Skip to main content

Cenacolo n. 49

Posted in

(Siamo in casa di M… per questo 49° cenacolo. Oggi ci sono diverse assenze e quindi siamo solamente in 5: M…, A.., E…, I… e L… Incominciamo subito invocando lo Spirito Santo su di noi con la Sequenza allo Spirito Santo, poi tutti insieme recitiamo la Corona alle S. Piaghe di Nostro Signore Gesù Cristo seguita da una lettura in cui l’A.. legge le 13 promesse che Gesù ha dato per tutti coloro che pregheranno con amore questa devozione. Dopo questo preghiamo il Rosario della Guarigione seguita dalle Litanie della Guarigione, quindi intoniamo il canto “Inondami Signore col Tuo Spirito” in attesa della “Voce” che, per Grazia di Dio, verrà a istruirci.)

 

La Madre SS. viene a istruirci con la Sua Parola:

“Un abbraccio a tutti, compresi gli assenti. Grazie, grazie di aver sentito ancora una volta il bisogno di stare insieme e pregare per chi non prega, per chi ha bisogno delle vostre preghiere… grazie perché ogni preghiera innalzata al Padre è per voi merito di Salvezza… e gioia per il Padre che vi ha voluto qui.

 

Ecco, questa sera in particolar modo, vorrei ricordare tutti gli ammalati insieme a voi. Voi avete pregato per la guarigione; è vero, questo tempo e questo mondo è malato di tutto! Non sono tanto le malattie fisiche, ma le malattie spirituali che nel cuore degli uomini si annidano e li perdono!

Quante, quante anime, credendo di essere nella felicità si danno a tutto, a tutto ciò che è disgregazione e allontanamento dal Cuore del Padre. Credono di essere felici perché hanno ottenuto tutto dalla vita… ma non si rendono conto che niente hanno ricevuto per la loro Salvezza, anzi… ogni giorno vivono con la speranza di essere e di avere ancor di più e per essere osannati da un loro simile.

Quante giovani pur di avere un po’ di successo… fanno di tutto e si perdono, si perdono, perdono sé stesse nei più profondi baratri del peccato! Eppure credono di essere felici di aver raggiunto… tutto quanto, e non si rendono conto, povere anime, che hanno perduto tutto, hanno perduto il più, hanno perduto la gioia dell’Eterna Salvezza! E allora… cosa serve? Serve anime generose, anime che si riuniscono per pregare per la conversione e per la guarigione di queste anime perdute!

La necessità di pregare e della preghiera oggi è talmente grande, è talmente… come posso dire… DESIDERATA dal Cielo, affinché più preghiere salgono per la conversione e per la guarigione dei fratelli, perché si chiudano le porte dell’inferno e si aprono quelle del Paradiso, per tutti gli uomini.

Il Padre, il Padre, anela a riavere a Sé queste anime… e suscita tante piccole anime generose che si danno al Signore per i fratelli.

Tante volte vi ho detto che non c’è bisogno di grandi cose per essere graditi al Padre; basta essere sinceri, avere un cuore aperto alle situazioni dei fratelli; il cuore aperto significa essere disponibili e disposti a fare DI TUTTO per salvare e per redimere.

E allora, anche se poche, in questa sera, le voci sono qui che innalzano preghiere per i fratelli, altre anime in altri luoghi e come voi innalzano preghiere al Padre… e allora, questa comunione tra anime che pregano, sale questo come incenso al Trono del Padre… e il Cuore del Padre si commuove e si apre alla Grazia.

Vedete… il Padre non è adorato come dovrebbe… e, eppure è il Padre che vi dona tutto ciò che avete, che vi elargisce tutti i vostri Doni; tutto ciò che desiderate e che ricevete ve lo dà il Padre… e allora perché non pensare a questo Padre che vi ama talmente tanto e a tal punto che basta una preghiera innalzata al Suo Cuore di Padre per commuoverLo… e donarvi la Pace, la Gioia, la Serenità e darvi quello di cui avete più bisogno: LA SALUTE DELL’ANIMA!

