Skip to main content

Cenacolo n. 44

Posted in

(Siamo in casa di A… per questo nostro 44° incontro. Incominciamo questo nuovo cenacolo leggendo una meditazione sulla Divina Provvidenza (da dove è stata tratta?) e poi di seguito leggiamo dal Libro dei Proverbi il capitolo 16, “Provvidenza Divina”, “Il sapiente è modesto”, “Il Dono della parola”, il capitolo 17 “Bontà con il prossimo”, “La giustizia” e il capitolo 18 “Sentenze varie”. Invochiamo lo Spirito Santo su questo cenacolo leggendo insieme una preghiera di S. Agostino, quindi recitiamo altre preghiere in onore a Gesù e a Maria SS., compresa la Novena alla Beata Vergine Immacolata della Medaglia Miracolosa. Intoniamo infine il canto “Inondami Signore col Tuo Spirito” ed ecco che La Voce della Madre SS. viene ad istruirci…)

 

Parla Maria SS.:

“Siano illuminati i vostri cuori dalla Gioia, dalla Pace e dalla Serenità.

Figli, eccovi di nuovo riuniti, ecco di nuovo qui in preghiera… ecco che dai vostri cuori sgorga il desiderio di parlare, il desiderio di esternare la vostra gioia… e la Mia Gioia non è da meno perché tutti vi ho nel Mio Cuore, tutti vi porto nel Mio Eterno Bene.

Figli, abbiate, abbiate nei vostri cuori fiducia, fiducia anche contro i momenti difficili che vorrebbero farvi allontanare dalla Mia Presenza. Dovete, ora in questi tempi ancor di più, pregare per la conversione dei vostri fratelli, quelli che sono più lontani, perché per coloro è stato versato il Sangue di Cristo, e anche per voi, sicuramente… ma voi, se anche ancora molta strada avete da fare, la Strada che Gesù vi ha tracciato la state percorrendo, ma ci sono quelli che non vogliono sentire, non vogliono percorrere quella Strada… e allora si perdono, si perdono… Pregate, pregate per la conversione dei sacerdoti….. quanti tradiscono…! Figli cari, oggi più che mai la Chiesa è combattuta, oggi più che mai qualsiasi cosa che il Mio figlio prediletto emana dal suo pulpito, viene rinnegato, deriso, beffeggiato, calunniato! Sostenetelo, sostenetelo, perché tutto ciò che il S. Padre dice è lo Spirito Santo che illumina la sua mente e la sua parola. Ricordatevi: tutto, tutti i Miei figli prediletti hanno subito persecuzioni per la loro parola e oggi ancor di più; il Mio Cuore è addolorato per tante eresie che nel mondo, giorno per giorno, crescono. Abbiate, abbiate tanto amore, come lo avete avuto per quello che lui ha sostituito nella guida del popolo di Dio; lui, ancor di più dell’altro, ha bisogno di sostegno, perché il suo periodo è ancora più duro, E’ TREMENDO! La lotta ineffabile del maligno è ancora più dura… e si abbatte contro la Chiesa, i suoi ministri, e li fa allontanare, li fa perdere! E voi, bocche, bocche che parlate solo per… denigrare; è vero, i Miei figli peccano, peccano in quantità, ma voi peccate ancor di più, perché anziché pregare, calunniate!

Figlie care… la Mia Sensibilità di Madre non è solo per coloro che Mi seguono, ma è ancora più forte per coloro che sviano il cammino, specialmente per i Miei figli prediletti; quanti si perdono per le chiacchiere e non trovano riparo, perché come pioggia incandescente li brucia ancor prima di chiedere perdono!

Tutto oggi, per essere ascoltato, diventa altisonante; più se ne parla, DEL MALE, e più il male dilaga! Il bene, il bene ce n’è tanto nel mondo, ma è nascosto, è nascosto e sopraffatto da tutto ciò che i mass media divulgano. Ora, per avere notizie da tutto il mondo avete molti mezzi, ma questi mezzi vengono utilizzati nella maggior parte dei casi per diffamare, per portare agli occhi e agli orecchi delle persone soltanto ed esclusivamente il marciume che c’è nel mondo. Si inneggia a tutti i peccati capitali facendoli diventare cose che vanno fatte per non perdere un attimo della vita presente.

