Skip to main content

Cenacolo n. 43

Posted in

(Siamo in casa di V… per questo nuovo incontro-cenacolo, il 43°. C’è grande gioia tra di noi per la presenza di 2 nuove sorelle (chi sono?) che hanno voluto unirsi a noi per pregare e per ascoltare, a Dio piacendo, la Parola che il Signore ci vorrà donare. Iniziamo questo cenacolo con l’A.. che legge (una preghiera o uno scritto, quale e di chi?), dopo di ché preghiamo tutti insieme la coroncina alle Sante Piaghe di Nostro Signore Gesù Cristo e al Suo Preziosissimo Sangue.

Ognuno di noi fa la propria personale testimonianza non nascondendo, da parte nostra, tanta preoccupazione per i tristi avvenimenti che stanno accadendo nel mondo. Per tutto ciò che di spiacevole sta succedendo nel mondo chiediamo aiuto al Signore e invochiamo il Suo Santo Spirito sul cenacolo con il consueto canto “Inondami Signore col Tuo Spirito”)

 

Ecco che arriva Nostro Signore Gesù Cristo a istruirci con la Sua Parola:

“Benedetto sia questo cenacolo, Benedetto e Benedizioni a voi tutti qui presenti, Benedizioni che si estendono anche agli assenti, in modo speciale a quelli che soffrono, nel corpo e nello spirito.

Vi ho detto quando ho abbandonato la terra… “Vi lascio la Pace, ma non come la dà il mondo, ma la Mia Pace, la Pace del Padre vostro e Mio”; ecco che trovo ancora un po’ di reticenza nei vostri cuori. I cuori sono contriti ancora dalla sofferenza non accettata… il cuore è ancora diffidente e ancora vi chiedete “Perché Signore, perché…?”.

Figli, il Padre, ve l’ho detto, vi ha amato tanto e poi tanto che Mi ha mandato qua sulla terra, prima in Corpo, in Sangue, in Anima, Divinità, sono diventato Uomo per voi… ora sono con voi, sono con voi sempre, non sono mai lontano da voi, basta solo che voi alziate lo sguardo e Io sono sempre in mezzo a voi, intorno a voi, vicino a voi!

Figli cari, sapeste, sapeste come è grande il Mio Amore per voi, che solo allo scoprirlo… piangereste di gioia! Il Mio Amore per voi non è contenibile in un piccolo cuore come il vostro… ma un piccolo sforzo, ed Io con la Mia Potenza allargo i vostri cuori e faccio entrare tutto il Mio Amore, tutto quello che potete contenere. Abbiate fiducia del vostro Gesù che vi ama immensamente!

Ho sentito le vostre preghiere, che sono ben accette perché queste preghiere riparano a tante, tante eresie nella Chiesa, tante, tanti peccati tra i Miei prediletti, tanti abbandoni, tante lanciate al Cuore… Figli, riparate, riparate per la Chiesa sempre, perché la Chiesa è il vostro sostegno!

Figli cari, se non ci fossi Io Eucaristico ad attendervi con impazienza, tutti i giorni, tutte le ore, tutti i momenti, per potervi risanare nello spirito, nell’anima, nel cuore, chi potrebbe salvarvi dalla disperazione? Lo so, ve l’ho già detto, lo so che siete tribolati, lo so che avete tante pene nel cuore, ma abbiate pazienza, abbiate animo di soffrire per questo vostro Gesù che ha sofferto tanto per voi e soffre ancora perché tanti, tanti di voi sono lontani dal Mio Cuore!

AmateMi, ho bisogno anche di un pizzico del vostro amore, ed Io con questo “pizzico” che voi Mi date farò prodigi grandiosi, conquisterò cuori, le famiglie, le comunità, darò tanto e tanto Amore, spargerò tante di quelle Grazie a voi che pregate e a coloro che ricevono la vostra preghiera.

Lo so, siete piccoli, non sapete chiedere, l’ho detto tante volte… ma voi affidate tutto a Me, affidatelo per mezzo del Cuore della Mia Mamma SS.; questo è il Suo mese, cos’è che una Mamma non potrà fare per il proprio figlio che ama, cos’è che QUESTA MAMMA non potrà fare per voi? La Mamma Mia è di una Dolcezza infinita, non ce n’è uguale! AmateLa con tutta l’anima, con tutto il cuore, con tutto voi stessi, affinché Lei vi racchiuda dentro il Suo Manto e vi raccolga tutti nel Suo Cuore Materno. La Mamma Mia non Si sazia mai del vostro amore e vi vuole tutti, tutti Santi… e vi vuole tutti alla Sua sequela perché possiate godere, un giorno, di tutti i benefici di chi ama il Figlio Suo.

