Skip to main content

Cenacolo n. 21

Posted in

(Incontro cenacolo N. 21. Siamo in casa di V… tutto è sistemato nel nostro altarino… iniziamo con un Pater, Ave e Gloria e l’invocazione allo Spirito Santo…)

 

Oggi il Padre Celeste si degna di parlarci…

“Vi benedico figli… e benedico questa casa affinché la pace discenda su di essa e su tutti i componenti, il nucleo famigliare… e benedico voi figli che siete intervenuti ancora una volta al richiamo del Padre vostro Celeste che vi vuole riuniti in fraternità, armonia e pace e amore.

La gioia sia nei vostri cuori e nel vostro spirito. Abbiate, abbiate tanta fiducia nella volontà che voi sottomettete a quella del Padre vostro, affinché possiate divenire veramente un cuor solo e un anima sola con Colui che vi ha creato.

Figli, la vostra disponibilità e la vostra unione in preghiera e in adorazione alla Parola vi merita veramente un elogio da parte Mia.

Figli cari, Io voglio darvi oggi la Mia Parola di Padre affinché non pensiate che siate soli… Non siete soli, mai siete stai soli nella vostra vita, anche quando voi eravate lontano da Me!

Figli, non c’è Padre più buono del vostro Creatore, perché vi conosce fin nel profondo… Quando pregate con i Salmi in cui dite che Io vi scruto, vi conosco… è vero! Io scruto ogni vostro gesto, ogni vostra parola… e so già tutto ancor prima che voi la deponiate sulle vostre labbra e nel vostro cuore e nella vostra mente… Io so già tutto! E so ciò che avete dentro il vostro cuore… Io so se voi avete l’amore, Io so se voi avete risentimenti, Io so se avete la pace, se avete la concordia nel vostro cuore… e allora, quando vedo che ciò che non è buono dentro di voi, cerco di ripulirvi, con un po’ di sofferenza… ma questa sofferenza non vuol dire sempre e comunque “punizione”; sofferenza vuol dire purificazione, liberazione di ciò che non è buono! E’ come una ferita putrida che se viene incisa butta fuori tutto ciò che non è buono… così Io voglio spurgare dai vostri cuori e dalle vostre anime tutto ciò che non è Mio!

Figli cari, non siate arrendevoli sbagliando… siate arrendevoli solo nell’Amore del vostro Padre Celeste. Quando voi chinate il capo, chinatelo per l’obbedienza al Padre, non perché siete sotto le grinfie del nemico… allora sì che il nemico vi ghermisce e vi porta lontano da dove Io non vorrei che voi foste!

Figli cari, Io desidero immensamente con tutta la Potenza del Mio Amore, avervi tutti con Me, nel Mio Cielo!

Che delusione però quando i richiami che Io vi do, per mezzo del Mio Figlio, per mezzo della Mia Sposa, per mezzo degli Angeli, dei Santi, per mezzo dei Miei strumenti… e voi non ascoltate…! Che delusione, che delusione… ma non desisto, non desisto dall’opera di salvezza che Io ho mandato sulla vostra terra!

Io ancora oggi cerco tra tutte le Mie creature coloro che veramente abbassino il capo e dicono “Sì Padre, la Tua Volontà si compia in me e in tutte le Tue creature!”.

Sì, quante volte lo sento dire… però mai per intero è stato veramente fatto ciò che voi avete detto e promesso… Ma non vi punisco, non voglio mortificarvi più del necessario, ma voglio dirvi: ricordatevi, la Mia Volontà è libertà del vostro amore, la Mia Volontà è sapervi liberi della scelta tra il bene e del male, la Mia Volontà è mettervi le ali ai piedi e volare in alto verso l’Eternità Celeste

Quale, quale altro dio si abbassa così sulle proprie creature… quale altro dio è qui ad implorarvi di non deviare il vostro cammino di Santità, perché ognuno di voi ha un tracciato di Santità nel vostro percorso di vita.

Alcuni di voi dicono “sì” e corrono veloci, ma poi l’affanno della corsa vi fa arrestare, e allora vi fermate… e in quella sosta ecco… che subentrano le tentazioni, il cedimento…

Figli cari, la corsa alla Santità non è come voi la intendete… la corsa alla Santità è il camminare sui sentieri di Dio, del vostro Padre, che qui vi dice che vi ama e che sempre sarà accanto a voi, se voi Lo ascoltate, se voi vi unite alla Volontà Mia!

Figlie, alcuni di voi dentro il proprio cuore sta dicendo “Non è facile!”… Ma non è facile il cammino di un neonato: uno nasce… e poi, piano piano, piano piano, fa il suo percorso di vita… e così è la Santità! La Santità è il camminare giorno per giorno sui sentieri di Dio, sui sentieri che il Padre vostro vi sta tracciando, ora per ora, minuto per minuto, ma che le tenebre di questo mondo hanno velato… e voi non vedete il vostro percorso…

Vi lamentate, siete dei figli che piangono sempre, in continuazione… chiedete, chiedete, chiedete, ma non sapete chiedere e non sapete accettare! Talmente siete presi e pregni di voi stessi che non vedete le Grazie che giorno per giorno Io metto sul vostro cammino... i Doni che giorno per giorno Io vi do!

Pensate che il primo Dono E’ LA VITA…!

Alcuni di voi penseremmo “Eh… ma è una vita tribolata, non abbiamo mai niente, dobbiamo fare tutto…” Figli Miei, niente e nessuna cosa è scontata sul sentiero di Dio… niente! L’unica cosa che è certa per voi, per il vostro cammino, è che Io sono sempre presente… PRESENTE!! Sono invisibile ai vostri occhi, ma alla vostra anima no! La vostra anima anela a ritornare a Me… ma, spesso la vostra anima è appesantita dal vostro peccato, di qualsiasi genere… ma Io sono qua, sono qua accanto a voi e in mezzo a voi!

