Skip to main content

Cenacolo n. 14

Posted in

(Siamo al nostro cenacolo al rientro dalle ferie e riiniziamo i nostri incontri in casa di M… Ci siamo quasi tutti e siamo gioiosi di ritornare ad ascoltare quanto il Signore ci dirà e se è contento di noi e dei nostri piccoli passi nell’obbedienza e nella preghiera. Come al solito abbiamo preparato il nostro altarino e tutte le intenzioni di preghiera scritti nel nostro piccolo quaderno… tutto è pronto per iniziare ed invochiamo lo Spirito Santo con il canto “Inondami Signore col Tuo Spirito”…)

 

Ecco la Madre

“Vi benedico nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! (Amen!)

Benvenuti figli Miei… benvenuti a questo Nostro cenacolo… Quanti giorni passati senza la vostra presenza in un'unica assemblea…

Grazie, grazie di sentire dentro i vostri cuori questa chiamata della vostra Mamma!

So che molto avete invocato il Mio Nome in questi giorni, molto avete sofferto anche se in luoghi dove, si potrebbe dire, c’era la rilassatezza… ma so che ognuno di voi è sempre stato unito a Me in preghiera. Ognuno di voi aveva delle necessità molto grandi e Io spero che la Mia vicinanza accanto a voi vi sia stata veramente di sollievo e di conforto… Mai ho smesso di pensare alle Mie piccole anime adoratrici e al Mio piccolo adoratore!

Figli sono molto felice, sono molto felice e il Mio Cuore si apre in una gioia infinita…

“Piccoli” membri ma grandi promesse, grande vigore nel vostro amore nei confronti di Gesù e di questa vostra Mamma… e il Nostro Amore non era di meno di quello vostro… Ci avete confortato… qualche volta vi abbiamo visti rabbuiati, qualche volta nelle tenebre, qualche volta nella disperazione, qualche volta nella gioia, ma tutto Io so e ho visto che era messo nei Cuori Mio e di Gesù, e sono sicura che la vostra adesione al Nostro Amore, alle Nostre sofferenze, alla Nostra Croce, sia stato di buon auspicio anche per voi.

Figli cari… so che avete meditato sui messaggi che sono stati dati in questi cenacoli precedenti; molto lavoro avete ancora da fare nel vostro cuore e nelle vostre anime e nella vita di tutti i giorni, ma sono contenta, siamo contenti del vostro sforzo, e quindi sicuramente il premio della vostra pace interiore, anche se nella sofferenza, sia stata veramente percepita da ognuno di voi.

In questo periodo tante cose sono successe nel mondo… quante miserie, quante lagrime, quanti dolori… e ad ogni creatura sparsa su questa terra e ai Nostri Cuori! Tante tragedie, tante… come si può dire… vicissitudini… ma quante cose sono volute dall’uomo; l’uomo superbo, l’uomo tutto preso dal suo “ego” che si è messo al posto di Dio in tutte le cose della vita.

Figli cari, avete visto quanto è dura la vita se si è lontano da Dio; avete capito che senza la preghiera, senza l’adesione completa all’abbandono alla Volontà Paterna, niente, niente di buono esce dalle vostre vite… e tanto più di coloro che credono di avere il mondo in mano; e purtroppo satana il mondo lo ha in mano, per l’adesione di quelle povere anime che si lasciano soggiogare dalla sua prepotenza.

Ma voi figlie non aderite, non aderite ai suoi progetti; i suoi progetti sono progetti di distruzione, i suoi progetti sono progetti di morte, di perdizione, di tenebre infinite! Satana vuol schiacciare l’uomo, E SA, egli stesso però, che a sua volta sarà schiacciato dal Mio Piede!

Tutto, tutto Io vincerò se voi aderite alla Mia Volontà di Madre che vi vuole tutti nello stesso Regno a godere il Paradiso!

Figli cari, naturalmente come dissi a Bernardette e a tutti i veggenti: non avrete certo facili gioie in questo mondo… forse saranno più le sofferenze, ma se voi aderite al progetto di Dio, avrete un’Eternità di gioia infinita insieme a Gesù, insieme a Me, al Mio caro sposo terreno, alla presenza di Dio Padre; ma figli Miei… dovete soffrire… dovete soffrire e offrire!! Mi raccomando, non maledite mai… come vi ha detto Gesù “Benedite chi vi maledice, pregate per chi vi oltraggia, pregate per coloro che sono lontani da Dio, pregate e porgete tutto il vostro amore a coloro che vi odiano!”. Se vi odiano perché traspare da voi l’Amore per Dio, siate felici, siate contenti, siate gioiosi perché siete sulla strada di Gesù e di Maria.

