Skip to main content

Messaggio n. 422

Posted in

TERRA… LEBBROSARIO DI SATANA! - (N. 422)

“Se guardi dentro e fuori di te, o uomo, cosa vedi e cosa senti; sei sicuro che tu sei colui che nella grande intensità del Mio Amore ho voluto a Mia IMMAGINE e SOMIGLIANZA?
Sei sicuro che è così che IO ti ho pensato e creato?
O non trovi dentro e fuori di te l’ESATTO CONTRARIO dei Miei intendimenti?
IO TI HO PENSATO E CREATO COME UNA PARTE DI ME!
Come coltivatore che innestato il seme sulla terra brulla aspetta con Amore che essa faccia aprire alla vita i suoi covoni rigogliosi e maturi, ne controlla la bellezza e fa sì che porti frutto per ridonare Amore nella pienezza della maturazione!
Ma ahimè, come viene disillusa la Mia attesa poiché i Miei semi marciscono nella terra e affogano nella melma e avvizziti muoiono!!...
Così, anime create, voi state rovinosamente uccidendo l’opera del MIO AMORE!!
Così, la terra dove ho posto l’OPERA MIA è divenuta l’obbrobrio al Mio sguardo e lebbra alla Mia Presenza!!!
ESSA E’ DIVENUTA IL LEBBROSARIO DI SATANA E TEMPIO DEL SUO INFERNALE VOLERE!!
Poveri figli Miei!!!
Povere anime sobillate dai fetori di satana, che vi offuscano la mente e il cuore e vi chiudono gli occhi e gli orecchi alle sollecitazioni dei Miei richiami e non odono, non vedono e non sentono altro che libertà fasulle e piaceri libertini!!!
Poveri voi che avete fatto diventare la Mia Creazione un lebbrosario di colui che gode delle vostre nefaste scelte, poiché così andate celermente all’autodistruzione con sommo piacere del vostro giustiziere!
Voi avete paura di ME che SONO il SOLO GIUSTO ma PADRE DI MISERICORDIA E D’AMORE, e non vi avvedete che SOLO IO VI AMO DI VERO AMORE E IN TUTTI I MODI CERCO DI FARVI RIENTRARE NELLE MIE TERRE DOVE NON ESISTE MISTIFICAZIONE (SOLO IN QUELLE DI SATANA VI E’ MALVAGITA’), ma dove la MISERICORDIA vi vuole riportare pace e purificazione e chiudervi nelle Braccia dell’ETERNO BENE!!
(Sono in auto, aspetto mio marito, inizio alle 10.45. e interrompo alle 11.35 per poi riprendere alle 15.05 a casa).
“Oh, poveri figli, che non riuscite e scrollarvi di dosso quel fango putrido e maleodorante di peccato e di miserrimo comportamento umano che non vi dà altro che pesantezza per sprofondare sempre più!
Figli che IO TANTO AMO E CHE ANELO RIPORTARE A ME.
Figli che vi vendete a satana per un divertimento in più, per una soddisfazione terrena che dura solo il tempo di maturazione ma che appena appagata muore e niente rimane perché tutto si perde nel vuoto e nella sporcizia di colui che vi perde l’anima!!
Figli, non c’è al mondo un solo giusto che possa dirsi tale, se non quando tutto viene vissuto nell’Amore universale nei Miei figli ovunque siano e dovunque vivono.
Non c’e’ nessun giudice giusto se non IL VOSTRO DIO CHE VI CONOSCE FINO IN FONDO E NEL PIU’ PROFONDO.
Non c’è un solo seme sano se non quando IO VI PURIFICO CON LA MIA MISERICORDIOSA BONTA’ E COMPIACENZA.
Non c’è nessuna Cosa Santa, se non tutto ciò che fate per amore Mio e per la Mia Gloria!
Tutto ciò che fate al di fuori di ME è del mondo e lì rimane e muore!
Creatura Mia diletta, Sono IO, IL PADRE VOSTRO, che vi chiama e vi richiama affinché apriate i vostri cuori, le vostre menti e le vostre anime al MIO AMORE, affinché il vostro spirito si purifichi dalla lebbra dei peccati che ogni giorno di più si perpetrano nella vostra vita; lebbra che ha fatto sì che tutto (poiché più a niente rinunciate), fate e godete nell’ipocrisia del vostro vivere e fate sì che l’anima vostra marcisca nel sudiciume dei vostri ipocriti principi di libertà!!
Ma figli, non vi accorgete che ogni giorno di più in tutti i modi IO VI MANDO SEGNALI E AVVERTIMENTI DI OGNI GENERE PERCHE’ COMPRENDIATE CHE IL CALICE DELLA VOSTRA OBBROBRIOSA ESISTENZA HA SUPERATO I LIMITI DELLA MIA SOPPORTAZIONE!
IO VOGLIO VEDERVI VIVERE GIOIOSI ACCANTO A ME!
IO VOGLIO PURIFICARVI DELLA VOSTRA LEBBROSA CONDIZIONE DI MALATI TERMINALI!!
IO VOGLIO RIDONARVI L’UDITO (ai Miei richiami);
LA VISTA (sulle meraviglie del Mio Regno);
IL CUORE (sul Mio immenso Amore per voi);
LA PAROLA, perché insieme torniamo a cantare e gioire l’uno dell’Altro e mai più piangere per le condizioni disastrose in cui si trova il vostro spirito!!!
Figli, non fate come quei celebrolesi (essi sono nel Mio Cuore!!) che per loro sventura non hanno nessun senso aperto e quindi non “sentono”, non parlano, non vedono, ma comunque hanno tutto il resto del corpo in tensione, in attesa delle sollecitudini di chi li sfiora per poter sentire, vedere, toccare per loro mezzo:
IO SONO QUEL QUALCUNO CHE VI TOCCA, VI PARLA, VI AMA, VI GARANTISCE LA SALVEZZA E LA VITA ETERNA!
IO SONO IL PADRE CHE VI HA CREATO E VI PURIFICA DA OGNI MACCHIA E VI ABBRACCERA’ SEMPRE… BASTA CHE MI INVOCHIATE E CERCHIATE IL MIO AMORE…”
DIO PADRE
 
15.11.2005 (Termino alle 15.40).