Figlie care, voi non sapete, non sapete quanto male ognuno fa al prossimo suo, anche il più prossimo, se dalle labbra esce solo calunnie e non preghiera. Vedete… quando qualcuno vi parla male di tizio, di caio… voi cosa fate? La maggior parte delle volte accondiscendete a quel sparlare della tale persona, anche se quello che possono dirvi sarà anche vero, ma… dalla bocca di uno passa sulla bocca dell’altro e poi sulla bocca dell’altro, e ogni volta che c’è questo passa-parola la cosa, se anche è un “pizzico”, diventa una montagna insormontabile; per questo le Sacre Scritture dicono che non tanto è la spada che uccide, ma è ciò che esce dalla bocca dell’uomo che uccidono un altro uomo.

Gesù… non ha parlato male di nessuno; ha redarguito sì, per far tornare sulla retta strada, ma non ha parlato alle spalle di coloro che peccavano! Gesù ha parlato Viso a viso, ha detto la Verità, e coloro che si sentivano colpiti da questa Verità o l’amavano e si convertivano o l’odiavano ancor di più… e Lo uccisero! Ma… voi, voi che siete il Mio piccolo gruppo, non dovete assolutamente adeguarvi alla linguaccia del mondo, mai! Parlano male di un prete… pregate per quel prete; sentite dire di cose inudibili… pregate affinché quelle cose servano per conversione; avete desiderio di redarguire una persona perché vi ha fatto del male… allora cosa fate: pregate per quella persona! Non odiate, l’odio è del diavolo… l’ingiuria è del diavolo… tutto ciò che è contrario a Dio è del nemico, ed egli si presenta in tanti modi per farvi sviare la vostra vocazione di cristiano. Cristiani vuol dire appartenere a Cristo; Cristo è Colui che SI E’ OFFERTO PER LA SALVEZZA DI TUTTI sul Calvario e sulla Morte di Croce; la Madre è Colei che, per mandato del Padre e del Figlio, E’ CORREDENTRICE, e allora Io, per tutto ciò che Mi è stato donato dalla SS. Trinità, vi dico: figli cari, seguite le vie del Bene, non fatevi condizionare dal mondo, non fatevi condizionare da coloro che non sono… vicini a Maria e a Gesù!

Abbiate misericordia, abbiate misericordia per tutti, come Noi abbiamo Misericordia di tutti voi! Voi sapete che per Noi non c’è razza, non c’è lingua, non c’è nazione che sia diversa dall’altra, non c’è un figlio diverso dall’altro, non c’è colore che ci possa far allontanare dall’Amore… Noi amiamo in completezza… e niente, niente ci allontana dai Nostri figli, se non i vostri figli che si allontanano da Noi.

Il Cuore trafitto di Gesù è sempre palpitante di Amore per tutti coloro che sono lontani, e li chiama, li richiama e piange e Si dispera perché li vuole tutti con Sé, ed Io insieme a Lui non dispero, ma cerco in tutti i modi di raccogliervi sotto il Mio Manto, tutti, e portarvi nel Cuore di Gesù.

Vi amo, vi amo talmente tanto figli cari, che se voi vedeste il Mio Amore per voi, non commettereste più neanche un piccolo peccato.

Questo Mio strumento in questi giorni sta leggendo la vita dei Santi, in particolare la vita di S. Gemma… e nel leggere Mi ha invocato tanto, supplicandola, supplicandoMi di aiutarla a capire i suoi peccati… perché lei Mi dice… “Mammina… se Gemma, così pura, si sentiva un letamaio, cosa sono io al confronto di questa piccola Santa, grande nel Tuo Cuore?”; e la sua agitazione la teneva talmente in confusione che non aveva pace.

E’ vero, se voi vedeste i Santi come lavavano le loro anime nella sofferenza, e cercandone ancor di più per espiare i peccati propri e quelli dei fratelli, avreste veramente nel vostro animo il desiderio di percorrere sempre la vostra vita senza peccare. Sapeste che gioia ci danno queste anime che riconoscono di essere nel peccato, di capire che anche una minima colpa ci ferisce a tal punto che i Nostri Cuori sanguinano; il Nostro Amore non deve essere disperso, perché è ancor maggior peccato che voi lasciate il Nostro Amore non preso nei vostri cuori, non preso per la vostra conversione… ecco che Noi vorremmo che il Nostro Amore e la Nostra Sofferenza e i Nostri Dolori fossero per voi come una lavanda che purifica dolcemente le vostre anime.

Sapeste quanto vuol dire per Noi sentirvi pentiti… e col proposito di non fare più… quella promessa di esercitare in continuazione atti penitenziali. Ecco che i Nostri Cuori Si allargano e lasciamo fluire nei vostri cuori tutto il Nostro Entusiasmo d’Amore, tutta la Nostra Tenerezza perché capiamo il vostro sforzo di amarci nella purezza di sentimenti.