Figli, la Mia preghiera è incessante verso il Padre e per la salvezza di tutti, di tutti quanti indistintamente. Noi, come tante altre volte vi è stato detto, non abbiamo preferenze, né di razza né di religione né di colore di pelle; no figli, siete figli tutti di un solito Padre e quindi per Noi siete tutti uguali e tutti vi vogliamo salvare e portare in Cielo!

Vedete… la vita che ognuno di voi porta avanti deve essere concepita solo ed esclusivamente sopra la Croce di Gesù; al di fuori della Croce di Gesù non c’è assolutamente pace! E’ vero, qualcuna di voi Mi dirà “Ma sulla Croce si sta male, si soffre…”; e che credete, che Gesù non abbia sofferto? Cosa credete, che Gesù gioiva ad essere inchiodato su quel Legno? Ed Io, Sua Madre, che sentivo ogni… ogni battito su quel chiodo, era un chiodo sul Mio Cuore… E come trafiggevano le Sue Mani, i Suoi Piedi, trafiggevano il Mio Cuore!!

E allora, voi figli che siete peccatori, cosa pretendete, di soffrir di meno? Anzi, per voi la sofferenza e l’offerta delle vostra sofferenza, delle vostre prove, è veramente la purificazione e la vostra salvezza! Per Noi era il Sacrificio che offrivamo al Padre per la salvezza di tutti voi!

E’ un Mistero enorme, un Mistero immenso, ma Gesù ed Io ve lo abbiamo porto proprio visivamente nel dolore della Croce! Non si scappa di lì: la salvezza viene dalla Croce…!

E quando Gesù sarà innalzato su quella Croce attirerà tutti a Sé; questo è quello che disse Gesù… Oh, ed Io ve lo ridico a voi: sdraiatevi su quella Croce insieme a Gesù e insieme a Me, perché attraverso quella, troverete il bandolo della felicità… (qui c’è un grosso sospiro…)

Ma ancora questo genere di felicità non lo capite, non è compreso alla maggioranza… Come si può gioire soffrendo? Come si può dire di essere felici se siamo torturati e tormentati…? Bene, il Mio Cuore era così, stretto dal dolore… non passava una goccia di Sangue talmente l’avevo perso con quello di Gesù, ma nel frattempo gioivo perché… ADEMPIVAMO ALLA VOLONTA’ DEL PADRE!!! E qual era la Volontà del Padre? OFFRIRSI PER LA SALVEZZA DI TUTTI!!!

E a voi che vi si chiede una piccola sofferenza per salvare un anima… piagnucolate… “Oh Signore perché… oh Signore tutte a me… Signore ma perché ancora… basta… finisca questa sofferenza…!!!”.

Mai Gesù, mai la Sua Mamma hanno detto mai “Basta!”…

Non venite a dirMi “Ma voi eravate…”, No! In quel momento della sofferenza eravamo esseri come voi, esseri umani… Io soprattutto, ero figlia di creature umane; quindi la Mia sofferenza era grandissima, immensa, incontenibile… ma prostrando il Capo ho detto sempre “SI COMPIA LA TUA VOLONTA’ PADRE!”. E cos’ha detto Gesù? “SI COMPIA LA TUA E NON LA MIA VOLONTA’!”. E non che non desideravamo che quel tormento terminasse… oh, tutt’altro… ma sapevamo che il Nostro dolore e la Nostra sofferenza e la Nostra offerta doveva essere grande, grandissima… Non ci sarebbe stata Salvezza per voi e non ci sarebbe stata Redenzione da parte di Gesù!

Figli cari, preferite morire a questo mondo e vivere in Paradiso con il Signore, oppure vivere tutto su questa terra e morire nell’Eternità? Non credo, non credo proprio, anche se non avete nemmeno una parvenza di ciò che sarà l’Eternità sia nel bene che nel male, sono sicura che non desiderate assolutamente vivere nell’inferno più desolato! COSA TERRIBILE... TERRIBILISSIMA…! E lì non vogliamo assolutamente che nessuno di voi vi faccia capo!

Ecco, la Mia gioia è che voi in cuor vostro accettate tutto ciò che Io vi dico, tutto ciò che Io imploro da voi… però dovete farvi forti! E quando una piccola sofferenza si pone davanti a voi… abbracciatela, abbracciatela in Nome di Gesù, e allora scoprirete che sarà molto più dolce il soffrire per Gesù! Dite “Gesù, anima mia, sono qui, voglio essere Tua, voglio vivere per Te, con Te e in Te sempre; unita a Te non temerò alcun male… Tutto, tutto so che passerà, so che Tu sei sempre accanto a me!”... Ed Io insieme a Gesù vi consolerò, vi porterò tutte le dolcezze del Paradiso. Vi amiamo così tanto che niente ci è penoso se non il vostro perdervi, poi tutto il resto, tutto il resto lo facciamo con gioia… con gioia e con quell’Amore infinito che illuminerà i vostri occhi, la vostra mente, i vostri cuori… e tutto il vostro essere sarà inondato dell’azione dello Spirito di Dio su di voi!

