Skip to main content

Messaggio n. 176 e 177

LA NOTTE DELLE TENEBRE - (N. 176)

“L’imbrunire si affaccia all’orizzonte, la stanza è preparata per la Cena del Signore… l’ultima in cui il Maestro farà con noi!
Tutto è pronto, i commensali entrano dopo i doveri di rito e si siedono… La gioia traspare dai loro volti, sono tutti riuniti insieme al Figlio dell’Uomo, tutti assaporano il piacere più intimo di condividere la Pasqua con Lui e attendono con ansia che Egli parli ancora… inconsapevoli che la Notte più lunga di tutti i tempi stava giungendo al suo compimento.
Gesù è di una bellezza indicibile, il pallore del Suo Volto è tale da sembrare alabastro rifulgente l’interiore tristezza… Lui solo sa e il Cuore Divino gonfio di dolore si appresta a donare con ultimo gesto la Sua Vita istituendo il Sacramento più misterioso e UNICO che un Dio può escogitare per essere sempre in mezzo ai Suoi “amici”: la SS. EUCARISTIA, Dono sublime di UNIONE E SALVEZZA!
I commensali conversano tra loro, discutono degli avvenimenti accadutogli nei giorni passati, le gioie, i dolori, le guarigioni, le conversioni, le liberazioni che nel Nome del Maestro Divino avevano compiuto… e tanti altri fatti anche dolorosi… e non si avvedevano del dolore interiore del loro Gesù!… troppo presi dal mondo e poco spirituali… ancora acerbi e ottusi alle Parole sentite tante volte da Gesù in preparazione del momento attuale!!
Ad un tratto il Maestro parla… tutti si zittiscono ed ascoltano… ed osservano ciò che Gesù sta dicendo e facendo… ma ancora non capiscono interamente l’istituzione del Sacramento Eucaristico.
Egli parla della Sua Dipartita, delle tenebre che avvolgono la terra, del tradimento che dovrà subire… oltre a tutto l’iter della Sua Passione, Crocefissione e Morte… ancora chiusi gli Apostoli non capivano… si preoccupavano solo chi di loro avrebbe tradito il Maestro… anche dopo che Egli disse chi sarebbe stato… neanche allora compresero… solo lui il traditore si autoaccusò e se ne andò dal convitto per mettere in atto il suo orrendo misfatto!!!
Neanche il più giovane di tutti in quel momento capì, tutto preso dall’Amore per il suo Divino Maestro… e appoggiato il suo capo sul Cuore di Gesù si beò della gioia di essere amato da Lui…!!
Ma le tenebre avanzavano e il disegno tracciato si esplicava nei momenti più cruenti della storia dell’umanità!!
Dopo aver istituito l’Eucaristia, Gesù prese con sé tre dei Suoi Apostoli: Pietro Giacomo e Giovanni, l’Apostolo che Egli amava, e con loro si avviò nel Getsemani per pregare, ma Gesù Si trovò solo nel dolore, nella sofferenza e nelle tenebre… essi non seppero vegliare… troppo stanchi e poco attenti!…
Gesù, soffrì il Suo Getsemani da solo, fino a quando il Padre volle ascoltarLo inviandoGli l’Angelo a consolarLo e rinfrancare la Sua Santa Anima afflitta e oppressa dai peccati del mondo!!!
…POVERO DIO, ABBANDONATO DALLE SUE CREATURE che non hanno saputo assimilare L’AMORE IMMENSO che Esso ha profuso in quantità.
…Ecco che il traditore si avvicina… con tanta folla al seguito… e senza indugio commette il suo DEICIDIO!!!
“…Giuda, fratello Mio, così tradisci il tuo Maestro?” gli disse Gesù nella speranza del suo pentimento!!!