 

Bene figli… vorrei che in questo giorno, presentarMi ancor più come Consolatrice degli afflitti e Rifugio dei peccatori. Io sono qui sempre accanto a voi e aspetto sempre che voi invochiate la Mia Protezione e il Mio Aiuto per aiutarvi nel cammino dei vostri giorni. Abbiate fiducia, abbiate piena fiducia in questa Mamma che desidera altro che portarvi a Gesù, sempre… e abbiate fiducia che qualsiasi cosa la Mamma vostra presenterà a Gesù, Gesù esaudirà le richieste della Vergine Madre, poiché l’Amore sconfinato che ci lega non ha limiti nel ridonarlo alle Proprie creature; e voi tutti, qui presenti e assenti in tutto il mondo, siete Nostre creature, e vi amiamo con un Amore infinito e vi chiediamo: convertite i vostri cuori, cambiate vita, non vi lamentate delle sofferenze, anzi… offritele al Padre per mezzo Mio e di Gesù… e lo Spirito Santo vi illuminerà, vi parlerà al cuore e vi terrà uniti a Sé e vi farà camminare sulle Sue Strade, sulla Strada di Gesù e di Maria.

Ecco, figlie care, che vi dico ancora: rileggetevi, rileggetevi le regole di vita che sono le Leggi, le 10 Tavole dei Comandamenti… e leggete anche e riflettete sui vizi capitali e sulle Virtù… e allora, quando avrete riflettuto su tutte queste cose, sicuramente avete trovato l’ago, che nel pagliaio dei peccati, vi porterà la Salvezza.

 

Vi amo e vi porto nel Mio Cuore e in quello di Gesù… ed ora con tutto il Mio Amore di Madre Io vi abbraccio tutti al Mio Cuore, vi dono la Mia Benedizione di Madre e vi porto il Bacio di Gesù, un Bacio di Fraterno Amore e di un Dio che Si è immolato e Si immola per voi, tutti i Santi giorni su tutte le Mense di tutto il mondo per voi, per redimervi ancora e per portarvi la Salvezza dell’anima e del corpo.

Vi benedico figli, nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e vi porto nel Cuore di Gesù. Sia lodato Gesù Cristo! ” (“Sempre sia lodato!”)

Padre Nostro… Ave Maria… Gloria al Padre… Lodato sempre sia…

 

La Madre SS. riprende:

“Voglio dirvi ancora una cosa: non fate cantilene nel Padre Nostro; ve l’ho già insegnato, le cantilene non vanno bene! La preghiera del Padre Nostro è una preghiera VIVA, una preghiera in cui c’è tutto l’Amore che ha riversato il Padre e la richiesta di Grazie… e quando si chiede una Grazia non si chiede, per lo meno… non la chiedete mai con una cantilena, la chiedete con VIGORE, non è vero? “Padre dammi questa Grazia, Signore fammi questo!”… e allora perché quando dite il Padre Nostro, non lo dite con vigore? Eppure ve l’ho insegnato, ve l’ho dico ancora: in silenzio ascoltate e pregate, mentalmente con Me, e poi… poterlo ridire con più amore, con più vigore e con più gioia al Padre.

(Maria SS. prega il Padre Nostro e noi tutti ascoltiamo e preghiamo con Lei mentalmente.)

Non è più bella così… non ha più senso… non è più viva e più dolce questa preghiera? C’è tutto in questa preghiera e il “tutto” deve essere donato con tutto il cuore, con tutte noi stessi! Quando si dice la preghiera del cuore, deve essere veramente la PREGHIERA DEL CUORE, non delle orecchie, non della mente, non delle labbra che parlano; deve essere la preghiera che esce dal cuore con tutto l’amore che c’è nel figlio verso il Padre… e il Padre quanto più ascolterà la preghiera che scaturisce dall’amore di un figlio! E allora, ricordatevi figli Miei: le preghiere vanno “parlate con il cuore”, CON IL CUORE… e dal cuore, come dice Gesù, che escono le cose buone e le cose cattive, e la preghiera del cuore al Padre e a Gesù e modestamente a questa Umile Serva del Signore, avranno più esito e più Benedizioni!

Sia lodato Gesù!” (“Sempre sia lodato!”)

 

(Termina, con queste Parole della Mammina Santa, questo cenacolo. Ognuno di noi ringrazia per le Parole che la Madre Celeste ci ha donato anche questa volta ed ognuno di noi fa la propria testimonianza personale. Ciascuno, a modo proprio, esterna le proprie difficoltà a fare delle rinunce e a non peccare e ciascuno di noi promette di impegnarsi maggiormente per cercare di migliorare. Poi finisce la cassetta.)

24.05.2007