Figlie care… lo so che spesse volte la vita vi riserva delle brutte sorprese, delle brutte prove… ma voi non perdete mai la fiducia nel Padre Celeste. Quante volte nella vostra vita voi vi affidate alle cure di Gesù, vi affidate alle cure della Mamma vostra… ma quante volte, veramente con il cuore e con tutto l’amore filiale vi rivolgete al Padre? E’ vero che tutto passa da Gesù, da Maria… ma se, durante la giornata, innalzate una lode al Padre, DIRETTAMENTE AL PADRE, il Padre Si inchinerà al Proprio figlio e lo esaudirà!

Non oscurate la Paternità di Dio nei vostri cuori, anzi… fate veramente propaganda alla Misericordia del Padre! La Misericordia del Padre è stata talmente grande ed ha elargito nella Salvezza donando prima questa Madre, che vi ama a tal punto che, ancor prima di saperlo, Si è donata al Padre e al Figlio e vi ha ricevuto in eredità.

Ma… dovete ringraziare il Padre che vi ha preparato questa Strada facile da percorrere, perché è l’Amore che vi guida, è l’Amore che regnerà nei vostri cuori, nelle vostre anime e vi porterà alla Salvezza… e infine alle Porte del Cielo!

E allora, quando recitate il Padre Nostro, ve l’ho già detto, dovete sentire dentro di voi questa preghiera, la dovete sentire con il cuore; quando dite “Padre” dovete dire veramente con il cuore “Padre, Tu sei mio Padre ed io Ti amo con tutto il mio cuore, con tutta l’anima, con tutta me stessa!”.

Il Tuo Regno venga su questa terra, ma prima di venire deve regnare dentro di voi il Regno del Padre… perché se regnerà dentro di voi, la visione di una Salvezza e di un Luogo dove non esistono pianti, non esistono pene, non esistono prove, esiste la Felicità… ecco, ecco che lì avete già trovato il Regno del Padre! E allora il Padre non sarà solo nel Cielo, ma sarà sempre, come lo E’ sempre, in mezzo a voi… nel mondo!

SantificateLo, onorateLo, amateLo questo Padre e fateLo amare… parlate di questo Padre che è pieno di Misericordia, di Bontà, di Amore… per i Propri figli! E quando chiedete il pane, ricordatevi che sì, è il pane per vivere, ma il necessario il “pane” della Vita Eterna, è Gesù Eucaristia, è Gesù il Figlio! Ecco ancora dimostrata la Bontà e la Misericordia del Padre che ha dato Gesù in pasto alle anime per redimerle, per salvarle! E poi, pensate alla Misericordia del Padre presso i Suoi figli, che prima di condannare e di giudicare vi perdona, vi perdona incessantemente perché non vi vuole PERSI, ma vi vuole SALVI! E allora, quante volte disse il Discepolo a Gesù “Dobbiamo perdonare?”; Gesù rispose “Sempre… SEMPRE!”, perché se voi col cuore perdonate, il Padre 100 volte di più perdonerà a voi!

E poi, quando vi donate tutto al Padre non ci sarà la sopraffazione della tentazione perché il Padre è con voi, il Figlio è con voi, lo Spirito Santo è con voi, e allora, e allora… riuscirete a combattere la tentazione ed essere veramente liberi da tutti i mali del mondo.

Ecco, questa è la preghiera, è l’amore che potreste portare al Padre dicendo la preghiera che vi ha insegnato Gesù e che questa sera vi ho voluto ancora una volta spiegare e farvela capire perché la recitiate e la diciate con tutto l’amore di figli che si abbandonano veramente alla Misericordia e all’Amore del Padre.

Sia lodata la SS. Trinità ora e sempre! ” (“Sempre sia lodata!”)

 

(Termina qui la Parola di Maria SS. Con tutto il raccoglimento e l’amore possibile preghiamo il Padre Nostro seguito dall’Ave Maria e dal Gloria al Padre e poi tutti insieme ringraziamo sentitamente il Padre Celeste e la Madre SS. e in onore del Padre intoniamo il canto “Padre”, seguito da un altro canto.

L’A.. legge un lungo Messaggio che Maria SS. ha dato alla veggente Melania a La Salette il 19.10.1846 e che riguarda i tempi futuri, ma purtroppo non si sente tutto perché finisce la cassetta)

28.06.2007 (Iniziato alle 21.30 e terminato alle 23.00)