Skip to main content

Messaggio n. 453

A TU PER TU (N.453)

Inginocchiati figlia davanti a Me nel silenzio del tuo cuore, fa che l’anima tua resti estasiata del Mio esserti Dio-con-te.

Non chiederti cosa voglio da te, ma escludi dalla tua mente qualsiasi suono e qualsiasi rumore che può distrarti dal Mio Alito d’amore.

Se osserverai questo piccolo prologo alla preghiera in Mia Presenza, ti accorgerai che sempre e sempre di più qualsiasi contatto esteriore alla nostra unione svanirà e attorno a te ci sarà silenzio come tu fossi nel deserto dove l’arsura, dovuta al caldo intenso, ti procura sete e desiderio di dissetarti…ecco che IO VERRO’ COME VIVANDIERE E DISSETERO’ LA TUA ANIMA!!!

I tuoi sensi saranno tutti tesi a contemplare l’INFINITO che si espande nel tuo cuore… e l’anima tua brucerà d’amore.

Comincerà così nell’ardore di due cuori amanti la contemplazione l’uno dell’Altro…non ci sarano più barriere né limiti alla fusione della nostra unione!

IO contemplerò la mia creatura che estasiata del suo Signore si inabissa in Lui e in Lui si disseterà di ogni bene… ed IO MI BEERO’ di donarMi a lei e nella contemplazione reciproca gioirò d’amore, mi cullerò in essa ed essa si cullerà in Me!

L’anima della mia creatura contemplerà così com’è immenso l’amore di Dio verso di lei e capirà che non vi può essere vera preghiera se non c’è calma e silenzio…. E non si dona vero amore se non c’è donazione!

Nella contemplazione non c’è richiesta, ma c’è l’offerta, non c’è obbligo ma c’è libertà; non è frammentazione e angoscia ma c’è serenità e agevolazione a far sì che l’unione spirituale diventi piano piano più forte, più sicura e più sciolta.

Finisce la durezza del cuore, l’anima si accoccola ai piedi del suo Signore e lì “contempla” la necessità di abbandonarsi completamente alla parola che dolcemente abbevera l’anima che dissetata si acquieta e si purifica, si tempra e si rafforza nella fede e fiduciosa prosegue il cammino contemplativo accanto al suo Signore!

Niente più turberà quest’ anima che avrà trovato quest’unione e non avrà più bisogno del “terreno” vivere… ma tutto sarà vissuto nella contemplazione continua alla Presenza del proprio DIO!!

GESU’ VIANDANTE

 

Ada 16.2.2006 (lezione n.9 scuola di preghiera ore 16,30 come le altre non avevo ancora ascoltato il narratore che la Voce comincia a dettare.. e come al solito fa il riassunto di ciò che egli dice)