Skip to main content

Messaggi n. 486 -> 488

Posted in

EPILOGO - (N. 486)

Cosa dire Signore di quest’esperienza?

Ti ho incontrato nei fratelli che hanno condiviso con me queste settimane di spiritualità!

Ti ho incontrato prima nei loro dolori, nelle loro perplessità, nelle loro “chiusure” (che poi erano in qualche modo anche le mie).

Poi… ti ho scoperto nell’amore, nell’abbandono, nel silenzio della preghiera.

Mi sono accorta che più sto in silenzio, più mi avvicino a Te.

Ho scoperto che abbandonarsi è la migliore medicina della mia vita travagliata.

Ho scoperto che non si è tuoi se non si “sposa” le necessità dei fratelli… e aiutarli, e comprenderli, spronandoli al Tuo Amore!

Ho compreso che ho più felicità dentro di me se ti servo “negli altri”… ho capito che Tu mi ami di più e mi fai assaporare le Tue dolcezze, perché Ti ho amato dove Tu sei più evidente e presente: il mio prossimo, che poi Sei sempre TU che Ti immergi in ogni creatura!

In tutte le sessioni mi hai donato tanto e ancor mi doni... poichè porto i frutti della Tua Parola!

Ho imparato a vivere tutto ciò che ho fatto e meditato, da sola e con i fratelli, in armonia con me stessa e con la certezza di una fede rinnovata… mi hai dato la “spinta” di credere veramente che Tu operi tutto: basta aver fiducia in TE.

Ho aperto il mio cuore anche alla sofferenza e ho accettato tutto ciò che mi hai porto in queste settimane.

Ora posso dire: NON HO DUBBI, HO FEDE E CREDO IN TE SIGNORE, OPERA IN ME SECONDO LA TUA PAROLA!

Così disse Tua Madre, così voglio io… ti chiedo però, come fecero gli apostoli…

SIGNORE ACCRESCI LA MIA FEDE PERCHE’ CREDO!

Voglio rendermi degna del Tuo mandato, guidami sempre sul giusto cammino e rendimi testimone del Tuo Amore a tutto “il mondo” che incontrerò!!

Grazie, Gesù lode e onore a Te… Amen, Amen, Amen“.

Scricciolo di GESU’

“ Ti prego di custodire la tua serva M…, e conducila sempre per mano e nelle tue vie; ti ringrazio perché tu me l’hai fatta incontrare perché ti trovassi per altre tue vie. “

 

29.03.2006 (Resoconto personale di tutto il laboratorio di preghiera e vita).

 

 

CONFESSIONI DI UNA POVERA ANIMA! - (N. 487)

 

Oh Signore, quante volte ho accesso la Tua ira con il mio comportamento!...

Come non ringraziarTi perché non hai abbassato la Tua Mano e non mi hai incenerito!...

Come non constatare che la Tua Misericordia si è abbassata su di me e mi hai perdonato tante e tante volte, che ormai non ho “più dita” per contarle!

Signore, Tu mi hai nutrito… mi hai dissetato; con i Tuoi cibi prelibati mi hai infuso le Tue grazie estirpando da me i sentimenti peggiori, gli odii più nascosti, i desideri più impuri; hai nutrito l’anima mia delle Tue Dolcezze e con delicatezza hai risanato le mie più recondite concupiscenze, l’attaccamento alle “cose” terrene, le gelosie più nascoste, e le hai bruciate con il Fuoco del Tuo Santo Amore!!

Avevo due fuochi che ardevano in me e non sapevo decidermi quale dei due scegliere… quante lotte Signore, quanti dolori, quanti errori che mi avevano portato sulla soglia del baratro!!!

Ero divenuta come un tronco secco di secoli e non trovavo pace dentro di me!!

Ti cercavo dove Tu non eri, Ti volevo trovare dove Tu non potevi “abitare” e sempre più mi “disidratavo”… stavo per morire, ed ecco…

…non so né quando, né come, né dove… che mi sentii irrorare e detergere e dissetare… era come se una Sorgente di fresca e pura fonte gocciasse lentamente nelle mie viscere essiccate a portare quel refrigerio all’arsura che i due fuochi causavano in me!!

I due fuochi si divisero: uno di essi si spense e l’altro accese in me il desiderio della “conoscenza”…

CONOSCERE VERAMENTE LA DIMENSIONE TRA ME E TE SIGNORE…!

Capii allora, dopo questa purificazione, che i due fuochi erano:

IL BENE E IL MALE…

…SI’ mio Dio, capii che io facevo abitare in me: il mio Dio e il suo Avversario!!...

Capii che quella fiamma che rimase in me “dopo” era:

la TUA PAROLA,

era

IL TUO AMORE

era

IL TUO PERDONO

era

LA TUA PRESENZA DI PADRE

davanti a me Tua creatura…

e mi continuavi a “nutrire” e “dissetare” come Madre che ha cura del Suo piccolo malato e bisognoso di cure!

Mi hai svegliato dal mio “torpore”; mi hai dato il ricostituente per tornare ad essere di nuovo seme buono e vivo nel Tuo terreno santo… virgulto rigoglioso nella Tua Vigna!

Mi hai effuso, mio Dio, il Tuo Santo Spirito con tanta veemenza che non potevo contenerlo tutto per me e ho potuto, secondo i Tuoi desideri, donare del mio ai miei fratelli che Tu mi mettevi, e mi metti, sulla mia strada affinché anche loro beneficiassero della Tua immensa Grazia!

GRAZIE SIGNORE, GRAZIE MIO DIO!!

Non potrò mai ringraziarTi abbastanza per avermi salvata e fatto “strumento” del Tuo Santo Amore!

