Skip to main content

Cenacolo n. 19

Posted in

(Siamo al nostro 19° cenacolo in casa di M… Tutto è pronto e i presenti sono in silenzio raccolti nella preghiera intima e in attesa della Parola… Viene fatta da tutti i componenti la consacrazione allo Spirito Santo, preghiera allo Spirito Santo e poi l’Inno.)

 

Parla la Madre:

“Benedetto il Signore che viene, Benedetto il Signore che viene a rinnovare i vostri cuori, Benedetto perché vi dona la pace e la gioia, la serenità e l’unione spirituale a tutta la Triade del Cielo!

Eccoci qua figli cari, riuniti in questo Nostro appuntamento, nella Grazia di Dio Padre, di Dio Figlio, di Dio Spirito Santo…

Ecco che qui, ancora oggi Io vi dico: grazie… grazie di essere tornati qui insieme a Me, la vostre Mamma, e del Paradiso che Si inchina alle vostre anime baciandole con tutto l’Amore che il Cielo tutto vi infonde.

Figli cari, l’altra volta vi dissi: le tribolazioni non vi mancheranno, ma so che anche se siete tribolati avete accettato la vostra situazione e l’avete offerta al Padre… Vedete figli, quando si accettano le prove per quelle che sono, non come una punizione ma come una purificazione, allora tutto, tutto diventa più facile, e questo Io lo so perché so che voi state facendo un meraviglioso cammino.

Certo, le tentazioni che state provando: di smettere, di lasciare… sono tante; ma non vi preoccupate… Io sono con voi, Gesù è con voi, lo Spirito Santo vi infonde sempre la Sua protezione e la Sua Benedizione… quindi non dovete temere!

Ricordatevi: se vi allontanate dalla preghiera, allora sì che lì il nemico vi attacca…

Io vi dico ancora… che le Grazie che vi scenderanno non saranno poche se perseverate nella fede, nella carità, nell’amore, nell’accettazione, nell’offerta e nel sacrificio; niente viene perduto, non Mi stancherò mai di dirvelo… niente è perduto!!

E penso, e sono sicura, che ognuno di voi ha il suo bel bagaglio di constatazioni che nessuno di voi è mai stato abbandonato anche nelle prove più grandi.

Ognuno di voi, figlie care, figlio caro, siete stati attorniati da una quantità enorme di prove… dico enormi perché per voi sono immense, e se non ci fosse stata la fede o l’aiuto dal Cielo sareste sprofondati… ma veramente la Grazia su di voi è stata grande… e questo so che l’avete constatato, specialmente da quando avete cominciato a frequentare questo bel cenacolo.

Io sono sempre a raccomandarvi di non farvi tentare dal rallentare la vostra preghiera; infatti, sempre e comunque in tutti i luoghi Io vi dico: pregate, pregate, pregate, perché solo con la preghiera sarete sempre in unione a Dio e niente e nessuno potrà farvi del male!

 

Figli cari, come già vi dissi, la Chiesa è veramente in “stato di delirio”… Ma voi non dovete guardare, parlare con occhi e con parole umane; voi dovete ricordarvi sempre che la Chiesa è e sarà sempre guidata dallo Spirito Santo… Sì è vero, tremeranno anche le fondamenta delle chiese, perché la Chiesa è fatta di uomini e gli uomini peccano, gli uomini sbagliano, gli uomini sono tentati, gli uomini soccombono se non c’è veramente l’amore, l’amore infinito a Dio e alla Sua VERITA’!!

E quindi vi dico: figli, qualsiasi cosa succeda nella Chiesa ricordatevi cosa disse a Pietro, Gesù… che gli inferi non prevarranno su di Essa… mai, mai, perché è guidata da Gesù, dallo Spirito Santo, dal Padre e da Me che sono la Maestra degli Apostoli e di conseguenza la Maestra di tutti i Papi.

Non abbandonate il Mio figlio diletto, ha molto bisogno delle vostre preghiere… non tralasciate di pregare per lui… Io lo proteggo, ma voi dovete pregare per lui, per le sue intenzioni e per le Mie. Ricordatevi: i Miei figli prediletti, oggi molti di loro sono allo sbando, tentati, tentati in maniera subdola dal nemico… molti fatti di cronaca vi faranno pensare cose non vere, ma voi turatevi gli orecchi, non ascoltate le parole del maligno, ascoltate ciò che vi dice la vostra Mamma!

Ricordatevi le mani consacrate, pregate per loro… Se mancano le mani consacrate non ci sarà più un Battesimo, non ci sarà più una Cresima, non ci sarà più una Santa Eucaristia, non ci sarà più il Santo Sacrificio, non ci sarà più l’assoluzione dei peccati… e allora sì, e allora sì che veramente la terra tremerà e soccomberà sotto la sferza del drago maledetto… E quindi figlie Mie, figli Miei, pregate, pregate affinché i Miei figli prediletti non soccombano sotto la sferza del diavolo! Molti ne sto perdendo, ma voi pregate per loro, pregate per i Miei figli… ricordatevi: se mancano i sacerdoti Santi voi non avrete perdono!

