Skip to main content

Cenacolo n. 33

Posted in

(33° incontro-cenacolo a casa di A… Iniziamo immediatamente con le preghiere di accoglienza e, a sorpresa, in queste preghiere ci accompagna la Voce dolcissima di Gesù Bambino. Dopo, come ogni volta, invochiamo lo Spirito Santo su di noi con il canto “Inondami Signore col Tuo Spirito” e immediatamente una “voce” nuova che si presenta a noi con il nome di Laura inizia a parlarci…)

 

“Buonasera a questo cenacolo… che piacere… sono qui… sono piccola, ma sono Santa, mi hanno fatto Santa!

Mi chiamo Laura… sono tornata tra le Braccia del Padre all’età di 14 anni… ma tutto è così bello Quassù… e vorrei potervi dare un po’ della mia gioia; è tanto grande per un cuore piccolo, ma tanto immenso è l’Amore del Padre e di Gesù e della Madonna che, questa sera voglio donarne un po’ anche a voi.

La mia vita non è stata molto facile… ma il Signore ha voluto che un piccolo fiorellino del Suo Campo vivesse un po’ le tragedie della cattiveria umana per poi poter testimoniare con la propria vita piccola… che il SIGNORE AMA TUTTI… e Si serve di tutti, dai più grandi, dai più piccoli, per poter elargire le Sue Grazie e le Sue Misericordie.

Io ho vissuto pregando intensamente il Signore affinché levasse dalla condizione di schiava nelle mani di un uomo padrone, la mia mamma e me stessa e la mia sorella. La mia vita è stata un “offrirsi” per la Salvezza della mamma, perché rimasta da sola con 2 bimbe da crescere, pensava di poterci dare un secondo padre, ma… non fu un buon padre… perché era violento, era cattivo, picchiava la mamma e picchiava noi, e allora io chiesi al Signore di darmi la possibilità di salvare la mamma da questa situazione… e così Gesù mi ha accontentata! Abbiamo vissuto poi, la mamma, lasciando quest’uomo che non era poi suo marito, quindi avrebbe vissuto nel peccato e questo io non lo volevo… e allora il Signore mi ottenne la Grazia di liberare la mamma dai soprusi di quest’uomo cattivo… e liberandola, finalmente ritrovammo la pace e la serenità. Poi il Signore ha voluto riportarmi a Sé, e non c’è stata la cosa più bella, di poterLo riabbracciare e ringraziarLo per tutte le Grazie che mi ha ottenuto!

Non ho fatto molto nella mia vita giovane, ma ho amato Gesù e Maria con tutta l’anima e con tutto il cuore… con tutta me stessa, per la Salvezza della mamma mia e di tutti i peccatori del mondo; e Gesù ha accolto, ha accolto questa mia offerta e io ne sono stata tanto felice!

 

Ecco… in questi giorni io sono molto presente nella vita di questo “strumento”… sì perché, già il Signore mi ha permesso di poter dare una parola di conforto a una sua amica che lei mi ha sempre amato fin dalla tenera età e io sono stata sempre accanto a lei in tutti questi anni senza che lei lo sapesse; allora Gesù mi ha permesso, 2 giorni fa, di poterla chiamare e poterle dire ciò che lei aspettava da tanti anni.

E allora oggi ho approfittato, il Signore mi ha dato questa Grazia di poter restare con voi, e vi dico: voi siete mamme, siete nonne… mi raccomando… i vostri figli, i vostri nipoti, cresceteli nella Santità, nella sanità di spirito; avvicinateli a Gesù, non fate che loro fuggano la Presenza di Gesù nella loro casa, nella loro famiglia… Raccontategli di Gesù, di Gesù Bambino se sono piccoli e incominceranno ad amarLo veramente Gesù. Gesù è tanto Buono, è tanto Dolce, specie con i bambini; li accarezza, li bacia, li stringe a Sé come ha fatto con me e come fa con tutti i bimbi! Ricordate cosa disse agli Apostoli che scacciavano i bambini intorno a Gesù… “Lasciate che essi vengano a Me perché loro sono il sale della terra”. E allora, portateli i vostri figli, i vostri nipoti a Gesù, con tutti i mezzi… no con oppressione, ma con dolcezza, con delicatezza… ditegli che Gesù è un Fratello buonissimo, è amoroso… e se non fanno i birichini saranno premiati! Non è un ricatto, no… E’ LA GIOIA DI GESU’!