Pace a voi, pace e bene, bene nel Signore Dio vostro Padre e nel Signore vostro Gesù Cristo!… Amen… E così sia!

Padre Nostro… Gloria al Padre… ” (Ave Maria…)

(Finisce l’intervento della Mammina e viene Gesù…)

Gesù:

“Pace a voi, pace a voi fratelli carissimi amati da Dio Padre, dalla Madre e dal Figlio Suo Gesù…

EccoMi a voi per dirvi: abbiate pace nei vostri cuori, Io ve l’ho lasciata e ve la dono tutti i giorni… ve la lascio nella Mia Parola, ve la lascio nelle S. Messe che vengono celebrate tutti i giorni in tutto il mondo, ve la lascio nel Sacrificio che si compie sugli Altari di tutto il mondo e la effondo a tutti voi presenti, vicini, lontani, e anche a quelli che ogni volta voi portate nel Mio Cuore dai vostri cuori e li porgete davanti a Me nel Calice e sull’Altare… Benedico tutti coloro che ogni volta Mi portate nel vostro cenacolo, nel Mio Cenacolo, nel Mio gruppo preferito… e tutti coloro che anche non avete tempo di trascrivere sul libro, ma che avete nel cuore, nei vostri pensieri, quelli che si sono raccomandati alle vostre preghiere… a tutti Io dono la Mia pace e il Mio Santo Spirito, a tutti loro effondo la serenità!

Purtroppo molti non percepiscono questo Dono, ma voi pregate per loro, continuate a pregare, non vi stancate; ricordatevi: la preghiera, la preghiera deve essere il vostro “pane quotidiano”, ogni attimo della vostra giornata deve essere intriso della preghiera, di una lode, di una giaculatoria, di una invocazione, di una benedizione… tutto, tutto fa, e il Padre le accetta, ed Io lo porgo al Padre perché so che sgorga dai vostri cuori, dai vostri cuori che sono innamorati del vostro Dio!

 

Tu stai sempre davanti allo SS. (si rivolge ad un componente del cenacolo); quante volte, quante volte ti sei “sentita abbracciata”… quanto “calore” ti sei sentita dentro il tuo cuore… quante volte ti ho sussurrato le Mie Parole d’Amore e ti sei rinfrancata… e come te tutte le tue “sorelle”, i tuoi “fratelli”…

Ogni qualvolta voi siete davanti a Me al Tabernacolo o davanti a Me Sacramentato, quante volte non vi siete sentiti abbracciati… non è possibile, perché se i vostri cuori Mi amano non è assolutamente possibile che non vi sentiate abbracciati al Mio Cuore! Io ogni volta che vi vedo davanti a Me, Mi struggo dall’Amore per voi… e non posso non concedervi le Grazie che Mi chiedete, perché leggo nei vostri cuori, la vostra anima è prostrata ai Miei Piedi e Mi adora!! Io non ho bisogno di tante vostre parole; è la vostra anima che cinguetta al Mio, è il vostro cuore che si unisce al Mio… E come posso Io essere insensibile alla vostra anima che Mi adora, si umilia davanti a Me vostro Dio, ma soprattutto… vostro Fratello…?! Non è possibile!

Quale altro dio può darvi tutto quanto desiderate: l’Amore, la pace, la serenità, il perdono…

La Mia Bontà e quella del Padre è talmente infinita che se anche molte volte Mi offendete con i vostri comportamenti, le vostre azioni, le vostre parole… qualche volta anche con le accuse, magari non dette veramente perché le potreste dire in un momento di stizza, di rabbia… ma siccome vi conosco come il palmo della Mia Mano vi perdono tutto, perché so che dopo venite ad umiliarvi e a chiedere il Mio perdono!!

Dissi a Pietro quando Mi fece la domanda, “Quante volte si doveva perdonare…” gli dissi un numero… ve lo ricordate vero? E Io vi dico: Io vi perdono in una maniera infinita anche le colpe che non sapete di avere commesso. Quale altro dio vi può dare tanto amore così? Non ce n’è un altro…! Un Dio che Si umilia nella Sua creatura, un Dio che non aspetta altro, anche solo una parola: GESU’, PADRE, SPOSO, FRATELLO, AMICO… IO per voi sono tutto questo, per voi voglio essere tutto questo e lo sarò ancor di più!!

Non voglio grandi gesti, grandi opere; Mi basta solo il vostro misero amore!

