Skip to main content

Messaggio n. 60

IL SERVIZIO  -  (N. 60)

“…Beato colui che nel MIO NOME MI HA VISITATO, MI HA CURATO, MI HA AMATO…
Così io, la madre dei “minimi”, ho adempiuto la Volontà del Padre e dell’Amato Sposo Mio: Gesù!
E come non avrei potuto, se Colui che si è fatto “piccolo”, rifiutato, oltraggiato e obbrobrio del mondo, si E’ identificato con i miseri nel mondo!
Quale più grande Amore avrei potuto amare se non i reietti dell’umanità, gli esclusi, gli abbandonati per potere riempire i “saloni” del mio RE?
Quale Amore più grande se non servire e dare dignità nel Suo Regno, se non attraverso coloro che Dio ha amato di più?
 
Figlia, ricordati che lo Sposo Divino si serve e si onora solo attraverso i poveri delle beatitudini che Gesù ha esaltato sulla montagna alle genti che Lo seguivano.
Io ho sentito chiaro e forte il richiamo, e nella mia nullità di creatura ho aperto il mio cuore e le mie braccia a quegli invitati a nozze che nessuno avrebbe mai pensato di portare alla Coorte del RE!
Sapessi… e potessi farti capire ciò che mi hanno dato questi “minimi”, a me, non io a loro, con i loro sorrisi, la loro gratitudine e con la loro dolce morte avvenute tra le braccia del Mio Gesù e della Mamma nostra!
Quante volte nei loro volti ho visto Gesù trasfigurato nel dolore, nella sofferenza, nell’abbandono; e quanto volte Gesù mi ha supplicato attraverso i loro occhi e le loro malattie, di aiutarLo nei Suoi piccoli!
O il Volto e il Corpo Santo dello Sposo Divino, si presentava a me, in silenzio, in attesa delle mie cure; e quanta gioia nel mio cuore quando toccavo le piaghe di questi “trasfigurati” di CRISTO GESU’!
 
La Gioia, la Pace, la Felicità di aver alleviato e baciato le Sante Piaghe di Gesù!
 
E tu figlia, perché il tuo cuore era gonfio di pianto nel vedere il lavoro che Gesù ti presentava davanti?
Non hai detto tante volte: “la Tua Volontà si compia in me o Signore sempre?”
Non credi più che dà più gioia servire Dio nei “minimi”, anziché nei potenti?
Vuoi essere strumento di Dio e poi piangi e ti ribelli?
Coraggio, so che devi combattere con… per la tua decisione, ma sappi che questa sarà la tua strada futura; non volerla cambiare, il Signore ti sta preparando un cammino diverso da quello che avevi deciso tu per te.
Sarà forse più ispido di quello che pensavi di fare, ma vedrai che percorrendolo troverai dolce servire i “minimi di Dio”, perché in essi vedrai Gesù nella Sua Verità del Suo Vangelo!
Sii decisa nell’accettazione e guarda me… e come disse la Mamma Santissima “grandi cose ha fatto in Me l’Onnipotente, perché ha guardato all’Umiltà della Sua Serva”; imitaLa allora questa Grande Serva e UMILE MAMMA CHE ALLA SEQUELA DEL FIGLIO SUO HA SERVITO I MINIMI DI CRISTO, FACENDOLI COSI’ CITTADINI DEL CIELO E OSPITI GRADITI DEL PARADISO!
 
AIUTAMI A CONTINUARE A RIEMPIRE I SALONI DEL RE NEL SERVIZIO AI SUOI PICCOLI!”
La mamma dei minimi
 
08.07.2002 (Ero in Chiesa al Suffragio e il mio essere rifiutava il lavoro che ero andata a prendere visione: assistenza agli anziani in un ospizio, già fatto privatamente e cessato da qualche tempo. Durante la S. Messa ho chiesto a Gesù che mi illuminasse e mi suggerisse cosa fare… Immediatamente e insistentemente “la VOCE” che mi dà i Messaggi mi suggeriva l’inizio del brano testé scritto. Non volevo scrivere ed ho tardato, ma verso le 12.00 ero a lavorare e ho dovuto smettere e cedere; così ho scritto e mi sono quietata. Sia Lodato Gesù che sempre dà la Luce per agire e decidere.)