Skip to main content

Messaggio n. 494

OLOCAUSTO - (N. 494)

“Che cosa ti fa pensare questa parola?

Che cosa suscita in te questa esclamazione?

Che sentimenti hai nel tuo cuore?

Se veramente hai capito e sentito qualcosa smuovere la durezza del tuo cuore, forse hai trovato la risposta a questi interrogativi!

OLOCAUSTO…

…è l’azione che muove un essere umano ad offrirsi per qualcun altro affinché esso si possa salvare (l’altro)!

OLOCAUSTO…

…è bruciare in sé stessi tutto ciò che non è buono lasciando posto alla libera donazione per purificarsi e tornare ad essere creature nuove!

OLOCAUSTO …

E’ GESU’…

vostro Signore e Dio, che per riscattare le vostre vite perdute si donò interamente al Padre per la salvezza di tutta l’umanità passata, presente e futura fino alla fine dei tempi!

OLOCAUSTO…

…sono tutti coloro che avendo avuto la grazia del pentimento e della Misericordia del proprio Dio, offrono il proprio sì e il loro cuore ai fratelli in amore al Padre!

OLOCAUSTO…

…è quando non si ricordano più le offese, i tradimenti, le derisioni. Il dolore che vi è stato inflitto ingiustamente!

OLOCAUSTO…

…è quando tutto si accetta in amore al Padre e alla Sua Volontà anche se costa!!!

OLOCAUSTO…

…è quando non teniamo conto del tempo che è passato nelle prove e nella sofferenza, nelle angosce e nell’oblio di sé stessi in offerta e donazione al Padre!

OLOCAUSTO…

…è guardare Gesù appeso alla croce della Salvezza, dove tutto Egli ha inchiodato, cioè, la vostra vita di peccato, per attirarci tutti a Sé purificati dal Suo Sangue Preziosissimo, affinchè rigenerati da Esso potessimo essere presentati al Padre come figli graditi e amati!!

OLOCAUSTO…

...è ritrovare il nostro cuore più docile all’amore dei fratelli più lontani, ai fratelli che non amiamo, al male che sappiamo non ci farà essere “buoni” figli, ma che offrendolo in olocausto al Signore Dio Onnipotente saprà far mutare ogni cosa al bene!

OLOCAUSTO…

…è morire a sé stessi e far vivere in noi, dentro di noi, intorno a noi DIO!

OLOCAUSTO…

…è far morire in noi l’orgoglio, la superbia, la cattiveria, il desiderio di prevalere sugli altri, di avere sempre ragione, di sentirsi superiori ai fratelli!

OLOCAUSTO…

…è annientarsi e abbandonarsi completamente a TE PADRE SANTO, DIO DI OGNI CONSOLAZIONE, perché così sarò certa che vivrò felice e senza malinconie…“

Tua creatura

 

11.04.2006 (Ore 22.30. 6^ sessione 2^ ciclo del laboratorio di preghiera e vita).