Skip to main content

Messaggio n. 83

Posted in

CHI E’ DIO?  -  (N. 83)

“Quando pensi a Dio quale definizione dai a te stesso e agli altri di chi ESSO SIA?

Se sei fuori dalla Religione Cristiana Cattolica, ne dai sicuramente una definizione astratta di qualcosa che non c’è, non potendo vedere, né toccare, né sentire… quindi inesistente.

Oppure ne parli con scetticismo e lo definisci uno spirito di cui la mente umana si fa scudo quando non sa spiegarsi gli avvenimenti della storia dei tempi.

Oppure, come qualcosa di cui potersi divertire, deridendoLo, beffeggiandoLo, bestemmiandoLo, prendersi gioco di chi nella propria esistenza si affida a Lui, confida in Lui, vive per Lui e in Lui.

Eppure tutti, indistintamente, in ogni attimo della propria esistenza, anche inconsciamente, ha sulle labbra questo GRANDE NOME… D I O !

Dio E’ l’Essere increato che ha creato;

L’ESSENZA DELLO SPIRITO:

LA PERFEZIONE, L’ASSOLUTO

COLUI CHE E’ DA SEMPRE

>>>>>>>> D  I  O <<<<<<<<

06.05.1991

01.03.1992 (Seconda parte iniziata dieci mesi dopo alle 3.45 del mattino)

D I O

DOMINATORE IRRAGIUNGIBILE

ONNIPOTENTE

ONNISCENTE

ONNIPRESENTE

Dominatore amoroso, attento alle esigenze e al comportamento del Suo popolo che Egli Stesso ha creato!

Irraggiungibile in Sapienza, Perfezione, Amore, Bontà e Bellezza!

Onnipotente, poiché tutto Lui può fare, tutto può dare, tutto può in ogni senso, in tutto e per tutto

Onnisciente, perché Lui E’ dappertutto e sa tutto di tutti e di tutto!

Onnipresente, perché essendo sempre con noi, in tutti noi, nessuno escluso, anche se tu sei lontano da Lui:

LUI VEDE, LUI SA. LUI E’ PRESENTE!

Dio, pur dominando sulle Sue creature, le lascia libere di agire secondo la propria volontà, perché così è sempre stato fino dall’Inizio dei Tempi.

Dio, dal Suo altissimo Trono Celeste, ci osserva, ci comanda sì, ma non come un despota, ma come un Padre paziente che non aspetta altro che i Suoi figli negligenti si affrettino a chiedere aiuto… subito pronto a perdonare, ad essere indulgente, ad ammonire, ma ad accogliere con Amore tutti, perché è soltanto questo che Lui desidera da noi tutti, senza distinzione di lingua, razza e rango sociale!

Dio sì è irraggiungibile, ma non nel senso specifico della parola intesa come tale; ma solo perché Lui è la Perfezione e l’Assoluto in Sapienza, perché dalla Sua Sapienza è scaturito tutto ciò che esiste, sia nel creato, sia in quello che ci è “ignoto” qui sulla terra; ma proprio perché è irraggiungibile per l’essere umano eguagliare la Sapienza, la Bontà, l’Intelletto di chi ci ha creato, Egli attraverso la SUA PAROLA ci ha dato delle “regole di vita” che sono poi il segreto per raggiungere quella Perfezione che Dio ci chiede, per poterci avvicinare a Lui ed essere simili a Lui!

Essere simili a Lui non significa assomigliarGli fisicamente, perché nessuno mai Lo ha visto, ma sentito solo la Sua potente Voce.

Significa avvicinarsi alla Sua Sapienza, alla Sua Intelligenza, alla Sua Bontà solo sentendo e applicando letteralmente le Tavole della Sua Legge.

Le Tavole della Sua Legge non sono altro che i 10 COMANDAMENTI che Dio sul Monte Sinai diede a Mosè, nostro Patriarca e osservatore primario delle Leggi Divine.