Oh mamme, nonne… sapeste che gioia sentirsi abbracciare e baciare da Gesù… le Sue Labbra sul nostro capo… le Sue Guance sulle nostre guance… quando ci accarezza, quando ci stringe a Sé… che meravigliosa sensazione di Amore, di totalità!

Ah… io mi beo a dirvelo perché E’ TANTO BELLO!! Tanto, tanta gioia esplode dai nostri piccoli cuori! E voi dovete insegnare ai vostri figli, ai vostri nipoti, che l’Amore di Gesù completa tutte le necessità di questa vita…! Non dovete costringerli, no… ma con dolcezza, con amore parlategli della Sua Vita di Bambino, di come obbediva ai Genitori, LUI CHE ERA DIO, di come portava rispetto ai Suoi Genitori, e Lui poteva comandare anche se piccolo… ma se voleva comandare non Si faceva piccolo, no? Poi ha voluto fare Sua la Vita, proprio per insegnare ai piccoli che la vita vissuta in obbedienza ai genitori, ai nonni, alle persone adulte è rispetto soprattutto a Dio, che Li ha messi i genitori, i nonni proprio per questa missione! E voi… mamme, nonne, non siate quelle che viziano, perché oggi molti, molti genitori viziano i figli per poter essere liberi di fare ciò che vogliono… NO, così perdete i vostri figli!!

 

Vedete… ai nostri tempi, io parlo di moltissimi, di un secolo e più (qui lo strumento ride…), tanto è passato il tempo della mia fanciullezza… però… a tutti i tempi ci sono sempre delle regole da rispettare! Vedete, care mamme… anche in Cielo ci sono le Regole da rispettare, cosa credete? E bisogna rispettarle se vogliamo stare accanto a Dio Padre, a vedere la Sua Luce, a bearsi della Loro Presenza… dobbiamo rispettare delle regole… e come si rispettano in Cielo bisogna rispettarle su questa terra, perché se non si rispettano qui non potremo godere poi della VITA VERA, le Gioie Paradisiache che il Signore ci offre. E allora, con dolcezza, con amore, con delicatezza, insegnate ai vostri figli, ai vostri nipoti, che l’obbedienza è la regola prima per essere veramente dei bravi figli…! Magari possono controbattere se una cosa non sembra giusta, ma voi sempre con amore, con dolcezza, con delicatezza ditegli il perché… Non dovete dire “E’ così e basta!” come fanno tanti, tanti… “Ho detto e si fa!”; no, così ottenete l’effetto contrario… perché i bimbi per natura sono un po’ ribelli, non vogliono stare sotto le regole. Anch’io quando volevo andare a giocare magari, e mamma mi diceva “No, devi fare questa cosa prima…”, io borbottavo insomma… ero bambina, mi piaceva fare delle cose, ma poi… come si può offendere l’amore materno? E pensare che offendendo così la mamma, avrei offeso la Mamma Celeste, Gesù… NO!

Questo dovete insegnare, questo è la base di una buona vita dei vostri figli! Se non hanno regole poi… vedete i risultati!

 

Questo strumento vive in un carcere nel suo lavoro, son tutti giovani… E’ triste vedere ragazzi di 14, della mia età, di 15, 16 anni, che per avere qualcosa in più rubano, feriscono… E’ BRUTTO!! Questo perché, perché non gli son state date delle regole buone di vita! Ricordatevi: chi tutto da in una sola volta, dopo non avendo da avere altro, cerca il “più” che è quello deleterio!

E allora… non voglio rattristarvi, io voglio darvi la felicità della mia venuta qua e vorrei abbracciarvi tutte e baciarvi tutte mamme e nonne e papi… Eh sì, non viene, il “papo” è nascosto… (qui lo strumento ride di gusto…) ce n’è uno solo qui presente… ma, ma è vero, è nel cuore di tutti. E’ nel cuore dei bimbi il papà, le mamme, le nonne, i nonni…

Vi voglio bene a tutti (i presenti rispondono “anche noi”) e vi dico: siate brave mamme, siate brave nonne, siate amorose, però siate anche dove è per insegnare le cose belle… vedrete che poi i vostri figli vi diranno “GRAZIE… grazie, grazie”.

E io dico a voi: grazie di avermi ascoltata e di avermi accolta nel vostro cenacolo; vi voglio bene e vi auguro tanta pace e tanto bene in nome di Gesù e di Maria! Mi chiamo… io mi chiamo Laura Vicuna. Ciao… ciao… ciao…”

Laura Vicuna

(I presenti ringraziano Laura del suo intervento. Lo strumento A… dice che sono giorni che sente una presenza accanto a sé, quella di questa bambina, di cui è particolarmente devota una sua cara amica.

