Skip to main content

Cenacolo n. 31

Posted in

(Eccoci di nuovo insieme per questo 31° incontro. Il nostro gruppo si riunisce a casa di D…, siamo elettrizzate come sempre al pensiero che ogni settimana il Signore ci offre nuove possibilità di unione e comunione fraterna, ci sentiamo sempre più legati e sempre più desiderosi di essere una piccola comunità che prega e cerca di compiacere il Signore nella preghiera e nel fare tesoro degli Insegnamenti che ogni volta ci dà… tutto è già pronto per la preghiera come al solito; invochiamo lo Spirito Santo che ci guidi e attendiamo l’evolversi del nostro incontro…)

 

Parla Gesù Bambino:

“Lode, Lode, Lode a Dio nell’Alto dei Cieli e Pace agli uomini di buona volontà.

EccoMi qua, piccolo Bimbo, riunito in questa Mia famiglia. Lode al Mio Padre e allo Spirito Santo e alla Vergine Madre che col Suo “sì” Mi ha dato alla luce.

Lode, Lode, Lode e Onore e Grazia, Benedizione, Potenza a Dio Padre su questo mondo! Ave o Figlia di Sion, Madre di tutte le genti, Madre del Tuo Figlio Divino, Madre Tenera, Dolcissima, Amabile… EccoTi qua i Miei figli, Miei fratelli…

Che Gioia, che Gioia nei cuori; Gioia immensa vedere nei cuori la Gioia di Dio, la Gioia del Padre, di Te Madre, dolce Madre, dolce Madre Mia!

Stretta al Tuo Cuore Io porto il Tuo Amore, il Tuo Amore di Madre, il Mio Amore di Figlio!

Niente è più bello di questo momento; poter baciare i Miei fratelli, poter dire “Vi amo fratelli!”. Grazie, grazie di tutti i vostri baci, le vostre carezze, grazie, grazie, Mi avete dato veramente un gran dono!

Delizia del Mio Cuore, Amore, Gioia e tanto Perdono alle anime vostre. Gioia nelle vostre case, nelle vostre famiglie, nelle vostre piccole culle dei vostri bimbi, anche se grandi, ma piccoli nel Nostro Cuore.

Pace, Pace, Gioia, Onore, Benedizione da Gesù, vostro Fratello, piccolo… ma tanto Grande e Potente agli Occhi del Padre!

Tutto Io posso in questo periodo di Pace, di Gioia… Gioia incontenibile, inesprimibile per tante creature che son tornate al Padre, e con lo spirito e con il cuore.

Gioia, Gioia, Felicità, Amore… a tutti, a tutta la Terra che accetta Gesù, il Figlio di Dio e Figlio dell’Uomo.

Baci, Baci, Carezze, Benedizioni, Amore, Gioia a tutti coloro che Mi amano e a cui Io do tanto Amore, tutto l’Amore del Mio Cuore, del Mio piccolo, grande Cuore. Gioia, Amore, Pace, Serenità, successo nella vita, ma non quello del mondo, successo nella vita insieme a Me, alla Madre, a S. Giuseppe… il Mio padre, il Mio padre terreno, che nessuno o poco si rammenta, ma grande, grandissimo nel Cuore del Padre.

 

Figli, figli della Luce… perché voi dovete essere figli della Luce, come Io sono Figlio della Luce, voi dovete essere figli, figli della Luce… la Luce del Cielo, la Luce che emana il Padre con la Sua Santa Benedizione, con lo Spirito Santo, con l’Amore della Madre Mia che vi ama tutti di un Amore unico… IMMENSO!

Gioia, Gioia, Gioia, Eternità senza fine nei vostri cuori, nelle vostre case, nelle vostre famiglie dove Io son custodito come Oracolo e come Ospite d’Onore. Gioia, Gioia, Benedizione in questa casa e in tutte le case in cui Io sono al primo posto, al PRIMO POSTO!

Ecco, il Piccolo di Dio che ha il primo posto nella casa degli uomini… quanta Pace, quanta Dolcezza, quanto Amore… sprigiona da quel piccolo Gesù che a voi avete… Voi, voi non riuscite a comprendere, ma i Miei Occhi a quanto vi guardano, vi guardano con un Amore immenso, infinito… Ed Io non finirò mai di guardare i Miei fratelli, ora che sono piccolo, ma i Miei figli quando sarò grande.