Molti, molti Mi dicono “Signore torna a camminare su questa terra!”… Ma Io ci sono, vivo in mezzo a voi e voi non Mi vedete, e voi non Mi sentite… anzi, Mi calpestate, Mi oltraggiate, Mi bestemmiate, Mi accusate di tutto ciò che succede nel mondo! Quanti di voi dicono “Eh, se ci fosse veramente un Dio…!” IDDIO C’E’… e vede tutto, sa tutto, e niente, assolutamente niente è sconosciuto al vostro Dio… ma tutto ciò che succede nella vostra terrà è causa del vostro peccato… non è causato da Dio!!

Figli, voi Mi dite in continuazione “Padre, opera, opera su questa situazione, Padre opera su quest’altra, Padre fammi questa Grazia…” ed Io vorrei, vorrei veramente con tutto il Mio Amore dirvi “Sì figlio, ti concedo ciò che tu Mi hai chiesto”… ma quante volte vi ho concesso ciò che Mi avete chiesto e poi Mi avete girato le spalle…? Ma Io non vi abbandono lo stesso… per Me siete figli tutti uguali; tutti vi ho fatto partecipi alla Redenzione del Figlio Mio… E la Mia Sposa quante Grazie, quante volte vi ha liberato dai castighi che avreste dovuto avere… ma le Sue incessanti preghiere al Mio Trono vi ha risparmiato... o quella sofferenza, o quella disgrazia…

Ma voi ancora non capite… tutto vi sembra vi sia dovuto!

Figli, dopo una sofferenza dite sempre “Ora basta, non ne posso più… basta!”. Ma quante volte avete sentito la Madre e il Figlio Mio dire “Basta, basta Padre, non voglio più…”? MAI! Anzi… per il bene di tutte le creature hanno detto sempre “SI’”, “Sì Padre, sì Padre, la Volontà Tua, non la Nostra…”; è per questo che sono alla Destra del Mio Trono!

Figli cari, Io non voglio essere duro con voi, vorrei carezzarvi, e lo faccio ogni attimo della vostra vita… Ogni respiro che Io effondo sulla terra è una carezza che Io vi dono, ma che molte volte voi non percepite perché siete lontani da Me… siete talmente oppressi dalla vostra umanità che non sapete riconoscere una cosa buona da una cosa meno buona.

Ed ecco che Io dopo avervi detto di non lasciarMi mai, ma di seguire sempre la Parola, vi dico: figli, figli adorati, figli tanto amati e sudati Sangue dal Mio Figlio Divino… Lui vi ha conquistato i posti nel Paradiso… ma non vuol dire, figli cari, che se Lui vi ha ottenuto la Redenzione, voi avete già chiuso il conto… NO, non avete compreso! Gesù vi ha riscattati… ma ciò che Lui ha fatto, a vostra volta dovete riscattarLo… con le vostre buone opere, con i vostri buoni pensieri, con le vostre buone azioni, con la vostra preghiera, con la vostra adesione e abbandono tra le Braccia di vostro Padre… e allora sì che allora sarete partecipi e salvati!

Fate conto che voi avete bisogno di comprare un qualsiasi cosa, ma non avete il denaro per affrontare questa spesa… Allora cosa fate? Andate a chiedere un prestito! Il direttore della banca vi elargisce i soldi che vi servono e allora voi potete comprare ciò che vi occorre… ma con questo avete eliminato il vostro debito con la vostra banca? NO! Voi dovete, piano piano, reintegrare i soldi che vi è stato prestato…

E così ha fatto Gesù per voi; Gesù vi ha elargito della Sua Vita, del Suo Sangue, della Sua Grazia, del Suo Amore e della Sua Redenzione… vi ha riscattato, ma voi dovete RESTITUIRE ciò che vi è stato dato affinché possiate pareggiare il conto!

Spesse volte voi dite che è troppo gravoso: è vero… però ricordatevi che il Padre vostro, e ve lo dico con tutto l’Amore che Io ho per voi, non vi dà mai una sofferenza, una prova, una qualsiasi cosa da affrontare senza che voi possiate affrontarla e sappiate affrontarla!

Quando voi arrivate al limite delle vostre forze e dite “Padre non ce la faccio…”, state tranquilli che Io non Mi faccio vincere in generosità e vi elargisco tutti i Doni e le Grazie che vi servono per poter riscattare più facilmente il vostro debito verso Gesù, nei confronti del Padre.

E allora figli cari… nell’Amore immenso che Io ho per voi, vi dico: non abbandonate la vostra pratica nel bene operare, nell’“ascoltare”… non “sentire”, “ASCOLTARE”; ascoltare, si medita… sentire, vola ai quattro venti e non si ricorda niente… L’ascoltare è il meditare e fare proprio ciò che abbiamo udito.

E allora Io vi dico: fatevi Santi come Io voglio che voi siate, affinché Io possa abbracciarvi quando è giunta l’ora di restituire il vostro debito, tutto per esteso al vostro Dio…

Ricordatevi: non vi fate mai mancare i Sacramenti, la preghiera… e l’unione costante al Figlio, alla Madre, allo Spirito Santo e al vostro Padre che vi ama più di ogni altra cosa che ha creato!

Vi benedico e vi effondo tutte le Grazie necessarie affinché possiate veramente sentirvi figli prediletti e diletti del Mio Cuore… La Benedizione discenda su di voi e con voi rimanga sempre… Amen!”

 

(Ognuno fa la sua testimonianza toccante, dopodiché chiudiamo l’incontro dandoci appuntamento per la settimana successiva. Iniziato alle 21.40 e terminato alle 23.15)

26.10.2006