Il fuoco che Tu hai spento mio Dio, però alcune volte mi brucia dentro e mi causa sofferenze e agitazioni (non per mia volontà, lo sai Signore) e mi sembra di soffocare… ma so, mio Dio, che Tu lo permetti, affinché mi ricordi della TUA GRANDE MISERICORDIA E PER AUMENTARE IN ME il desiderio di appartenerTi, di amarTi, di confidare in TE, di non disperare mai qualsiasi cosa succeda!!!!...

Mi hai insegnato a dire: IO HO FEDE, perché “conosco” Dio e so che non mi lascia mai nelle prove; perciò IO CREDO che niente mi accadrà di male se:

TU SEI CON ME ED IO IN TE, O MIO SIGNORE E MIO DIO,

DI TE MI FIDO, IN TE CONFIDO,

IN TE SPERO

NON SARO’ MAI DELUSA…

SI COMPIA SEMPRE IN ME LA TUA SANTA VOLONTA’

ORA E PER L’ETERNITA’.

GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE!

Anima penitente e rigenerata

 

30.03.2006 (Ore 15.25. Sono alla fase finale del laboratorio di preghiera e vita chiamato “deserto”; è un piccolo ritiro spirituale in cui si sta in silenzio per più ore in meditazione e preghiera. Ho aperto a caso la Bibbia, non ricordo dove, ma un versetto parlava di un popolo che era stato sempre aiutato del Padre in tutte le vicissitudini, ma esso lo tradì più volte… allora JHV disse al profeta di riferire loro che lo avrebbe lasciato in mano dei nemici e non sarebbe andato in battaglia con loro. Quest’Ira di JHV ha suscitato questo messaggio di ringraziamento. Termino alle 17.00).

 

 

PATER NOSTER… - (N. 488)

 

“Padre Nostro, io Ti ringrazio per tutto ciò che mi hai donato, Tu Sei il Padre di tutte le creature, ed ognuno di noi eleva a Te la Lode… ed io benedico il Tuo Santo Nome perché non Ti sei diviso da noi, ma SEI PRESENTE sia in Cielo dove regni ed in terra dove governi tutto ciò che esiste!

Ti ringrazio di avermi dato Gesù, di averLo fatto nostro Redentore, nostro Salvatore, nostra ETERNA SALVEZZA e hai permesso che non mi lasciasse sola in questa valle dove le tenebre oscurano la Tua costante presenza:

GESU’…

…che “nascosto” nelle “sembianze” del PANE EUCARISTICO ci dona continuamente il Suo SANTO CORPO!

Grazie Gesù. Io Ti adoro, Ti amo, Ti benedico

...perchè non hai voluto farci mancare la presenza costante e preziosa EUCARISTIA e incessantemente ci chiami affinché non ci allontaniamo da TE!

Chi mai, Gesù, ha tanto amato il mondo da donarsi come fai TU?

Chi come TE, non ha tenuto conto della sua regalità come hai fatto TU da umiliarsi… e annichilendosi diventare PANE DI VITA E DI SALVEZZA?

Ti ringrazio Padre, perché non ho bisogno di cibo per il corpo, ma ho bisogno del CORPO E SANGUE DI CRISTO come cibo dell’anima mia!!

Quanto ci hai amato Padre!

Quanto ci ami Gesù!!... Ci hai insegnato, caro Fratello Divino, di chiamare l’ONNIPOTENTE “PADRE”, come figli che, rivolgendosi al proprio genitore abbiano la “confidenza” della parentela, la “più stretta”, quella che mai si scioglierà se noi restiamo con TE!

Quale più bella preghiera potevi donarci se non quella in cui si chiede con semplicità di darci quanto ci occorre per VIVERE con Te nella Sua e Tua Casa!

Ci hai detto di chiedere che ci perdonasse i nostri innumerevoli peccati, ma nel contempo ci “comandi” dolcemente di perdonare ai nostri fratelli; ci dici che ci aiuti nelle tentazioni... ma facci più forti quando esse arrivano… e ci dici di chiedere che ci liberi da tutti i mali, ma soprattutto dagli assalti del maligno!!!

Oh Gesù, facci veramente degni di esserTi fratelli e figli adottivi del Padre Tuo e nostro!

Facci consapevoli che seguendo TE e abbandonandoci a Te, ci condurrai nel Tuo Regno di PACE E DI LUCE!!!

Gesù, io prego il Padre a Tuo Nome affinché mi ascolti e mi esaudisca, ma soprattutto Ti chiedo che: ogni volta che io mangerò del Tuo Corpo Eucaristico e berrò dal Tuo Calice di Sangue preziosissimo, morrà in me il peccato e risorga la Tua Grazia, cosicché Tu possa presentarmi al Padre Tuo e mio, completamente lavata e purificata.

Affido a Te Gesù, tutte le mie “cause” e le mie vicissitudini, le mie ansie, i miei pensieri, la mia famiglia, tutte le famiglie del mondo, la Tua Chiesa e il Santo Padre, tutte le anime del Purgatorio e tutti coloro che hai affidato al mio crescere e camminare… coloro che Tu ami e che io ancora non conosco!

Portaci tutti al Padre Tuo e nostro.

A Te mi affido e in Te confido!!!“

Tua scricciolo

 

30.03.2006 (Sono le 17.45 e sono davanti al SS. Sacramento esposto; prego il Rosario del Padre e dentro di me sgorga questa preghiera personale, frutto del “deserto di poco prima”. Termino alle 18.00 e termina il corso… Viva Dio che mi ha avvolto nel Suo Amore).