Tutto, tutto attorno a Me voglio, lo desidero con tutto il Mio Cuore… che sia Pace, che sia Gioia; Io vi porto Pace, non vi porto dolore… vi porto Gioia, vi porto, vi porto… la piccolezza, la Piccolezza di essere l’Amore, l’Amore Incarnato… l’Amore, l’Amore Indiviso, l’Amore incontenibile… non so come dire… ho tante Parole da dirvi, ma Mi esplodono dal Cuore così, sempre uguali ma… sempre nuove! E’ vero, sono sempre nuove le Parole del piccolo Gesù…! Io ora non so parlare perché sono piccolo, ma il Mio Cuore, la Mia Mente, le Mie Labbra, tutto Me Stesso emana Santità a voi!

StringeteMi, stringete nel cuore questa grande Grazia che vi sarà compagna nei momenti di tribolazione. Pensate al piccolo Gesù che vi ama… vi ama immensamente, vi ama e vi dice: grazie, grazie, grazie, grazie…

 

Sia lodata Maria, la Madre Mia… AMATELA, AMATELA, AMATELA… E’ tanto Grande, tanto Grande e tanto POTENTE presso Dio!

Ed Io, perché sono piccolo… essendo piccolo Mi diverto a fare “Grande” la Madre… perché così è: GRANDE NEL CUORE DEL PADRE!

E allora rivolgetevi alla Madre, alla Madre… è Lei che intercede per voi, è Lei che vi dona tutte le Grazie necessarie… al vostro bene, alla vostra vita, alla vostra riuscita della vita.

Perché Io sono piccolo è vero… ma sono tanto Sapiente, ho la Sapienza di Dio Padre in Me… e vi dico che quando siamo piccoli, non solo di età, ma “piccoli”… ci facciamo “piccoli” per diventare “grandi”… nella Sapienza del Padre Mio, che ve la dona se la domandate!

Ed Io, così piccolo, guardo Mia Madre e dico “Mamma cara, Mamma cara, esaudisci questi Miei fratelli… abbi pietà di loro come Tu hai pietà di me e Mi coccoli e Mi tieni tra le Tue Braccia e Mi baci e Mi ami… Così come ami Me, ama questi Miei fratelli che Ti amano, Io lo so, Ti amano… E come loro Ti amano, fa che anche altri possano seguire l’esempio di questi Miei fratelli.”.

 

Ciao fratelli, ciao… Vi amo tanto; adorate il piccolo Gesù e avrete tante Grazie, nelle vostre case, nella vostra famiglia.

Che Dio vi benedica e lo Spirito Santo vi illumini di tanta Gioia, di Pace e di Benedizione.”

(Ognuno di noi ringrazia per le Parole che Gesù Bambino ci ha donato con tanta Gioia, poi leggiamo una profonda Meditazione sui Misteri della Luce che nostro Signore aveva dettato tempo addietro al Suo strumento A. Tutti insieme preghiamo un Pater, Ave e Gloria quindi riprende nuovamente Gesù Bambino con queste Parole...)

 

“Dovete dire:

Sotto la Tua Protezione cerchiamo rifugio, Santa Madre di Dio; non disprezzate le suppliche di noi che siamo nelle prove e liberaci dalle insidie del male, o Vergine Gloriosa e Benedetta.

 

Benedetta Madre Mia, Benedetta Madre Mia… vi ama tanto; voi dovete sempre implorarLa così… voi dovete implorarLa come bambini… siete Suoi bimbi!

Ed Io, ogni qualvolta sento le vostre suppliche, Io vado al Manto della Mamma Mia e Gli dico “Ascolta Mamma, prega per loro”… ed Io prego con Te… e tutte le mamme insieme devono pregare così la Mamma Mia per i loro figli!

Oggi purtroppo i figli sono sbandati… si lasciano guidare da brutti propositi… Ma se ascoltano un po’ la Voce del piccolo Gesù che li chiama in continuazione e gli dice “Vieni fratellino Mio, non ti allontanare, non ti allontanare dalla Mia Mamma”… Io sono contento, perché se stanno accanto a Me nulla gli succede! Io sono il Figlio di Dio; cosa può succedere a un fratello che sta accanto a Me e si lascia guidare da Me? Nulla succederà di male, anzi… il Mio Cuore sarà pieno di Gioia, perché si fideranno di Me fin da piccoli.