Niente, tutto l’inferno era con lui, in lui e agiva con lui… In quel momento l’inferno esultava per la “caduta del loro Dio!” ...lucifero aveva “vinto” l’uomo, ma non Dio, perché la Potenza del Padre era nel Figlio!!!
Ma come poteva essere vero?…
Gesù è processato, condannato, flagellato, coronato di spine, offeso, sputato, schiaffeggiato, caricato della Croce pesantissima, crocefisso e innalzato al Cielo accanto a due ladroni che ancor l’offendevano… e tutta la folla vociferante e ingiuriosa che dal basso della Croce lo bestemmiava…!
Come poteva essere vero che la Potenza del Padre era nel Figlio se Gli capitava tutto ciò?
Tu fratello mio, saresti stato capace di subire tutto ciò che Gesù ha subito in quei giorni di Passione?
Saresti stato capace di sopportare l’immenso dolore che Gesù ha sopportato sulle Sue Sante Carni senza dare un gemito di dolore?
Avresti tu sopportato tutte le offese e le calunnie e gli oltraggi senza reagire per Amore del Padre?
NO, perché l’umanità è fragile più di un vetro che appena si imbatte con qualcosa di più solido di lui si infrange e va in mille pezzi… e della sua virtuale solidità non rimane che frammenti della sua momentanea fortezza!!
Tutto ciò succede quando tale vetro non è sorretto da una Forza più potente di lui che lo protegge e lo ripara dall’evento rovinoso!!
Gesù E’ Uomo, ma E’ anche Dio, quindi la Sua Divina natura (ancora non rivelata interamente agli occhi degli uomini) è rivestita della Potente Somiglianza al Padre e con abnegazione e Volontà sovrumana tutto subisce, tutto sopporta per salvarci e redimere tutta l’umanità!
ECCO LA VITTORIA DI GESU’!
ECCO LA SONFITTA DI SATANA!
LA CROCE!!!
“QUANDO SARO’ INNALZATO DA TERRA, TUTTI ATTIRERO’ A ME E RICONOSCERANNO CHE IO SONO IL FIGLIO DI DIO!!!” così disse Gesù!
Così fu e così è sempre!!!
La notte delle tenebre squarciò il cielo… I morti in attesa di godere della Luce di Dio raggiunsero le Celesti Dimore… Gli altri raggiunsero l’inferno eterno nella notte profonda dove non vi è ritorno!!!
La terra tutta tremò, il Sangue Sacratissimo purificò il suolo dove era caduto e l’umane creature furono e sono salvate per mezzo di Esso!!
Il Sangue sparso, beneficò e accontentò il Divin Padre che accettò il Riscatto e l’Offerta del Figlio Divino, riportò rinnovata l’Alleanza tra Dio e gli uomini!!…
Questa la Storia e la Verità della notte più lunga che l’umanità ha vissuto per mezzo del Divino Agnello, che io piccolo Apostolo ho vissuto accanto al Signore mio Dio e vostro Dio che per vostra ulteriore conoscenza e memoria ho voluto raccontare, affinché non dimentichiate che per mezzo di Gesù siamo stati salvati e per mezzo di Lui andremo al Padre!!
Io sono uno di quegli Apostoli che tutto ha visto senza mai abbandonare il Maestro e che ai piedi della Croce, raccogliendo l’ultimo respiro del RE di tutti i popoli, ha meritato di avere il mandato della custodia della Madre Celeste.
Perciò, tutto ciò che vi ho detto è veritiero e non mentisco!!!
Fratelli, fate che tutto questo sia per voi pungolo per rivedere nella luce di questi fatti la vostra vita, imitando per quanto vi è possibile GESU’ SALVATORE; ciò che non riuscirete ce lo metterà Lui e voi sarete salvi.
CHE L’AMORE INFINITO DEL CRISTO SIGNORE VI INONDI L’ANIMA E IL CUORE COME LO E’ STATO PER ME!!”
L’Apostolo amato da GESU’!!!
 
