Tua Grazia o Dio, Ti ringraziano gli uomini all’ombra delle Tue ali…”
Poi dal Vangelo di Luca Cap.20 viene meditato il testo… con l’intenzione di attuarlo nella nostra vita.
Vengono poi fatte preghiere per i sacerdoti e per il loro ministero affinché siano testimoni veri della Parola e successivamente altre preghiere, quindi viene ancora letto un brano del Vecchio Testamento… Mentre stiamo leggendo ecco che si inserisce la “Voce” della Mamma e ci saluta così…)
 
Parla Maria SS.
 
“Saluto voi, piccolo gregge... Grazie a voi di essere qui con tanti sacrifici che voi fate per essere presenti… sarete ricompensate, sarete veramente ricompensate, e poi non vi allontanate mai da Noi, perché dovete essere quelle… quegli “echi” che portano l’amore!
 
Ecco, questa sera è già tardi, abbiamo presenziato alle vostre preghiere, abbiamo ascoltato tutte le vostre intenzioni, abbiamo benedetto tutti coloro che avete segnato nel Nostro “libro”… e quello che la Mamma vostra vi dice con tutto il Cuore: VI AMO FIGLI, VI AMO TANTO... voi amateci e fateci amare e avrete veramente il Paradiso nel vostro cuore prima ancora di “averlo” nel Cielo!
 
Ecco che Io benedicendovi e ringraziandovi ancora vi dico: alcuni di voi si allontaneranno dalla città, ma ricordatevi l’appuntamento del cenacolo. Non siete presenti fisicamente ma siate sempre uniti in preghiera; il cenacolo si interrompe per motivi vari, ma non si deve interrompere nell’etere!
 
Le vostre preghiere devono salire sempre al Cielo…”
 
Qui la Madre si rivolge ad una nuova figlia, G…
 
“G… non ti preoccupare figlia Mia, sii serena, vai avanti, la tua vita migliorerà, ma devi aprire il tuo cuore… aprilo all’Amore del Padre, all’Amore del Figlio e al Mio Amore; lo Spirito Santo ti illuminerà la strada, basta che tu gli dia spazio… capito figlia Mia? ”
 
Poi Si rivolge a tutti noi…
 
“...e tutte voi figlie… abbiate fiducia, fede, confidate sempre, confidate sempre contro ogni avversità… sappiate che Noi siamo SEMPRE presenti, non vi abbandoniamo mai!
 
Figlie Mie, come potere dimenticare coloro che si uniscono rinunciando a tante cose per pregare insieme a Noi… non possiamo assolutamente! Quindi siate serene, vivete la vostra vita tutti i giorni e tutti i giorni benedite il Signore che vi ha dato da vivere per migliorarvi, per convertirvi, per convertire, per pregare… per essere felici nella felicità di Gesù e della Mamma Sua!
 
Ecco che terminando qui la preghiera, invoco dal Padre, dal Figlio e dallo Spirito Santo la Benedizione su tutti voi, sulle vostre case, sulle vostre famiglie, su tutti coloro che portate nel cuore, tutti coloro che avete portato stasera nelle vostre preghiere e tutti coloro che incontrerete domani e tutti i giorni della vostra vita!
 
Ave Maria… Padre Nostro… Gloria al Padre…
 
Ed Io come Madre vostra, di Gesù, vi do la Mia Santa Benedizione nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo… Amen.”
 
(Qui la Madre fa il Segno della Croce sull’assemblea e se ne va…
Viene pregato il Padre Nostro, l’Ave Maria e il Gloria al Padre a lode della SS. TRINITA’ e di Maria SS.)
29.06.2006 (Termina l’incontro alle 23.30 circa.)