Come una madre che porta il suo bimbo in braccio, voi tutti, tutti siete tra le Braccia della Mamma Mia, perché Io vi porto a Lei, perché Lei, solo Lei, sa dirvi Parole d’Amore, di Consolazione, Difesa, di Amore perenne, che non c’è limiti…

Ah, come desidererei vedervi piccoli, “piccoli” nel Cuore del Padre, ma “grandi”, grandi nell’Immensità del Suo Amore per voi!

Se potessi, se potessi tornerei sulla terra e farei le stesse cose per salvarvi, ma ormai tutto è compiuto in quell’Ultimo Atto su quella Croce, che voi figli Miei, non dovete disprezzare: è il Simbolo del Mio Amore per voi, e là in quella Croce, là Io trafiggo tutti i vostri peccati… E LI BRUCIO NEL FUOCO DEL MIO IMMENSO AMORE!

Figli Miei, non disdegnate la sofferenza, perché solo attraverso quella si arriva alla Santità! Io vi dico: ma se tutto aveste in questo mondo, sareste felici? Non credo… non credo, e lo sapete perché? Perché non avete da desiderare la cosa più bella… perché crederete che le cose più belle sono quelle che vi dona il mondo. No figli, il mondo vi dona solo spazzatura… solo quella sa dare e lo sapete vero il perché, lo sapete, ve l’ho detto tante volte… Perché, perché il mondo è governato da satana, e satana è menzognero, satana è bugiardo, satana ha soltanto il suo mondo illusorio per farvi perdere! Non vi fa soffrire, sembra a voi… ma sapeste quante sofferenze, quante sofferenze vi dà! Io vi dico: è meglio soffrire su una Croce che soffrire ballando per le strade del mondo… perché il ballo che vi offre questo mondo è il ballo dell’indegnità, dell’impudicizia, dell’orrore, di tutti gli obbrobri che satana sa mettere nei vostri cuori; satana vi fa ballare con i suoi vizi e voi credete di essere liberi… siete schiavi, SCHIAVI!!

Io vi dono la Mia Croce, ma è Liberazione! Non vi dono tutto? Vi dono il Meglio, non tutto, vi dono IL MEGLIO… e il Meglio è godere della Pace Eterna!

Figli cari, abbiate timore della vostra libertà e dei vostri peccati, abbiate pietà di questo povero Cuore, del vostro Gesù, che viene trafitto sempre, in tutti i momenti della vita di tutti gli uomini; abbiate pietà di quella povera Madre… che ancora piange le sofferenze di questo Figlio trafitto, perseguitato, calpestato, odiato, deriso, beffeggiato!

Siate misericordiosi con il vostro Dio, con il vostro Dio Misericordioso senza limiti con voi! Io vi dico: abbiate pietà dei Nostri Cuori trafitti… e (do?) Noi, avremo pietà dei vostri cuori lacerati dalle menzogne del mondo!

 

Pace ora nei vostri cuori, perché è quella che voglio darvi, non vi voglio dare tristezze, vi voglio dare Gioia, vi voglio dare Amore, vi voglio dare il Mio Abbraccio; il Mio Abbraccio è Purificazione, il Mio Abbraccio è Amore, il Mio Abbraccio è Misericordia!

Prego il Padre per voi e dico “Padre, abbi pietà di questi Tuoi figli, benedici… donagli il Tuo Perdono, donagli la Tua Pace, donagli Serenità e Gioia di vivere il resto degli anni che dovranno vivere, anche se fossero attimi… ma fai che questi attimi o anni che Tu vorrai dare a loro, siano sempre uniti a Te. Ed Io insieme a loro Ti invoco, Ti invoco con tutto l’Amore di Figlio e Ti dico: Padre che sei nei Cieli, abbi Misericordia di loro, donagli il Tuo Abbraccio e il Tuo Amore e la Tua Santa Benedizione; ed Io… ( qui finisce il lato A della cassetta e la frase non viene completata. Il lato B inizia con una testimonianza e una richiesta di aiuto di una componente del cenacolo (chi è?), quindi tutti i presenti invocano lo S. Santo sul cenacolo.)