Siete Mie creature, insieme al Padre vi abbiamo amato fin dall’Eternità e nell’Eternità vogliamo amarvi ancora!

Sforzatevi, sforzatevi di essere delle creature sagge, sforzatevi di essere creature docili, sforzatevi di essere creature obbedienti… e tutto il resto poi di ciò che vi necessita vi sarà dato in abbondanza… Talmente tanta sarà l’abbondanza che avrete da dire “Basta… non vogliamo più questa abbondanza, non sappiamo come contenerla…”; e allora quando sgorgherà fuori da di voi questa abbondanza d’Amore e di bene che il vostro Dio vi dà… allora saprete donarla anche agli altri, ED E’ QUESTO CHE IO DESIDERO!

Io innesto in voi l’Amore e voi lo dovete ridonare; voi dovete essere la Mia testimonianza VERITIERA!!

Niente vi chiedo di più se non queste poche cose: docilità, obbedienza, umiltà, abbandono, testimonianza… e tutto questo racchiuso in un'unica e sola parola:

AMORE, AMORE, AMORE!!!

L’Amore che il Padre ha dato a Me, ed lo e il Padre e lo Spirito Santo riversiamo su tutti voi!

Pace allora nei vostri cuori, pace allora nelle vostre famiglie, pace allora in tutto ciò che fate, pace e amore e desiderio di vivere la vostra vita sempre e comunque in unione a Dio Padre, a Me Suo Figlio, allo Spirito Santo, alla Vergine Maria… Combinazione più bella e Divina di questa non ne potrete trovare da nessuna altra parte; e una combinazione così è la vostra combinazione vincente! E cos’è la vostra vincita e il vostro premio? IL PADRE, IL FIGLIO E LO SPIRITO SANTO E LA VERGINE MARIA, la Madre vostra e Mia!

AscoltateLa, ascoltateLa la Mamma vostra, ve L’ho donata proprio perché L’ascoltiate e obbediate a ciò che Lei vi dice! E’ stata Mia Maestra… pensate bene: MAESTRA DI UN DIO!!!... E allora, pensate che se ha istruito il Figlio di Dio, non sia brava ad istruire delle povere creature…? DateLe, dateLe ascolto e non vi preoccupate di amarLa immensamente, non togliete niente a Me, anzi, anzi… Io vi amerò ancor di più, perché Io amo immensamente la Madre Mia!

Quindi, non vi turbate di chi vi dice che se amate più Mia Madre, togliete qualcosa a Me! NO! Aggiungete tanto e tanto amore che voi non ne avete nemmeno un briciolo d’idea!

Allora… il Mio “patto” con voi sarà sempre questo: voi Mi assecondate con umiltà e abbandono ed Io vi abbraccerò ogni attimo della vostra vita… e sicuramente non vi lascerò da soli quando giungerà il momento della vostra chiamata!!!

Innalziamo insieme allora il canto di Benedizione al Padre, affinché nelle sette Grazie che si chiedono nel Pater Nostro che Io vi ho insegnato, vi possa concedere tutto ciò che vi necessita, ed Io per mezzo dello Spirito Santo vi effonderò tutto ciò di cui abbiate bisogno…

Padre Nostro…

Ed Io ogni volta che loderete il Padre e la Madre Mia, vi libererò da tutte le vostre tristezze, da tutte le vostre angosce e da tutte le vostre pene, ma siate ligi nel seguirMi con il cuore e con l’animo puro.

E vi benedico ora in tutte le vostre manifestazioni e in tutte le vostre condizioni di famiglia, nelle vostre case e in tutti i luoghi che voi toccherete con i vostri piedi e in tutti i luoghi in cui parlerete di Me e della Madre Mia e del Padre; vi darò voce, vi darò la Mia Voce per proclamare la Gloria di Dio! Siate veritieri ed Io non Mi scosterò mai da voi!

Vi benedico figli, voi e tutti coloro che portate nel cuore, le vostre famiglie, i vostri figli, i vostri partner, i vostri mariti… e soprattutto mariti e mogli che vi hanno fatto del male e che continuano a farvi del male… ma vi prometto che con la vostra preghiera continua si ravvederanno… ve lo prometto ed Io sono veritiero, lo sapete, NON MENTO MAI!!

Ecco figli, la Mia Benedizione scenda su tutti voi, lo Spirito Santo vi inondi di tutti i Suoi Doni, le vostre labbra possano proclamare la Gloria di Dio in tutte le vostre parole, i vostri passi siano illuminati dalla Luce del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo… Amen.”

 

(Finisce qui la Parola di Gesù… Iniziamo le preghiere di ringraziamento e di intercessione, poi ci congediamo dandoci appuntamento per la prossima settimana. Sono le 23.30)

07.09.2006