Dio ci ha dato queste Regole di vita, non perché ci sentissimo schiavi, ma proprio perché attraverso questi Comandamenti potessimo capire meglio come potevamo raggiungere la più alta Perfezione nella “somiglianza e immagine” di LUI, L’ALTISSIMO!

Ma l’uomo crebbe sì in Sapienza e Intelligenza, ma non certo in Bontà, né in Misericordia; anzi la Sapienza si mutò in superbia, la Bontà in cattiveria, la Misericordia in schiavitù, e chi voleva imporre la propria superiorità, opprimeva il popolo di DIO con le proprie angherie, velate da dottrine elaborate su misura per chi era potente come: sadducei, sacerdoti, scribi e farisei che travisavano le Tavole della Legge e opprimevano il popolo!

Erano così sicuri di essere nel giusto che non sentivano più i richiami di Dio: QUEL DIO CHE TUTTO VEDE, TUTTO SA, E CHE A TUTTO PROVVEDE…

Decise ormai che era tempo che il mondo capisse e seguisse i Suoi Comandamenti non con timore, ma con Amore e nella Serenità di spirito.

Dio non voleva e non vuole uno stuolo di paurosi al Suo cospetto, ma una moltitudine di adoratori amorosi e raggianti di gioia nell’Amore del suo DIO.

Allora, proprio per questo decise di “INCARNARSI E FARSI UOMO”; non più VERBO (cioè SAPIENZA DELLA PAROLA), ma U O M O.

NON PIU’ SPIRITO, MA VIVENTE, FATTO DI CARNE E OSSA COME NOI.

NON PIU’ DIO ASTRATTO E LONTANO, MA DIO-UOMO, VIVENTE E UMANO COME QUALSIASI CREATURA CREATA… E NON ASTRATTO!

In tutto Dio Si è fatto Uomo e che UOMO!… Solo in una cosa non ha mortificato il Suo Spirito: nella Purezza e nel peccato!

Dio quindi, Si è mosso a compassione di questo popolo di disadattati, di paurosi, di atei, di idolatri, di confusi, proprio perché il Suo popolo riuscisse a comprendere tramite LA PAROLA VIVENTE :

IL FIGLIO SUO GESU’

come doveva essere vissuta la nostra vita terrena e come doveva essere interpretata la Sacra Scrittura.

Solo con Gesù in mezzo a noi Dio Padre ci ha dimostrato cosa significa essere stati creati a Sua IMMAGINE E SOMIGLIANZA.

>>>>>>>>>>>>>> Fine seconda parte >>>>>>>>>>>

05.08.1992 (Terza parte iniziata dopo altri cinque mesi)

“OH DIO MERAVIGLIOSO

ESSENZA DELLA VITA

ETERNITA’ NEL PIU’ GRANDE MISTERO DELL’UOMO!

Com’è possibile per te uomo non rilevare, nel solo pronunciare questo Nome, la Grandezza e la Potenza che scaturisce in te la certezza dell’ASSOLUTO in cui ti puoi immergere per trovare la pienezza della Felicità…….

Guardati intorno, scruta e osserva meditando:

CHI HA FATTO TUTTO CIO’ CHE VI CIRCONDA?

CHI HA POTUTO CREARE CON SIMILE PERFEZIONE

E ARMONIA PERFETTA CIO’ CHE TU UOMO GODI E

SOTTOMETTI AL TUO DOMINIO?

CHI PUO’ AVER AVUTO TANTO AMORE PER TE

CHE NON HAI MERITI… DA DONARTI TUTTO CIO?

CHI? A QUALE SCOPO? PERCHE’?

Quante volte hai nell’ammirare, nell’osservare, nell’usufruire tutto questo, alzato gli occhi al cielo e ringraziato DIO di tanta Benevolenza?

Quante volte hai, nel distruggere e nell’approfittare di ciò che ti è stato donato, pensato che Dio ti ha dato tutto ciò per goderne sì i benefici, ma anche di salvaguardare con Amore ciò che con Amore ti è stato donato?…

…MOLTO POCO, perché tu credi che tutto ti è dovuto..!