Mamme, Mi raccomando… battezzate i vostri figli appena nati! I pericoli di questo mondo sono molto grandi e se questi piccoli non hanno la Protezione dello Spirito Santo… quanta angoscia nei loro cuori! Loro sono piccolini e non lo sanno, ma le mamme incoscienti lo sanno…

Povere donne, poveri uomini… NON CAPISCONO, non capiscono che lo Spirito Santo illuminerà la loro vita, anche nei piccoli e nei grandi problemi.

 

Ma Io oggi voglio essere gioioso, sono gioioso! Però… vedo tante cose che non vanno in questo mondo…

Sapete… molti Mi hanno rifiutato ancora… Molti non capiscono la Mia Venuta… che peccato, perché hanno già rifiutato la Grazia che Io potrei dargli… e già sono morti… non vorrei…

Non voglio piangere, ma il Mio piccolo Cuoricino batte, batte, batte proprio per quelli che non Mi vogliono riconoscere, anzi… Mi buttano dalla finestra… Mi odiano!

Cosa può fare un piccolo Bambino di male… se non portare Luce, Gioia… e invece chi vive nelle tenebre ha paura di questa Luce che il Mio Corpo emana, i Miei Occhi illuminano, la Mia bocca esprime tutto l’Amore del Mio piccolo Cuore, ma… l’Amore immenso del Padre!

Sono piccolo è vero, e come piccolo Uomo devo imparare a vivere su questa Terra. Non vorrei viverci su questa Terra perché… c’è il nemico che Mi combatte…

Io sono piccolo è vero, ancora non posso manifestare agli uomini la Mia Potenza… e satana lo sa; e allora approfitta di questa Mia “piccolezza” per diventare grande, ma… soccombe, soccomberà sempre, perché la Mano del Padre è sempre più in Alto, è Potente…! Le Sue fiamme di fuoco ardente bruciano… e lui soccombe!

Ma… lui rialza la testa perché molti lo adorano!! Al posto del piccolo Gesù adorano la superbia di satana!

Io lavoro nel Mio piccolo essere Uomo-Dio, ma molti uomini lavorano per coprire la Potenza di Dio e innalzare colui che è odio, che è disamore, che è tenebra!

Venite a me, venite a me… voi, voi che siete affaticati, depressi, malati… venite a Me anche se sono piccolo, ma il Mio Amore vi libererà da tutte le vostre angosce, da tutte le vostre miserie; Io sono piccolo è vero, ma sono quel Dio Potente che Si è fatto piccolo proprio perché voi non dobbiate aver paura di avvicinarvi a Me!

E’ questo il motivo per cui il Padre ha mandato Me… Mi ha mandato per potervi far capire che Dio Padre è DOLCE E AMOROSO; non è superbo, non è irascibile, non è cattivo; il Padre E’ UMILE, E’ DOLCE, MISERICORDIOSO, PIENO DI BONTA’, AMOROSO… e pieno di Grazie da donare ai Suoi figli che Lo desiderano, che Lo amano, che Lo seguono. Ha mandato Me piccolo, per farvi vedere come si può essere “piccoli” e “grandi” nello stesso tempo: nella Piccolezza ma nella Grandezza di Dio!

Io ho fatto e ho vissuto la vita di bambino! Molte cose il Padre Mi oscurava, affinché Io non potessi manifestare appieno la Mia Potenza di essere Figlio di Dio! Molte cose sembrava che Io non Lo conoscessi… come Dio le conoscevo, ma come Uomo, come Bambino, Io ero sottomesso alla Volontà del Padre Celeste, ma del padre Mio Giuseppe, il padre terreno… grandissimo uomo, grandissimo padre, grandissimo sposo della Mia Mamma.

Che Amore, che Amore nella Nostra Famiglia, che Unione… silenzio, adorazione, preghiera… UNIONE!

Non c’erano molte parole da dire, perché quando delle anime si amano non hanno bisogno di parlare, parlare… basta uno sguardo, basta un gesto, una carezza, un bacio, un piccolo sussurro… e tutto si compie!

