Skip to main content

Messaggio n. 135

Posted in

COME LE FOGLIE - (N. 135)

“Come foglie morte sono le vostre vite staccatesi dal ceppo e come inaridite della linfa vitale cadono e trasportate da violenti folate dei venti, si perdono e si disperdono!!
L’Albero Maestro, invano cerca di trattenerle, Si piega, Si distorce, Si irrigidisce cercando di portare con questo la Vita, donando tutta la Sua Linfa… combattendo con i venti avversari, niente… tutto inutile… le foglie ingialliscono, perdono vigore, si staccano e rotolano via… correndo incontro alle follie dei venti…
Si rincorrono tra loro, cercando di superarsi, si sovrappongono, si ammucchiano,si nascondono poi, portate dal vento, negli angoli oscuri del mondo stanche di essere trascinate di qua e di là, cercano riparo… non vogliono più assoggettarsi al vortice violento in cui sono state portate…
Alcune si innalzano e si posano fortunosamente in luogo sicuro, finiscono poi addormentate, dimenticate, ma felici di non far più parte della maggioranza dispersa… e acquietatesi ritornano alla vitasul terreno accogliente, riprende linfa e vigore per tornare a stagione nuova… alla vita rinnovata!!!
Povere sorelle, dice tra sé, che non hanno avuto la fortuna mia e sono ancora perse e disperse, aggredite e straziate da tutte le intemperie del mondo, ma non riescono a staccarsi e finiscono nei posti più bui e oscuri, dove non trovano linfa né vita e muoiono!!!”
.2° parte
“Questo è l’effetto del vostro vivere e del vostro esistere, il valore del Dono della vita è ottenebrato dai violenti mulinelli delle tempeste che si abbattono su voi figli, e come ciechi e storpi, vi accasciate e vi distruggete, non riuscite a vedere la “Luce”. Quella del Padre che vi manda Segni per farvi vedere e camminare nella Sua Luce, ma siete sbadati e “DORMITE” come la cinque vergini della Stanza Nuziale!!
Non così voglio che voi siate, ma attenti, forti, svegli e svelti nel cammino verso quella Stanza dove IO VI ATTENDO... E FESTEGGIARE IL VOSTRO ARRIVO!!!
IL VOSTRO CORRERE E RINCORRERVI SIA PER POTER ARRIVARE PIU’ SOLLECITAMENTE A ME!!
FATEVI GUIDARE DAL SOFFIO DELLA BREZZA DEL MIO SANTO SPIRITO; I VOSTRI MULINELLI SIANO I DISEGNI FORMATI DALLE VOSTRE VIRTU’ CHE A COMPETIZIONE DELLE VIOLENTE FOLATE DEL MALE, DISTRUGGANO LE LORO SUGGESTIONI, E, NELLA “MORTE” AD ESSA, VI PORTINO LA LINFA VITALE DEL MIO AMORE!!!
FATEVI AMARE E ISPIRARE AMORE E SAGGEZZA DAL VOSTRO…
GESU’ il Soffio della Vita”
 
30/31.01.2003 (Iniziato alla chiesa del Suffragio, terminato il giorno dopo alla Messa di San Giovanni
Bosco nella chiesa della Sacra Famiglia.)