E allora preghiamo, preghiamo insieme il Padre della messe che mandi tanti, tanti operai Santi alla Sua messe…

Padre Nostro… Ave Maria… Gloria al Padre…

Pregate S. Michele, pregatelo in continuazione, pregatelo affinché, come ha già fatto, sconfigga le potenze nemiche… Pregatelo perché lo sconfigga nei vostri cuori, nelle vostre case, nei vostri ambienti di lavoro, nei luoghi che frequentate di solito, e soprattutto pregatelo per la Santa Chiesa di Dio… Lui, lui, il condottiero dell’Altissimo, non si farà certo pregare inutilmente, anzi, è lì che con le sue Schiere Angeliche combatte e combatterà ancora… ed Io manderò miriadi, miriadi di Angeli a lottare affinché il mondo non impazzisca sotto la sferza del nemico!

Figli cari, ma vedete, vedete come sta andando questo mondo? Non c’è più un uomo saggio, non c’è più chi prega, non c’è più chi si sacrifica per un fratello… L’egoismo, l’orgoglio, l’“io” personale prevale su tutti… Tutti, tutti vogliono essere i “primi”, nessuno vuole essere servo dell’altro…

E Gesù di chi è stato “servo”? Servo dei Suoi servi… servi infedeli! Servi però che Lui ama, ama più di ogni altra cosa!

Figli cari… quando Io vi dico di essere attenti e vigili, lo dico perché oggi la finezza del diavolo è talmente fine che voi se non siete protetti dalla preghiera, avvolta dalla protezione delle Schiere Angeliche, dei Santi… voi non saprete nemmeno come combattere!

Quindi vi dico: siate vigili, sempre, comunque, in tutte le occasioni, in tutte le ore del giorno, in tutti i minuti… sempre invocate la protezione del Cielo, perché oggi, ancor più che nei tempi passati, IL PERICOLO E’ GRANDE… GRANDISSIMO!!!

Pregate, chiedete insistentemente la protezione della Trinità, della Triade, degli Angeli, dei Santi… Pregate, pregate per le anime purganti, perché loro pregano incessantemente per voi!

Pregate, pregate, la preghiera è alla base… è il vostro pane quotidiano! Poco, ma continua… non a pappagallo, come dite voi… no! Pregate con il cuore, pregate veramente con l’amore di figli, pregate come quel naufrago che ha bisogno di un appoggio sicuro per non affogare…

Sempre, sempre Noi siamo in ascolto… non vi abbandoniamo mai! Noi siamo vigili alla vostra preghiera, alla vostra supplica… ma voi dovete essere ancor di più svegli, affinché quando lo Spirito Santo vi ispira e vi suggerisce come dovete fare, comportarvi, pregare… essere veramente come Dio vi vuole… non dobbiate turarvi gli orecchi e ascoltare altre voci!

Ecco che Io, la Sposa dello Spirito Santo, vi dico: non vi allontanate dalla vostra Mamma… la Mamma del Cielo tutto può, tutto sa e tutto può verso coloro che si affidano a Lei.

EccoMi qua, figli cari, non aspetto altro che di porgervi la Mia Mano, donarvi il Mio Amore e il Mio Cuore. Il Mio Amore è GRANDE, E’ IMMENSO e vi avvolge tutti, buoni e cattivi… Certo che i buoni riconoscono il Mio Amore, i cattivi no… ma voi, ma voi che dite di essere i “Miei”, fate veramente gli Apostoli dell’Amore. Donate amore, siate veramente l’espressione dell’Amore… E qual è l’espressione dell’Amore? Ve l’ho già detto: un sorriso, una carezza, una dolce parola, un dolce rimprovero… un bacio… un silenzio anche, perché spesse volte bisogna tacere per far capire il Nostro Amore… Non sempre la parola esprime l’amore, ma uno sguardo, un sorriso, anche il silenzio può esprimere veramente ciò che siamo dentro e ciò che vogliamo donare agli altri…

Allora ricordatevi, ricordatevi sempre: voi dovete essere veramente lo specchio dell’Amore della Triade Divina!

Invochiamo il Padre affinché vi dia questa Sapienza del cuore, dell’Amore e della pace, della gioia e della serenità!