03.06.2003 (Ispirazione nella chiesa del Corpus Domini davanti all’affresco della Cena del Signore, ma
scritto a casa durante la notte con inizio alle 23 e fine alle 0.31)
 
 
LA SALVEZZA - (N. 177)
 
“La Salvezza viene dal nostro Dio e dall’Agnello Immolato… solo da Esso viene tutto ciò che salva e unisce al Padre!!!
Il Sangue Preziosissimo dell’Agnello senza macchia ha salvato anticipatamente l’umanità, che redenta dal Santo Sacrificio abiteranno alla Fine dei Tempi alla presenza dell’ALTISSIMO CREATORE di tutte le cose visibili e invisibili!
Non già, però fratelli, tutto ci è dovuto e tutto possiamo fare nella nostra vita in virtù della Grazia Salvifica ottenuta in anticipo… Dio ci ha perdonati… tutti… ma Egli ha anche detto per bocca del Divin Figlio… - “CHI CREDE E FA LA VOLONTA’ DEL PADRE E’ GIA’ SALVATO… CHI NON CREDE E VIVE NELL’EMPIETA’ SARA’ CONDANNATO!”
“Chi si pentirà, avrà la Salvezza anche nell’ultimo istante della propria esistenza... ma chi non lo farà non ha speranza… andrà nella morte eterna che ha voluto prepararsi!!!”
Fratelli, se abbiamo demeritato la Grazia che Gesù ci ha preparato, non ci sarà appello perché: come in anticipo siamo stati salvati, in anticipo siamo stati avvertiti della nostra dannazione!
Il mondo non crede all’inferno, ma se esso è vuoto è solo nella prospettiva che si riempia di nuovo… poiché gli angeli malefici con capo lucifero sono sparsi per tutta la terra, affinché l’umanità redenta anticipatamente si perda e si disperda nei vizi e nell’ignominiosa vita vissuta solo nel piacere e nel potere che satana concede agli uomini, scimmiottando il Dio d’Amore che nell’Umiltà, nella Purezza e nella Povertà di Spirito ha dato esempio di vita!!!
La Salvezza, come il Perdono, sono Grazie che il Signore Dio per mezzo del Figlio Gesù ci dona sempre, ma questo avviene dopo la riconciliazione e la revisione della propria vita!!
Dio E’ Padre, e come tale si comporta con i Suoi figli che hanno sbagliato e usato male la fiducia accordata loro.
Fratelli, come un padre terreno ama i propri figli appena nati e fino all’età adulta li segue, li protegge, li istruisce, li punisce quando sbagliano, li abbraccia quando si pentono e ritornano ubbidienti e seguendo con rispetto e Amore i suoi insegnamenti… ancor più e più ancora l’AMORE INFINITO DEL PADRE CELESTE ELARGIRA’ I SUOI TESORI ALLE SUE CREATURE: SALVEZZA - PERDONO E GIOIA NELLA ETERNA VITA, tutto ciò sarà solo e comunque se siamo meritevoli di questi Premi… non credete?
In tutte le Scritture e nei Vangeli si legge e si ascolta le Parole di Dio e del Figlio GESU’, PAROLA INCARNATA DELLA TRIADE CELESTE, che l’Amore donato è sofferenza e sacrificio, ma se tutto viene da Dio e in Dio, è soave la sofferenza se al traguardo c’è il Premio… l’Amore del Padre, la Salvezza e l’Eternità!!!
QUESTO CI HA CONQUISTATO GESU’ IN TUTTO LO SVOLGERSI DELLA SUA VITA TRA NOI… NULLA HA RITENUTO PER SE’ SOFFRENDO – OFFRENDO – PREGANDO - ESPIANDO PER TUTTI NOI E IMMOLATOSI A NOSTRO CREDITO NELLA VISTA DEL RISARCIMENTO SINGOLO DI OGNI CREATURA REDENTA, DEL PRESTITO FIDUCIARIO DELLA NOSTRA SALVEZZA!!!
QUINDI FRATELLI, LA NOSTRA FEDE IN CRISTO GESU’ E’:
PREGHIERA – SACRIFICIO – OFFERTA – RIPARAZIONE - PUREZZA DI ANIMA E DEL CORPO… SEGUIRE NEL SOFFRIRE COLUI CHE HA TRACCIATO E PROCEDE INNANZI A NOI IL CAMMINO DELLA SALVEZZA!!
Non ci sono altri mezzi e non è tutto dovuto a noi, perché senza la sequela a Cristo e per mezzo della coscienza purificata dal peccato e dai cattivi costumi, non vi è Salvezza e Perdono!!
Ricordatevi fratelli, satana si aggira nel mondo con i suoi seguaci per perdere le anime, insegnando dottrine che non appartengono all’Agnello e sono come uccelli e belve rapaci… ed aspetta con astuzia un minimo cedimento nella Fede per insinuare il dubbio e l’irriverenza alla Parola del Verbo di Dio…non lasciatevi prendere da essi!!!...
perché vi ripeto:
LA SALVEZZA E IL PERDONO CI SONO STATI DATI IN ANTICIPO COME CREDITO, MA LO DOBBIAMO RISCATTARE CON LA NOSTRA VITA S A N A E S A N T A!!!
Che la Luce dello Spirito di Dio vi illumini e vi renda coscienti del vostro doveroso rispetto alla SS. TRINITA’!!!”
Giovanni Apostolo
 
03/04.06.2003 (Iniziato alla chiesa del Suffragio durante l’adorazione e finito a casa il giorno dopo prima di andare al lavoro.)