 

Parla Maria SS.:

“Sia lodato Gesù! ” (“Sempre sia lodato!”)

“Breve il Mio passaggio, anche se sono Presente, brevissimo il Mio intervento perché tutto ha già detto Gesù.

Ringrazio queste nuove sorelle che sono venute… abbiano nei loro cuori Pace e Serenità.

Gesù non è lontano da voi, Gesù conosce tutte le vostre sofferenze, Gesù conosce tutto ciò che di dolore è nella vostra vita. Ma come vi ha detto, siate benedette, poiché nella sofferenza, se accettata con fede, trovate l’Amore di Dio. Non siete sole, non siete sole figlie… Io e Gesù vi amiamo e vi conduciamo; non abbiate paura, ma abbiate fede, una fede grande, grande più di quella che voi potete immaginare, perché se questa fede è riposta in Gesù e in Me, diventerà grandissima. E chi potrebbe farvi del male quando siete legati a Noi… chi vi potrà distruggere se siete con Noi? Nessuno! Come disse Gesù “Si può distruggere un corpo, ma l’anima non si distrugge!”. L’anima è Sua, dovete darla a Lui, non vi fate prendere dalle disperazioni, la disperazione non è di Dio, la disperazione non deve esserci nella vostra vita, deve esserci fiducia, fiducia e costanza, costanza e amore, amore e non rassegnazione ma… ACCETTAZIONE!

Prendete, prendete esempio dai piccoli Santi; ho già detto tante volte in questo cenacolo, prendete esempio dai piccoli Santi, che non sono solo piccoli come età, ma sono i piccoli Santi, cioè le persone umili… che sono piccoli, non sono superbe, accettano con amore, vivono con amore la propria vita.

Bene figlie, in questo cenacolo troverete veramente la risposta a tutte le vostre domande.

Ogni cenacolo, in questo cenacolo, è un Dono di Dio, e anche oggi lo è stato per voi, è stato un Dono di Gesù! Accettatelo e meditate tutto ciò che avete ascoltato… e pregate, pregate intensamente e avrete le Grazie che desiderate ricevere.

Amate il piccolo Gesù… Gesù viene da Me perché Io sono la Sua Mamma ed Io l’accontento… e Io insieme a Gesù vado dal Padre e il Padre accontenta sia Me che Gesù! Siamo le Sue Meraviglie… e allora cosa può non concederci per i Suoi figli il Padre Celeste?! Abbiate fiducia e fede, non vi rammaricate… siate dolci, siate amabili, siate sorridenti; soffrite ma risorridete, è questa la vostra forza!

Il Mio Bacio Materno ora vi possa dare quel sollievo e quella Pace che Io desidero darvi.

Bacio, bacio te figlia… e bacio te figlia, affinché tu abbia il tuo cuore più sereno e vivere la tua vita con più gioia e serenità e accettazione; e anche tu figlia cara… continua così, che sei il Mio bocciolo di rosa.

Vi benedico tutti con la Mia Benedizione Materna e vi dono la Mia Santa Protezione; tutto ciò che avete scritto è stato letto, visto… tutto ciò che avete nel cuore, anche quello è stato letto e scritto nei Libri del Cielo.

Abbiate pace, abbiate pace, gioia e serenità, ed Io vi abbraccio tutte nel Mio Abbraccio Materno e vi benedico nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e Gesù Mi permette di darvi la Mia Santa Benedizione; ricordatevi: tutto ciò che Io faccio Mi è permesso da Mio Figlio e dal Padre e dallo Spirito Santo; niente viene da Me, ma tutto viene dal Padre Celeste, ricordatevelo! Sia lodato Gesù Cristo! ” (“Sempre sia lodato!”)

Padre Nostro… Ave Maria… Gloria al Padre…

 

(La M… inizia con i ringraziamenti al Padre, a Gesù, allo Spirito Santo e a Maria SS., poi di seguito l’A.. che esprime tutta la sua gioia perché da stamattina, mentre era in adorazione in chiesa, ha riavuto l’udito a quell’orecchio dal quale non ci sentiva ormai più da circa 2 mesi. Tutti ringraziamo il Signore per questa Grazia concessa all’A.. e per le Parole che anche questa volta ci sono state concesse.)

17.05.2007 (Iniziato alle 21.30 e terminato dopo le 23.00)