Dopo l’intervento di S. Laura Vicuna leggiamo tutti insieme una preghiera per la guarigione interiore, poi Si inserisce la Voce di Gesù…)

 

Parla Gesù:

“Io dico a voi: cosa faresti tu quando ti offendono…? Sicuramente tu risponderesti all’offesa… Io invece sono rimasto in silenzio! Cosa faresti tu se ti deridessero? Io so cosa risponderesti… “Farei di tutto affinché si rimangiassero la parola!”… Io in silenzio perdonavo! Cosa faresti tu se ti schiaffeggiassero e sputassero addosso come hanno sputato e schiaffeggiato Me? So cosa faresti… prima di tutto passeresti alle mani e poi ti faresti ragione denunciando la persona… Io invece in silenzio subivo! Cosa diresti tu se oltraggiassero la mamma tua e gli dessero i titoli peggiori, le offese più umilianti…? Qui non transigo, la bestemmia a Mia Madre NON LA PERDONERO’ MAI!! E nemmeno allo Spirito Santo, poiché lo Spirito è la Terza Persona della SS. Trinità che discese sulla Vergine e L’ha fatta MADRE!

Chi bestemmia Mia Madre e lo Spirito Santo saranno puniti!! Io posso sopportare tutto e perdonare… ma questa grande offesa, NO!!!

Ecco cosa dico Io a voi; le domande sono già sul Mio Calvario E LE RISPOSTE LE SAI GIA’!!

Allora non vi rimane altro che di guardare il CALVARIO e la CROCE e là troverete le risposte alla vostra impazienza umana, alla vostra instabilità di umore, alla vostra imperfezione nell’amare e nel perdonare. Tutto lì si esplica e vi spiega e spiega tutto, tutto ciò che dovreste sapere per essere simili al vostro Dio e alla vostra Mamma del Cielo! Non vi dico altro e non risponderò ad altro sennò… fate e meditate il Mio Calvario e lì sicuramente troverete pane e meditazione per i vostri dubbi, le vostre incertezze e le vostre NECESSITA’ SPIRITUALI, che figlie Mie, quanto siete carenti… appena subito succede qualcosa… crollate!

Io vi ho fatto vedere e vi ho dato l’esempio, che anche nei più grandi flagelli che Mi sono stati inflitti, GUARDAVO CON AMORE E PERDONAVO… e chiedevo al Padre di perdonarli! Non dite “Tu sei Dio!”; Io sono Dio sì, ma in quel momento ero “Uomo”, e tutto il dolore e il male lo avevo addosso… e soffrivo… eccome se soffrivo, una sofferenza indicibile, insopportabile… ma per Amore ho sopportato e subito perché VI AMO… VI AMO… VI AMO!

Voi dateMi un pizzico… e Mi basterà per amarvi di più!

Ecco, ho risposto a tutte le vostre domande… e vi dico: se voi volete avere risposte Io sono lì nascosto dentro il Ciborio; è là che troverete tutte le risposte alle vostre domande, è la che Io vi effonderò il Mio Spirito e la Mia Pace e la Mia Gioia. Non lasciateMi solo… anche poco Mi basta, e sentire il calore del vostro cuore Mi sanerà le Ferite che molti di voi, figli Miei, ancora insistono a infliggerMi… Ma comunque Io a voi tutti vi dono il Mio Amore, la Mia Pace, la Mia Gioia di essere Figlio di un PADRE IMMENSAMENTE MISERICORDIOSO, che per Amore Mio darà a voi ciò che Io desidero! E ciò che Io desidero per voi è la Salvezza e di avervi tutti accanto a Me nelle Mie Dimore!!

E allora, ancora una volta Io vi dico: non c’è Amore più grande del vostro Gesù per voi e non c’è amore più tenero delle creature che donano il proprio amore a Me, Cristo Crocifisso, per alleviare le Mie Sofferenze che tanti figli infliggono ancora!

E adesso vi dico: Pace, Pace e Gioia a tutti voi, alle vostre famiglie, ai vostri figli, Benedizioni e Grazie, tutto ciò che desiderate se… SEGUITE LE MIE ORME! Ricordatevi che… il cammino impervio è il Mio Cammino, il cammino facile non è Mio, perché la conquista del Mio Regno è faticosa e amara… c’è anche gioia, ma c’è tanto sacrificio e offerta e donazione… è questa la vostra Strada, è questa che siete portati e… dovete fare per il vostro bene e per i vostri fratelli tutti!

