Skip to main content

Messaggio n. 174

L’ANIMA E IL CUORE - (N. 174)

Fratelli tutti in Cristo Gesù, morto e risorto per Amore di tutti; voglio ricordarvi che le cose che più aggradano al nostro amatissimo Signore Gesù sono l’anima e il cuore; niente altro serve alla nostra umanità da essere presentato al cospetto del nostro Dio.
Non il corpo, che alla fine del tempo di permanenza sulla terra non si innalza verso il Cielo; ma esso deterioratosi ritorna alla terra come da terra è stato creato dal Soffio di Dio!!
Non la bellezza, che sfiorisce e niente rimane se non il ricordo dei tempi passati!
Non l’intelligenza, che se non è coltivata dal Divin Creatore a nulla serve se non a farci pregni del proprio “io” a scapito dell’Umiltà e della Carità che sono le doti più importanti e gradite al Signore!
Non la sapienza, che se è dettata dal nostro orgoglio si disperde nelle radure sconfinate dell’aridità e della disconoscenza del datore primario di questo Dono!
Non la favella, se pur sciolta e ben condita se non è segnata dal passaggio dell’Amore da Dio e della Sua Bontà Misericordiosa!
Non tutti i beni, materiali temporali e spirituali, se non sono conditi con il SALE DEL SIGNORE!!
Neanche tutti i carismi che possiamo ricevere se questi non sono accompagnati e tenuti strettamente legati al Dio che tutto elargisce gratuitamente e senza sosta alle Sue creature!
Ciò che deve essere in primario e stabile equilibrio sono il cuore e l’anima!
L’anima è colei che donataci al momento del concepimento deve essere mantenuta monda, libera dal peccato, pura nei sentimenti, nelle opere, nelle azioni e costantemente alla presenza del Creatore UNICO E UNIVERSALE: DIO PADRE!
E chi è, e qual è il motore di tutto questo? IL NOSTRO CUORE!
Da esso esce tutto ciò che è buono, Santo e Santificante.
Da esso esce tutto ciò che ci danna e ci condanna!!
Da esso conosciamo se apparteniamo a Dio o al “contrario”, al distruttore, all’oppositore malvagio e ribelle assassino dell’anima e dell’uomo!
Se il cuore non è in pace con il Signore non è in pace con sé stesso né con gli altri, e questo stato di disordine danneggia l’anima e la rende inquieta… e finisce con l’opporsi alle Leggi che Dio ci ha dato e che dovrebbero essere scolpite a caratteri indelebili nella nostra anima, nella nostra mente e nel nostro cuore!
Tutto ci sta “stretto” e ci ribelliamo, non “udiamo”, siamo disattenti e incongruenti… e la nostra vita si trascina nell’incertezza della VERITA’ RIVELATA DAL FIGLIO DIVINO e mettiamo in dubbio perfino l’esistenza donataci ché diventa una domanda continua del “perché questa vita”?
Ci mettiamo sempre in discussione con Dio e pretendiamo che Esso ci preservi sempre da tutto ciò che non ci aggrada… e se ciò non viene concesso diventiamo cattivi… e il nostro cuore trabocca di astio riducendo così la nostra anima simile ad uno straccio liso, consunto e orripilante, così che non ci viene più il desiderio di considerarsi OPERA DI DIO!!
ATTENZIONE FRATELLI…
…io ve lo dico come uno che prima era l’obbrobrio di Dio, ma che per Grazia di Gesù Salvatore, senza nessun merito personale, è divenuto “stendardo” visibile a tutti della Conversione totale alla Divina Maestà!
Io Paolo vi scongiuro nel Nome di Colui che ha salvato l’umanità con l’Amore Assoluto che solo un Dio sa dare, di curare incessantemente l’anima e il cuore e Egli vi aiuterà con la Bontà infinita e ripristinerà ciò che non è sano… e lo libererà dalle scorie della malvagità e del disamore e vi renderà luminosi come lampada appena accesa e splendente nell’universale Paradiso, destinato ai cultori dell’Amore di Dio per voi!!
Io ve lo dico senza tema di essere smentito, poiché io ho ricevuto tale trattamento dal Maestro Divino!
Vi supplico, fate agire il Signore Onnipotente sui vostri cuori e nelle vostre anime e il cammino sarà agevole e nell’Amore costante di Gesù Redentore… E vi dico che vi attenderò alle porte del Paradiso insieme a Pietro, primo Pastore dopo Cristo.”
Paolo Apostolo di GESU’
 
28.05.2003 (Scritto alle 15.00 durante la pausa di lavoro.)