Skip to main content

Messaggio n. 15

Posted in

PAROLE… DETTATE  -  (N. 15)

Scrivo di tutto da un po’ di tempo in qua,
Sotto dettato… o forse chissà?
Ma devo dire che questo mi piace
E spero per molto continuerà!
Parlare di cose che prima, non so,
Mi vergognavo a parlarne lo so!
Grazie a chi il muro spezzò
Che quella mattina il Verbo parlò;
Se non a me, ma chi per me,
Mi tolse la benda dagli occhi perché,
Dovevo dare a chi come me,
Voleva parlare al Signore di sé!
Ma il buio copriva la Luce com’è
Udire e parlare dell’Immensità,
Di Gioia e Calore che Dio ci dà
Quando saremo nell’Aldilà!
Io non l’ho visto, ma sono sicura
Che il Verbo ascoltando e meditando
La Luce verrà e Gioia sarà!
Dettatemi ancora amici perché
Farete felice non solo me!
Ridendo e scherzando ne parlerò
E solo così il mio cuore aprirò
E festa sarà a chi mi ascolterà!
Le dolci Parole che dire non so,
Che Cristo Gesù disse ai Profeti
Portando nel mondo la Verità
Molti, molti secoli fa.
Ringrazio coloro, e chi ancora vorrà
Dettarmi Parole, che Gioia darà
A chi come me capire non sa
Le Gioie del Cielo che Dio ci dà!
Dettate, dettate, non vi stancate
Così ci insegnerete ad amare di più
Gli Angeli, i Santi, Maria e Gesù
E prima di tutti il Padre Lassù!
 
16.11.1989 (Finalmente dopo la “confusione”, la calma.)