Skip to main content

Messaggio n. 145

Posted in

LA CONSOLAZIONE - (N. 145)

Dice Gesù:
“a tutti i Miei figli nel dolore, dove una perdita improvvisa ha suscitato lagrime e tristezza…
Piangete per la scomparsa dei vostri cari, ma non vi attaccate al pensiero che esso non sarà più a stretto contatto con voi…
Anche IO piansi per il Mio amico Lazzaro, ma la gioia della sua “Risurrezione”, fu gioia grande per Me e per tutti coloro che lo amavano!!!
Mia Madre pianse prima la perdita dell’amato Suo sposo Giuseppe, ma quando Si congiunse con Me nelle Celesti Dimore esultò di gioia nel ritrovarlo nella Gloria del Padre!!
Quando fui crocefisso, sepolto… Mia Madre pianse le più grandi Lagrime di dolore che mai essere umano proverà sulla terra, perché Le avevano ucciso il Figlio e con la Mia Morte rimaneva “sola” nel mondo!!!
Quanto dolore, ma quanta FEDE E FIDUCIA NEL DIO D’AMORE… accettazione, dolore, “SOLITUDINE”, ma certezza che Mi avrebbe presto tenuto tra le Sue Braccia Sante, quando la Gloria del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo Suo Eterno Sposo, L’avrebbero accolta nella Gloria del Paradiso!!!
Figli, voi vivete come se foste eterni sulla terra e vi attaccate in modo morboso alle cose caduche che esso vi dà e non vi elevate più alti di essa, ma ancora vi dico… le cose che più contano sono nel Cielo e nelle Mie Dimore, è lì che ritroverete gli affetti e le “COSE VERE, e lì che dovete porre il vostro cuore, perché solo lì troverete l’Eternità della F E L I C I T A’ V E R A E L A V E R A V I T A!!!
Vi amo figlie, se anche nel dolore, dateMi il vostro cuore… e l’anima anelante il Mio S U C C O V I T A L E vi darà la completezza e l’assoluta essenza e la LINFA PURISSIMA DEL DIVINO AMORE!!!”
GESU’ EUCARISTICO Pane di Vita
 
20.02.2003 (Scritto alla chiesa del Suffragio durante l’esposizione di Gesù Eucaristia)