Skip to main content

Messaggio n. 468

Posted in

NON CORRERE… RIPOSATI E ASCOLTA - (N. 468)

“Quando incominci a prendere un sentiero diverso da quello che hai sempre percorso, è normale che la voglia di fare il cammino per bene ti sprona a andare veloce per paura di non farcela, ma quando la corsa ti fa venire il fiatone e le gambe e tutte le membra sono stanche, non vedi più la strada e la vista si annebbia e tutto intorno diventa "difficile".

A questo punto cosa fai; cerchi di riprendere fiato e guardandoti indietro cerchi di capire  in cosa hai sbagliato, ma la stanchezza ti irrita e così fai ancor più danno e stai per soccombere...

Allora qual'è il tuo grido?

Signore, ma cosa debbo fare ancora di quello che non ho fatto per camminare con Te?”

Ma preso dalle tue angosce non "senti” la risposta; ti affanni ancora di più e continui a fare la stessa domanda tante e tante volte che perdi fiato e voce... allora è qui che finalmente riesci a "sentire" flebilmente  il richiamo…

"Figlio Mio, ma se parli sempre tu, come puoi pretendere che tu Mi possa "sentire" e tu possa "ASCOLTARE" ciò che Io debbo dirti!"

Mettiti quieto, lasciati andare, resta in silenzio, e se anche al momento non percepirai nessuna parola… rilassati e attendi!

Sai quante volte Io ho atteso che tu fermassi la tua corsa nel mondo e nelle tue vicissitudini; non avevo più fiato per starti dietro e sì che IO SONO ABITUATO A CORRERE DIETRO ALLE MIE PECORELLE!

Ora che finalmente ti sei preso una piccola pausa di riflessione, fermati, stai tranquillo perchè il tuo cammino si sta delineando nella giusta direzione; non volere fare tutto da te, ma aspetta che lo Spirito ti suggerisca cosa manca per perfezionare il percorso già iniziato!

Non avere fretta ma con calma prosegui, e se non comprendi vieni davanti al Tabernacolo che Io ti parlerò al cuore.

Non essere confuso e non ti agitare, non essere preda del "cosaccio" che vuole metterti fretta e confusione...

IO SONO SERENITA', PACE E GIOIA.

Vai ora tranquillo e medita con calma ciò che ti ho detto!

Ti voglio bene e non permetterò che tu ti riperda!“

tuo GESU’

 

12.03.2006 (Risposta a D… che si sentiva perso, perché non riusciva a capire se il cammino che sta facendo è quello giusto. Gesù come al solito conforta. Grazie Gesù!)