Povero, sciocco uomo, quanto poco e male hai compreso il valore dell’AMORE, del DIRITTO e del DOVERE che ti spetta su questa misera terra, sulla quale tu credi che “bisogna soddisfare in tutto le proprie aspettative e i tuoi desideri”!

Dio ci ha creati in corpo e anima, perché non più spiriti potessimo godere le meraviglie del creato e di quanto per Sua Grazia popola l’Universo.

DIO ci ha creato, ed ha creato ciò che possediamo, per poter dividere la felicità, l’ebbrezza di amare e di sentirsi amati!

Nello stesso modo ci ha fatti liberi nelle scelte, nella volontà, nell’amare!

Dio ci chiede solo un po’ d’Amore; ci chiede di non abbandonarLo, e quando noi rispondiamo sì al Suo richiamo e ci doniamo a Lui… ci schiavizza, ma la Sua non è schiavitù che deprime, ma bensì d’Amore, di Dolcezza, e di Frutti dolcissimi di cui si premura di ricolmarci se solo accettiamo ed ascoltiamo la Sua Voce e i Suoi Comandi!

Quante volte ci sentiamo soffocare e sommersi da strane sensazioni che ad un primo e sommario esame non sappiamo definire, ma se appena la morsa di queste sensazioni si allenta invochiamo Dio, tutto ci è chiaro perché la risposta è lì a portata di mano e nel nostro cuore, perché tutto abbiamo accettato con Amore di quel Dio che non vedi perché LUCE E SPIRITO D’AMORE, MA CHE TUTTO DI LUI vedi e senti se in Lui, per Lui e in Lui vivi, NASCENDO, CRESCENDO E IMMERGENDOTI nella Sua Volontà, nel Suo Amore e nel “SUO MISTERIOSO ESISTERE” in noi, in ciò che tocchiamo, sentiamo, vediamo!                               

TUTTO E IN TUTTO E’ DIO, E DIO E’ DAPPERTUTTO; BASTA CHE LO AMI CON TUTTO TE STESSO, AVENDO QUELLA DELICATEZZA E QUELLA SICUREZZA DELLA SUA ESISTENZA, CHE ANCHE SE LA MINIMA INCERTEZZA, DEBOLEZZA E IMPERFEZIONE COLMERA’ LA TUA VITA TERRENA, SARA’ RIEMPITA E PURIFICATA DALLA IRREMOVIBILE FEDE, NELLA CERTEZZA CHE

LUI E’, C’E’ E CI SARA’ SEMPRE PER L’ETERNITA’!!!

Ricordalo e sempre quando i dubbi e le delusioni di questo esilio, che è la terra, ti verranno incontro; ripeti a te stesso e al mondo intero:

Non ho paura di affrontare le prove che devo superare perché con me c’è DIO, Lui è Onnipotente e Onnisciente e Onnipresente; sa quanto posso dare, vede la volontà di fare, è presente in tutte le mie azioni, mi ama e non mi abbandona mai: quindi c’è sempre ed io Lo amo!

AmaLo e non imprecare.

AmaLo e non bestemmiare.

AmaLo e non deriderLo.

AMA… AMA… AMA... con tutto te stesso, con tutta la tua anima, con tutto il tuo cuore, chiamaLo in tuo aiuto, invocaLo nelle tue decisioni, ringraziaLo in ogni istante della tua vita, adoraLo in tutte le Sue creature, in tutto il creato e in tutte le Sue manifestazioni.

AscoltaLo nell’intimo del tuo cuore e segui i Suoi insegnamenti.

AmaLo e adoraLo in Gesù, perché attraverso Lui, purificato dalla Sua Divinità e dalla Sua PERFEZIONE, farai breccia in quell’IMMENSITA’ D’AMORE CHE E’ LA NUOVA GERUSALEMME... E IL REGNO DI DIO!”

05.08.1992