Skip to main content

Messaggio n. 349 e 350

Posted in

AL BANCO DEI PEGNI - (N. 349)

“Entra figlia/o… entra, non indugiare! Sono qui, dietro al BANCO e ti sto attendendo…
Non aver paura a deporre l’“abito” sopra di Esso… non ti curare se è liso, consunto… consumato dalla vita… di anni di usura!
Vedi, IO SONO QUI e ti accolgo come quel MERCANTE che pur di avere quell’abito, ti paga con moneta sonante e ricca!!!
Se quell’abito lo hai macchiato per la tua negligenza o per la tua stupida visione (che ti ha portato a sporcarlo) di come andava indossato, non preoccupartene più… lascialo lì e prendi ciò che ti ho preparato sul Banco!!!
Prendi con Fiducia e lasciaMi il tuo abito in pegno… Se ciò che IO TI DARO’ farai fruttare, tornerai da Me e potrai ritirare il tuo abito pulito e profumato come quando lo hai indossato la prima volta!!
Non lo riconoscerai più poiché dietro il BANCO LAVORAVO IO INSTANCABILMENTE, PER RIPORTARLO ALL’INIZIALE BELLEZZA!!!
V E D I!
…ORA POTRAI METTERLO DI NUOVO… LO POTRAI FAR “VEDERE” A TUTTI… e la “pubblicità” che verrà da questa Bellezza rinata sarà la paga che ti farà ricco e “potente”, poiché se:
LA PULIZIA E’ BELLA DA VEDERE,
INDOSSARLA TI FARA’
A C C E T T A R E
DA CHI “CONTA”!!!
NON E’ QUESTO CHE VUOI?
Allora coraggio, indossa l’abito nuovo e… TORNA A VIVERE!!
Figli avete capito la Parabola? …No?! Ve la spiego, anche se nella sua semplicità per te che “sei Mia/o” o dici di esserlo, non dovresti trovare difficoltà a capire… ma voglio spiegartela lo stesso così che potrai a tua volta essere “messaggero” oltre che praticante!!
Il Banco è l’Altare in cui Io Mi offro per voi al Padre…
L’“abito” è la vostra umanità intrisa da tutte le vostre sozzure ed i vostri peccati (che hanno macchiato la vostra anima e il vostro corpo)…
Il MERCANTE sono IO, che prendo il pegno della vostra umanità peccatrice per riportarla a vita nuova:
pagando al Padre Mio e vostro, l’altissimo prezzo per la vostra Redenzione…
I “frutti” del prezzo pagato è il SANGUE PREZIOSISSIMO CHE, ASPERSO PER VOI, vi ha purificato e lavato da tutte le vostre colpe, riportandovi all’iniziale Purezza del Battesimo; così che ricevuta la Grazia, potrete di nuovo camminare a testa alta e presentarvi a tutti, ripuliti e splendenti, per poter essere da esempio a chi, come pagani incalliti e struzzi ottusi, non vogliono lasciare sul Mio BANCO DEI PEGNI LA PESANTEZZA DEL PROPRIO ABITO!!!
Oh figli Miei, voi ancora temete ad entrare… e se lo fate, lo fate con riluttanza o con indifferenza, cercando di “mascherare” i vostri disagi dovuti dai vostri peccati… ma non abbiate timore di darMi tutto ciò che ha danneggiato il vostro abito.
Non vergognatevi di denudarvi del vostro abito liso e consunto dalla vita sregolata che avete condotto fin qui; IO VI RIVESTIRO’ DI LUCE E DI PUREZZA, se Mi consegnerete tutto… e non ricorderò più il passato!!
Sul Mio Banco ho versato il BALSAMO E L’ACQUA VIVA per voi, e sarete mondati e detersi, come fa il lavandaio con i cenci sporchi…!
…li bagna prima per ammorbidire lo sporco…
…poi ci mette la lisciva e li fa sbiancare…
...poi li batte e li percuote per eliminare i “rimasugli” del nero (i peccati)…
…poi li sciaborda…
…ed infine li TENDE E LI ASCIUGA!!!
Così faccio Io… ma alla fine quando tutto è pronto vi aggiungo
Il PROFUMO DELLA MIA GRAZIA E IL MIO BACIO D’AMORE!!!
ALLORA NON VUOI ANCORA PORTARMI IL TUO ABITO VECCHIO?!!!
…IO SONO SEMPRE QUI, NON FORZO LA TUA VOLONTA’… ATTENDO… E SE TI VEDRO’ ENTRARE, TI CORRERO’ INCONTRO… E TI ABBRACCERO’… E TI DIRO’:
“Ciao… benarrivata/o… ti aspettavo… coraggio, cambiati e…
E non ti pentirai!!!” ”
Il Mercante del Banco dei Pegni
 