E invece, nelle famiglie terrene… ah… i Miei poveri Orecchi… non sentono altro che arrabbiature, imprecazioni… “Hai torto tu, ha torto lei, ho ragione io, ha ragione l’altro, fammi così, non farle così…”; No… SILENZIO! Prendete esempio dalla Madre Mia; la Madre Mia anche quando doveva dirMi qualcosa, Mi chiamava, Mi diceva… “Gesù”, ed Io subito “Sì Mamma”… e la Mamma Mia Mi diceva “Fai questo, dimMi questo, portaMi questo, aiutaMi, preghiamo insieme…”; ed Io a una Dolcezza così, come potevo nasconderMi? Non era possibile! Non potrei mai nasconderMi alla Madre Mia… soltanto per il dolce Sorriso che Lei ha per Me. Non potrei mancare di vedere anche solo un Sorriso della Madre Mia, come non posso nasconderMi quando vedo le Lagrime sgorgare dai Suoi Occhi… Ma non sono Lagrime per qualcosa che Io ho fatto, ma sono Lagrime di ciò che LEI SAPEVA che avrebbero fatto di Me!... E allora in silenzio le Sue Lagrime Le rigavano il Suo Volto… e pregava il Padre affinché potessi affrontare tutte le Prove che avrebbe dovuto affrontare con Amore, Rassegnazione e Obbedienza.

 

Ma oggi Gioia, oggi sono Nato, oggi vivo nella piccolezza del Mio Essere piccolo Neonato… Neonato nel mondo, Neonato spero, in cuori nuovi, nelle anime nuove, in cui la Gioia si fa spazio, penetri i cuori e possano sgorgare lagrime di Gioia, di ringraziamento alla Madre Mia e vostra, che Mi ha portato qui su questa Terra a fare vedere che per essere “grandi” basta assomigliare al piccolo Gesù, che sono Io, qua, Mi mostro a voi nella Mia piccola età.

E vi voglio bene, vi voglio bene tutti, vi amo, vi amo di un Amore immenso, ora da piccolo, ma quando sarò più grande il Mio Amore sarà talmente Infinito, così Potente, così Grande… che vi darò la Mia Vita!… La metterò ai vostri piedi per farvi capire perché un Dio Si è fatto Carne per abitare in mezzo a voi, con voi, in voi, sempre!!

 

Vi dico, vi dico ancora un ultima cosa… ed ora vi parlo, vi parlo con Tuono di Voce: siate Veri, non fate che il vostro Amore sia solo lo spazio di un attimo; è vero che la vostra vita è un soffio, ma quel “soffio” deve essere tutto diretto verso la Casa del Padre!

Io sono qui, sono disceso dal Cielo proprio perché voi capiate che… la vita a voi sembra lunga, ma è un soffio e quel soffio passa presto, e voi dovete essere legati a Me così… a doppio filo… in modo che voi non dobbiate mai allontanarvi da Me. E ancora vi dico: portate, portate la Mia Parola nella Verità, con Verità, a chi non vi conosce. PortateMi anime, portateMi anime, ho sete delle anime dei Miei figli… già da piccoli parlategli di Me, fateMi conoscere, ditegli ai piccoli che c’è un piccolo Bambino che è nato per loro, che li ama e che li vuole portare nella giusta Strada essendo suo Compagno di vita, di percorso… Io crescerò con loro se voi Mi farete crescere in mezzo a loro… e poi quando saranno grandi saranno loro a portare il piccolo Gesù ad altri; così il mondo cresce, così le anime vengono a Dio e si santificano.

Ora voglio dirvi che ogni bacio che darete a Me nella Mia culla, sarà una Grazia che Io porterò al Cuore del Padre Mio, e questo tempo di Natale faccia veramente di voi delle mamme che amano immensamente e donano immensamente e… si donano… unitamente a Gesù Bambino, a Maria la Madre e a Giuseppe il Suo sposo e Mio padre terreno.

Vi benedico mamme Sante, vi benedico voi e tutte le vostre famiglie, che ci sia la Gioia di Gesù Bambino, che ci sia la Pace, che ci sia la Serenità e… quando vedrete un bambino baciatelo in Nome di Gesù Bambino e così gli porterete la Benedizione del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e della Mamma Mia Maria.”

 

(Ogni membro del cenacolo ringrazia sentitamente per l’intervento di Gesù Bambino e si chiede la Sua Intercessione presso il Padre Santo per il piccolo T…, un bambino molto malato.

L’A.. fa la sua testimonianza e legge un passo che parla proprio di Gesù Bambino e che aveva scelto giorni addietro ignorando ancora, naturalmente, che oggi proprio Gesù Bambino avrebbe parlato. Il passo è tratto dai Quaderni di Maria Valtorta del 1945-50 ed è datato 2-3 Gennaio 1946 pag. 172-173)

04.01.2007 (iniziato alle 21.30 e terminato alle 23 circa.)