E la Benedizione scenda su questa casa, su tutti voi componenti, su tutti coloro che avete portato qui nei vostri cuori, nelle vostre intenzioni di preghiera, in tutti i vostri luoghi che frequentate… e la Benedizione del Padre, Mia e dello Spirito Santo discenda su di voi e con voi rimanga sempre e comunque, nei vostri cuori e nelle vostre anime.”

(Ogni membro del cenacolo, a seguito delle Parole forti che ci ha donato Gesù, chiede umilmente perdono e aiuto al Signore perché venga in nostro soccorso nelle nostre mancanze e debolezze. Lo “strumento” A.. enuncia poi una bella preghiera che scaturisce dal suo cuore…)

 

Grazie, grazie Gesù, grazie per amarci così tanto, grazie perché ci perdoni sempre, grazie perché non conti mai le offese che Ti facciamo, grazie perché in controbattuta a tutto ciò che Ti facciamo di male, ci mandi Maria Tua Madre; grazie, grazie perché attraverso Lei ci fai comprendere che amare Te è l’unica cosa giusta che possiamo fare ed è la cosa più bella che possiamo fare. Gesù Ti prego: ogni volta che siamo davanti o al Tabernacolo, alla Tua Croce… fa che noi capiamo veramente il Mistero del Tuo grande Amore. Gesù, donaci veramente Spirito di Contrizione per i nostri peccati e per quelli di tutti i nostri fratelli di tutto il mondo, di tutte le etnie, di tutte le religioni, di tutto il mondo!

Maria, Madre, Madre nostra Dolcissima, che piangi Lagrime di Sangue ogni volta che sfiguriamo il Volto di Gesù, Ti prego, chiamaci, dicci che così ci perderemo, rafforza in noi la nostra fede, rafforza in noi lo spirito di sacrificio, di amore e di comprensione verso coloro che non ne hanno.

Grazie Gesù, grazie! Io voglio essere quel piccolo seme che Tu annaffi in continuazione affinché, piano piano, possa divenire un bell’arbusto vigoroso che dà buoni frutti… e non fare che la mia fede e la fede dei miei fratelli abbia a inaridirsi; piuttosto rafforzaci nelle prove, rafforzaci nell’amore, rafforzaci nel perdono, nella compassione, nella sopportazione, nel perdono… perché questo è quello che vuoi, è quello che ci hai insegnato con il “Padre Nostro”. Signore ogni volta che noi preghiamo il Padre Nostro e non facciamo ciò che domandiamo in quelle 7 domande… facci capire che siamo nel peccato e fa che le nostre labbra si fermino quando diciamo che Tu sei nostro Padre e non Ti riconosciamo. Quando Ti diciamo di perdonarci, perché anche noi perdoneremo e poi non lo facciamo... di farci comprendere che ogni volta che noi Ti invochiamo, non sia per imprecare, ma per ringraziarti... non sia per dire “Ancora a me questa prova?”, ma per dire “Ti ringrazio o Padre per ciò che mi dai”, perché se Tu ci dai le cose buone per farci crescere, perché non dobbiamo accettare le cose che ci fanno soffrire? Se questo deve essere per la nostra fortificazione della Fede, Ti prego, dacci la Forza che ci fa grandi nel Tuo Cuore; siamo piccoli, nullità, però in questa nullità “perdiTi”, in modo che noi cresciamo in Te e la Madre Tua ci sia sempre di Maestra e Guida per la nostra vita, per le nostre famiglie, per le persone che amiamo, che conosciamo e che incontriamo nella nostra strada. Allora così possiamo dire di essere veramente quegli apostoli e quei figli a cui il Padre ha dato il mandato di spose, di madri, di cristiani e poi sopratutto di fedeli, ma veramente fedeli alla Tua Parola.

Grazie Gesù, grazie, Ti amo. Facci grandi nel Tuo Cuore anche se noi siamo piccoli semi ancora da maturare.

Grazie Gesù, grazie Gesù.”

 

(Con questa bella preghiera di ringraziamento a Gesù ha termine questo nostro 33° incontro. Ci congediamo e ci diamo appuntamento alla settimana prossima. Grazie Gesù!)

18.01.2007 (Iniziato alle 21.30 e terminato alle 23.00)