Skip to main content

Messaggio n. 427

Posted in

IL SOGNO - (N. 427)

Ero con mio marito e stavamo andando a trovare mia suocera esposta nella cappella della chiesa parrocchiale… quando siamo entrati nella sala mortuaria, l’abbiamo trovata che stava alzandosi dal letto di morte e diceva concitata… “ho sete, molta sete... devo andare a bere… e poi… ho lavato i panni!!”
Allora io le ho risposto: “Sempre la solita lei; ma almeno sono diventati bianchi?”
Lei ridendo mi risponde: “Sì… sì!!”
Nel frattempo arriva un sacerdote con i Paramenti Sacri nella stanza, ed io gli dico: “Non vede, si vuole alzare!”; lui mi sorride e mi dice: “Lasciala fare!”
Allora io la prendo in braccio avvolta in una coperta e l’introduco in mezzo a due grate molto strette che formano una piccola strada che fuoriesce in un “cortile” dove ci sono diverse persone che, appena la vedono le corrono incontro gioiose, facendole un sacco di domande.
Lei si ritrova così, sorridente e a suo agio in mezzo a loro e tiene in braccio la mia nipotina A… deceduta a solo 1 mese e mezzo di vita (molti anni fa).
C’è molta festa in quel cortile ed io me ne vado tranquilla, sapendo che molta strada in quell’anima è già stata fatta!!!...
Il telefono squilla, mi sveglio serena poiché so che il Signore ha accolto le mie preghiere di salvezza!!
Sia ringraziato sempre e comunque il nostro Signore Misericordioso!!!
 
13.12.2005 (Notte successiva alla sepoltura di mia suocera).