Skip to main content

Messaggio n. 268 e 269

Posted in

LUNGA LA STRADA - (N. 268)

“Impervie e tortuose sono le strade tracciate, il percorso non è agevole, né il cammino scorrevole!
La “solitudine” e l’“abbandono” sono le costanti compagne al fianco del pellegrino.
I dubbi e le incertezze sono il “pane quotidiano” che si abbattono sempre sull’animo del viandante!
Quando il tracciato diventa più duro…
Ecco che si affaccia subito il desiderio di prendere un percorso diverso, più agevole…  non è piacevole sentirsi stanchi, affaticati, oppressi da tanti sentimenti contrari alla “volontà” di non desistere; la lotta diventa acerba e talvolta anche “violenta”, poiché devi fare cose che la tua debole natura non vuole sopportare… allora, il tuo cuore si oscura, si indurisce e non “riesce” ad “AMARE” quella via dolorosa, lo spirito si dibatte tra ciò che è necessario offrire e soffrire e ciò che non è lecito, ma più semplice per non dover soffrire… e l’egoismo dell’umanità dilaga!!!
Lunga è la strada che porta al Padre!!!
Breve è il viale che porta lontano da LUI!!
Figlia del Mio Cuore, questa è la MIA VIA, LA MIA VERITA’, LA MIA VITA, QUESTA LA STRADA LUNGA E STRETTA DEL CALVARIO E DELLA CROCE, MA SOLO QUESTA PORTA ALLA RISURREZIONE!!!
IO SONO DIO, FIGLIO DEL DIO VIVENTE, ma non ho tralasciato niente al Padre in offerta per voi!!!
PER FARVI SANTI NEL MIO NOME E ABITANTI DEL MIO REGNO E NEL GODIMENTO DEI MIEI BENI E DELLA MIA GLORIA, CITTADINI DEL PARADISO DA VOI PERDUTO, MA DA ME RICONQUISTATOVI!!
La strada è lunga, ma diventa “breve”, se percorsa insieme al Figlio del Padre Celeste!!
E’ tortuosa, ma diventa agevole se ti appoggi a ME!!
E’ solitaria, piena di dubbi e incertezze, di lotte… ma se “bevi” la Grazia che IO ho effuso su di te, sarai imitatore del tuo Gesù, che anche nel dolore e nell’abbandono e nella solitudine più completa mai ha dubitato dell’Amore del Padre… e come figlio amato, troverai la FIDUCIA e procederai senza sosta sulla strada del tuo Signore!!!
ECCOMI, Io ho detto al Padre.
ECCOMI, hanno detto tutti i Patriarchi, i Santi Martiri e tutti i Santi del Cielo che sono stati i servi del Dio d’Amore!
ECCOMI, ha detto MARIA, la Madre Mia e vostra.
ECCOMI, ha detto Giuseppe, lo sposo terreno di Maria.
ECCOMI, ho detto Io GESU’, DIO VOSTRO E VOSTRO SALVATORE!!
Tutti abbiamo intrapreso la strada lunga e tortuosa, ma abbiamo ottenuto la GLORIA ETERNA E IL POSSESSO DELLA GIOIA SENZA FINE!!!
Allora: come ho detto e dirò sempre:
VENITE A ME VOI TUTTI CHE SIETE AFFATICATI E OPPRESSI, ED IO VI RISTORERO’ E VI DARO’ LA GIOIA CHE NON PERISCE!!!”
GESU’ REDENTORE!
 
