Skip to main content

Messaggio n. 253 e 254

Posted in

AI SACERDOTI - (N. 253)

Che il Signore guidi sempre le vostre scelte e benedica il vostro lavoro di informazione e sollievo per tante anime affamate di queste cose... il mondo è pieno di niente e le menti sono sature di cose nefaste e distruttive...
In questo momento Gesù mi dice di dirvi :
I vostri sforzi di far conoscere il BELLO della VITA, quella VERA, Lo gradisce molto e non vi farà mancare questo nutrimento per i "molti" che con riluttanza, ma incuriositi, ritrovano la strada della Casa del Cielo.
Egli sostiene la vostra opera e la Benedice e vi esorta a continuare...
Per i Sacerdoti che in particolare si adoperano per la divulgazione dei Suoi Messaggi, Gesù dice:
“Figli siate sempre attenti e vigili, non disprezzate ciò che non vi sembra veritiero, ma invocate lo Spirito Santo che vi illumini e faccia di voi dei ministri seri e coscienti nel giudizio e nel discernimento, non rigettate chi vi chiede aiuto e consiglio poiché in essi c'è il desiderio di Verità e Luce, fate che le Mie OPERE siano le vostre opere alla sequela del vostro Maestro che vi ha dato potere di guarire, liberare, assolvere e giudicare... di sciogliere o legare in terra poiché tutto ciò che legherete o scioglierete in Mio Nome sulla terra SARA' LEGATO O SCIOLTO IN CIELO!
SIATE IL MIO SALE E IO CONDIRO' LE VOSTRE ANIME DEL MIELE DEL MIO AMORE! VI BENEDICO TUTTI DONANDOVI IL SOFFIO DELLA MIA SAPIENZA.”
GESU'
 
26.01.2004 (Messaggio ritrovato tra le lettere del 02.07.2003, destinato a sacerdoti che apprezzando il contenuto dei Messaggi, li rendono noti portando sollievo tante anime assetate di Conforto e Luce e di Verità. Ho voluto riportarlo per renderlo noto ai più.)
 
 
SOLITUDINE - (N. 254)
 
Premessa:
…Sto chiedendo a Gesù di confortarmi perché da qualche giorno mi sento “sola e abbandonata” tra mille incertezze della vita quotidiana, il cuore è gonfio di tristezza che non so definire… e il pianto mi stringe la gola, ma non so nemmeno piangere e trovare sollievo.
Il cuore è stretto da una morsa di aridità che non mi dà pace… Faccio le mie cose di tutti i giorni ma “sento” che mi manca qualcosa… sento soltanto la mia solitudine spirituale… Sento che Gesù mi ha lasciato la mano… non la stringe tra le Sue… sento che Egli mi fa partecipe della solitudine e l’abbandono in cui è lasciato da tutti noi!… E mi rendo conto che solo quando l’AMORE DIVINO Si discosta da me, sono come una naufraga tra flutti di un mare impazzito; allora la mia solitudine diventa una ricerca disperata di LUI, della Sua Mano, delle Sue Parole, delle Sue Carezze, del Suo Bacio d’Amore… Allora come Pietro dico:
“SIGNORE SALVAMI!!!
Liberami dalle onde nefaste che vogliono inghiottirmi, abbracciami, torna a farmi “sentire” la Tua vicinanza… la Tua Presenza costante al mio fianco… allontana i tormenti che cingono la mia anima e rendimi la PACE… la TUA PACE, non quella del mondo, fallace e menzognera…
VOGLIO TE PER MIO COMPAGNO, GESU’
NON LASCIARMI SOLA… PERCHE’ NON
RESISTO PIU’ SE NON MI PARLI…
TI PREGO, ASCOLTAMI ED ESAUDISCIMI…!”
Tuo scricciolo
Gesù mi risponde…:
“Giusto dici scricchiolino Mio, com’è brutta la solitudine, specialmente quella della lontananza di chi ami…
IO LA SPERIMENTO DA SEMPRE… QUESTO E’ IL MARTIRIO D’AMORE CHE MI VIENE OFFERTO PERENNEMENTE DALLE MIE CREATURE!!!
Io permetto che, chi Mi ha offerto il suo misero Amore, sperimenti in piccole gocce la Mia stessa sofferenza… ma ciò che tu, piccola Mia, soffri, non è niente, ma unita alla Mia, fa la tua Salvezza e Mi dai occasione di riportare al Mio Cuore figli perduti!…
OffriMi questo tuo “stato di essere” per quelle anime che Mi percuotono e Mi flagellano e vedrai la GLORIA DEL TUO SIGNORE SU CHI AMI E SU CHI A TE HA AFFIDATO LE TUE INTERCESSIONI AL SEGUITO DEL MIO CALVARIO!!!…
A queste anime dico:
NON SIATE SFIDUCIATI FIGLI, IO SO LE VOSTRE SOFFERENZE, le raccolgo tutte nel Mio Cuore e le esaudirò a suo tempo!
CIO’ CHE MI DONATE CON AMORE E PER AMORE LE CONTEGGERO’ COME SPINE STRAPPATE DAL MIO CAPO, DAL MIO CUORE E DALLA MIA ANIMA, FORMANDO A VOSTRO ONORE LA CORONA GLORIOSA DEL VOSTRO GESU’ DISAMATO DAI TANTI, MA RESO VITALE NELLE VITE DEI SUOI “PICCOLI MARTIRI D’AMORE”!
…Allora figlia e figli di tutte le schiere dei “Miei piccoli”, non vi lamenterete più delle vostre piccole sofferenze e delle vostre momentanee solitudini… ma uniti tutti insieme al vostro GESU’ SOLO NEL VOSTRO MONDO… AVRETE LA PACE CHE IL PADRE MIO E VOSTRO, MI RESE DOPO L’“ABBANDONO”…
CORAGGIO, TRA POCO VERRA’… DOPO IL MARTIRIO DELLA CROCE… LA GIOIA DELLA RISURREZIONE E LA NUOVA VITA…
VI AMO…”
GESU’
 
06.02.2004 (Scritto a casa dalle 9.50 alle 10.40. Il mio stato d’animo da giorni è come descritto all’inizio; sono diversi giorni che sono “inattiva” e sento dentro di me aridità e malinconia, non riesco nemmeno a pregare, sono tormentata da “cornelio” e la cosa mi fa sentire come uno straccio liso e consumato, ma la Divina Misericordia non si fa attendere ed ecco la consolazione al mio richiamo. VIVA GESU’!)