Padre Nostro… Ave Maria… Gloria al Padre…

 

Carità figli, carità ci vuole in questo mondo, anche contro tutte le diverse possibilità di capirlo… Cos’è la carità? Carità è porgere il vostro aiuto a un vostro simile, a un vostro fratello, carità è non essere orgogliosi, non sentirsi superiori, non fare mai pesare all’altro, magari la vostra superiorità, in un argomento, in un attività. Tutto deve essere umiltà, fraternità, amore, condivisione, unione… e tutto e tutti dovete avere un solo abbraccio l’uno per l’altro, l’abbraccio che Gesù vi dona. Quell’abbraccio in cui afferrandovi con le Sue dolci Mani, le Mani piagate dai chiodi, vi stringe a Sé, al Suo Cuore trafitto!

Com’è dolce, dolcissimo tenere la testa sul Cuore di Gesù… quanta dolcezza, quanto Amore, quanta Grazia… Io tante volte ho appoggiato il Mio Capo sopra il Suo Cuore, e Lui tante volte ha appoggiato il Suo Capo sul Mio Cuore… due Cuori uniti in un unico abbraccio… un Santo abbraccio nell’Amore Divino.

Ed ecco che qui figli Miei, vorremmo tenervi tutti stretti nei Nostri Cuori, potervi stringere e dirvi: venite a Noi voi tutti che siete affaticati, oppressi, stanchi, desolati, afflitti, malati, perseguitati… Ecco, venite nei Nostri Cuori… vi abbracciamo e non sentirete più tutte queste brutte sensazioni…

Ecco figli, in un unico abbraccio Io vi stringo a Me, vi porto nel Mio Cuore e vi dono a Gesù. E Gesù niente Mi rifiuta, tutto ciò che Gli dono lo accetta perché glieLo dona la Mamma Sua… ed Io tutti voglio portarvi da Lui… tutti!

Quindi vi prego figli, ascoltateMi, seguiteMi, pregate e non siate egoisti, siate generosi, siate umili, siate buoni, siate Santi.

La Santità si costruisce giorno per giorno… nessuno è nato Santo… la Santità si consegue nelle piccole cose di tutti i giorni; ognuno, e già vi ho detto, ognuno nel proprio stato, ognuno nella propria famiglia, con i figli, con il marito, con la moglie, con i parenti, con il vicinato, con i luoghi di lavoro, tutto… giorno per giorno, ora per ora si costruisce la Santità!

A Gesù non servono cose grandi, Gesù vuole le piccole cose, perché le piccole cose le potrete fare tutti, saprete farle tutti le piccole cose; le cose grandi si fanno solo quando avete fatto il cammino dei piccoli… allora, allora sì che sarete veramente consapevoli e coscienti che più piccoli vi farete e più grandi diverrete! Ma non perché voi dovete essere superbi “Vedi, io mi sono fatto piccolo e ho cose grandi!”… no! “Io mi sono fatto piccolo e ancor più piccolo voglio essere e diventare”; è lì la vostra grandezza, è questa la “superiorità” di chi invece vuole diventare grande!

Voi aspirate sempre alle cose piccole e allora sarete grandi! Avrete veramente la Sapienza perché, ricordatevelo, la Sapienza di Dio è nella sapienza dei piccoli…!

Avete capito figli Miei? Non orgoglio, ma umiltà e piccolezza… queste saranno le grandi cose che vi faranno, nella vostra piccolezza, grandi nel Cuore del Padre… Capito?

Preghiamo il Padre affinché vi doni la Sua Benedizione, vi elargisca tutti i Doni che vi servono per seguire quanto abbiamo detto adesso.

Quindi il Padre vi doni la Sua Santa Benedizione…

(Qui inizia la preghiera di intercessione per tutti noi della Madonna al Padre Celeste…)

 

Ti chiedo Padre, Sposo Santo, Onnipotente Signore, Dio del Cielo e della terra, di tutti gli uomini, di tutte le cose visibili e invisibili; Io ti chiedo con umiltà e fervore: manda la Tua Parola e il Tuo Santo Spirito su questi Tuoi figli, affinché istruiti dalla Tua Santa Parola possano diventare quei piccoli grandi uomini e donne nel Tuo Cuore. Infondigli tutte le Grazie necessarie affinché possano piacerTi… e poi conseguire negli ultimi momenti della loro vita, la Tua Pace, la Tua Grazia, la Tua Gioia e l’Amore e il Tuo Santo abbraccio.

Vi benedica il Padre Onnipotente creatore del Cielo e della terra… in Nome del Figlio e dello Spirito Santo… Amen.”

 

(Si conclude così l’intervento e la Parola della Madonna… ognuno poi dà la propria testimonianza, si leggono i brani della Bibbia che abbiamo aperto a conferma di quanto vissuto in questo incontro… Sia lode a Dio per la Grazia che ci dona ogni volta. Viene letta, per terminare l’incontro, una preghiera di S. Ignazio di Loyola e ci congediamo dandoci appuntamento per la settimana prossima.)

12.10.2006