12.04.2004 (Lunedì di Pasqua. Scritto a casa dalle 19.30 alle 20.00)
 
 
COME EMMAUS - (N. 269)
 
“Pochi giorni sono passati… e come per i discepoli di Emmaus, ancora non siete capaci a comprendere il valore inestimabile del Mistero (ormai non più tale) della Mia Venuta tra voi, la Mia Vita, la Mia Passione, la Mia Morte e il trionfo della Mia RISURREZIONE!!
Com’è triste scricchiolino Mio, vedere che tra i “Miei” vige il paganesimo semiateo della MEMORIA appannata del Mio DONO all’umanità perduta!!!
Cristiani accecati, vinti e debilitati dalle “furie” del mondo.
Cristiani che ancora non CREDONO e non SANNO leggere i “Segni” dei tempi e, soprattutto, le RIVELAZIONI delle SACRE SCRITTURE!!
Scoprite “nuovi mondi”, ma non VEDETE il vostro in cui vivete!!
Lasciate ME per votarvi a dottrine che MI negano e offuscano il meraviglioso e inestimabile Dono che il Padre vi ha concesso per mezzo del Figlio Suo!!
Vi ponete domande del “PERCHE’” della Mia venuta nel dolore, nella sofferenza, nel nascondimento e nell’umile vita di “povero” e non capite la ricchezza che avete ottenuto per mezzo di ME, CRISTO GESU’ DIO UMANATO, che per la SUA DIVINA NATURA, tutto ha cancellato prendendo sul proprio Corpo tutto il male dell’umanità, purificandola col SANGUE versato per tutti… e portato alla morte ciò che di ignobile e ignominioso vi era in essa… e con la propria VITA ha salvato e redento tutti gli uomini che nel Mio Nome e per i meriti Miei, troveranno, morendo al peccato, la Vita Vera e l’Eterna Beatitudine alla Mia Destra nella vicinanza all’Altissimo DIO del Cielo e della terra!!!”
15.04.2004 (Fine della 1° parte scritta a casa alle 9.30)
(2° parte scritta alle 10.45 dopo la S. Messa alla chiesa del Suffragio.)
“…Questo è quello che vi ho lasciato, non più misterioso né “mistero irrivelato”!
Questo il Memoriale che durante la celebrazione dell’EUCARISTIA si “fa memoria”, affinché fino alla Fine dei Secoli la MIA VERA PRESENZA TRA VOI VI SANTIFICHI E VI RENDA MONDI DA TUTTE LE VOSTRE “INCERTEZZE”!
“IO SARO’ CON VOI FINO ALLA FINE DEI TEMPI” dissi agli Apostoli e ai discepoli; così sarà se celebrando in perpetuo la MIA PASQUA, NUTRENDO IL VOSTRO SPIRITO E LA VOSTRA ANIMA DI ME SACRAMENTATO!
SE MI RICONOSCERETE E CREDERETE A CIO’ CHE VI HO DETTO, LASCIANDOVI LA S. EUCARISTIA, QUANDO VERRA’ spezzato il piccolo pezzo di pane sull’Altare dell’offerta, allora capirete le SCRITTURE… e nel “consumare” questo SACRO CIBO vivrete in ME E CON ME sempre!!!
Il mondo fuorvia ormai ciò che IO ho fatto, offerto, sofferto, amato e accettato per voi, vi confonde con verità falsate, con dottrine laceranti il velo d’Amore del Cristo Crocefisso… vi allontana da ciò che, già rivelato e non più misterioso, Dio vi ha concesso… e offuscando la meravigliosa Verità donatavi da ME, vi perde!!
NON DUBITATE FIGLI DELLA MIA PASSIONE DI CIO’ CHE NELLA DONAZIONE PIU’ COMPLETA VI E’ STATA SVELATA ED ELARGITA…
TUTTO VI E’ STATO SVELATO AFFINCHE’ NIENTE DI NASCOSTO POSSA DEVIARE IL VOSTRO CAMMINO VERSO LA REDENZIONE!!!
Fate che nella vostra “vera partecipazione” alla Pasqua di Redenzione, come i discepoli di Emmaus, riconosciate ME IL CRISTO CROCEFISSO E RISORTO ALLO SPEZZARE DEL PANE SULL’ALTARE... E POSSIATE TESTIMONIARMI E TESTIMONIARE LA GIOIA DELLA SALVEZZA!!!
VI AMO…”
GESU’ Salvatore
 
15.04.2004