21.02.2005 (Ero alla S. Messa, all’Offertorio e durante la Consacrazione mi viene suggerito il titolo… torno a casa e subito dopo cena mi metto a scrivere. Sono le 21… termino alle 21.45)
 
 
PRIGIONIERO D’AMORE - (N. 350)
 
“EccoMi qua esposto nell’Ostensorio e ti guardo con lo sguardo di chi da troppo in attesa, non contiene più la Gioia di poterti effondere tutto il Mio Amore!...
Quanto tempo è passato dall’ultima volta che sei venuto a trovarMi?
Un giorno?
Una settimana?
Un mese… o forse anni?...
…Che importa, se finalmente hai sentito il desiderio di venirMi a trovare per poter passare insieme un po' di tempo… raccontarci tutte le cose che nel più profondo dei Nostri Cuori non speravamo più di poterci raccontare!!!
Oh anima cara come ti amo; come si apre il Mio Cuore al tuo sospiro… che hai?... non guardarti indietro… ormai sono “cose passate”.
…IO SONO QUI DAVANTI A TE…
E l’Anima Mia Si protende ad abbracciare la tua!!...
Vieni, damMi la possibilità di riempirti e di nutrirti del Mio Amore!...
Voglio, come tante volte Mi hai chiesto, svuotare ciò che appesantisce il tuo cuore e la tua anima e colmarli di tutto il BENE, di OGNI BENE che solo il Mio Amore può e sa darti!!
Sai quante volte ho sussurrato al tuo cuore distratto il Mio grido d’Amore; ma tu non “eri presente”… anzi, ogniqualvolta “sentivi”, scacciavi dal tuo cuore lo stimolo di seguire quel grido…
…Ed IO, sconsolato nella solitudine della Mia “piccola prigione” nascosto da occhi indiscreti, versavo Lagrime e Sangue per te!!
Lo so anime Mie, che molte di voi avete timore di presentarvi nella Mia Casa perché credevate che vi scacciassi… ma alla fine eccoti qua e i Nostri Cuori parlano di Noi!...
…Nell’intimità delle Anime Nostre ci confidiamo nella “confidenza” di chi più non teme, tutte le Nostre paure e le sofferenze che abbiamo subito, sopportato, accettato… ed infine, consci di aver assaporato tutto il fiele del mondo… ci siamo incontrati: tu nel tuo dolore di anima “persa” e “presa” dai mille e mille inganni della terra, vulnerabile solo all’insidie del male!!!
Oh, povera anima trafitta, sconfitta e abbandonata da chi non ti vuole più!!
Io, dalla Mia “prigione”, invocavo e pregavo il Padre di non ripudiarti, ma di attendere poiché SAPEVO che ti avrei di nuovo riavuta!
Certo Mi sei tornata con l’abito lacero, con le membra tumefatte, con gli occhi arrossati dal pianto e dalla vita di peccato condotta….ma che importa se alla fine ti ho ritrovata?
Senti le campane degli Angeli, suonano a festa poiché il Padre ha accettato ancora la MIA OFFERTA PER TE!!
Esulta il Mio Cuore poiché ormai:
…TI HO RITROVATA!... E OGGI SEI TORNATA!!!...
E C C O M I Q U A’ A B B I A M O G R I D A T O A L L’ U N I S O N O!!!
Tu PENTITA!
IO FELICE!
TU sperduta!
IO IN ATTESA!
Tu GUARDINGA!
IO SICURO CHE NON TI PERDERO’ PIU'!!!
tu Mi guardi!
IO ti guardo!
Tu Mi consoli con un bacio
IO TI AVVOLGO TUTTA CON LA MIA MISERICORDIA E IL MIO PERDONO E TI INFONDO IN TUTTO IL TUO ESSERE IL MIO INFINITO AMORE; COSI’ TANTO…
CHE TALMENTE E’ GRANDE CHE TI “IMPRIGIONERO’” CON ME… E TI FARO’ SIMILE A ME
…“PRIGIONIERA” DEL MIO CUORE COME IO SONO “PRIGIONIERO” PER AMORE!!!”
Il tuo GESU’
 
24.02.2005 (Iniziato a casa alle 20.41 e terminato alle 21.20)