Skip to main content

Cenacolo n. 51

Posted in

(Siamo al 51° e ultimo cenacolo prima della pausa estiva. Oggi siamo in 12 e c’è grande gioia tra di noi per la presenza di 3 persone nuove, Suor A… dell’ordine… e M. R… e M… 2 amici conoscenti dell’A.. che vengono da lontano e che per l’occasione si sono riuniti a noi.

Tutti insieme invochiamo lo Spirito Santo che scenda su questo cenacolo e preghiamo la Coroncina a Nostro Signore che è composta di 33 Misteri, intervallati da altrettanti Padre Nostro e le Litanie della Passione di Gesù. Intoniamo il canto “Inondami Signore col Tuo Spirito” ed ecco che interviene la Madre SS. con la Sua Parola…)

 

Parla Maria SS.:

“Pace… Pace, Gioia, Serenità, Amore in questo bellissimo cenacolo. Il Mio Cuore è colmo di gioia!

Figli cari, eccoci, siamo qui riuniti ancora una volta prima del riposo festivo; ognuno prenderà le proprie destinazioni di riposo e per qualche tempo non avremo più questa dolce riunione… ma Io vi dico: tenete nel vostro cuore ben presente questa serata che stiamo trascorrendo insieme, portatela ovunque andrete e donatela come Dono da parte della vostra Mamma ai fratelli che incontrerete.

Io intanto benedico le vostre intenzioni, quelle scritte su carta e quelle scritte nei vostri cuori, benedico anche coloro che sono assenti ma dispiaciuti di non essere qui presenti in mezzo a Noi… ma i loro Angeli ci fanno corona e qui insieme a Noi pregano per le loro intenzioni e per la loro serenità e la loro pace.

Mia gioia è anche vedere volti nuovi in questo cenacolo… e sono veramente felice perché il Padre ci ha donato queste presenze di fratelli e sorelle che si sono voluti unire qui insieme a Noi.

 

A chi parlerò per primo? Parlerò a questa Mia sorella… (qui la Madre SS. si rivolge a Suor A…) parlerò a lei perché voglio esprimerle la Mia gioia della sua vita di religiosa.

Sono felice di poterti dire che le tue sofferenze hanno avuto un bel correre verso il Signore… e voglio dirti che le tue rinunce e le tue preghiere per quanti si sono rivolti a te, sono state depositate nello Scrigno del Padre, che a buon esito arriveranno sicuramente.

Quella persona che si è rivolta a te in questi ultimi giorni per avere una parola di conforto nella sua tribolazione… è ascoltata. Dì a quest’anima che non è abbandonata, ma il Padre ha bisogno di qualche anima che soffra per la Salvezza anche di altri fratelli.

Vedi, figlia, sorella carissima, il mondo oggi è tribolato, i conventi chiudono perché le vocazioni sono scarse e quelle poche che ci sono vengono “stimolate” dal maligno a ritornare nel mondo, e quindi le tentazioni diventano tante e la vera vocazione messa alla prova.

Quante volte hai pregato in silenzio nella tua stanza il Signore, perché veramente mandasse vocazioni… quante vocazioni perdute perché non c’è stato chi ha pregato per loro, affinché la loro strada diventasse veramente quella Strada che avevano inizialmente gustato, ma poi è arrivato il “ladro” e ha portato via, ha carpito tra le Braccia del Padre quella vocazione o quella intenzione… e allora tutto è andato perduto! Ma oggi il Padre ha bisogno di anime consacrate che pregano incessantemente per i propri fratelli, per la loro Salvezza, per il mondo intero; e tu sorella Mia, prega, prega, incessantemente, non ti fermare… e non dubitare che il Padre possa veramente mandare queste anime a fortificare la Chiesa di Dio. Abbi fede e fiducia nel tuo Sposo Gesù, che tante volte nel silenzio del tuo cuore ha esaudito le tue richieste e le tue preghiere.

Sii felice perché il Signore Gesù, tuo Sposo, ti ha nel Cuore, e dentro il Suo Cuore ti innalza a tal punto che ti fa camminare, giorno per giorno, accanto a Lui, anche quando tu meno te ne rendi conto. Qualche volta hai dubitato e hai pianto perché ti sentivi sola, pensando che il tuo Sposo non ti ascoltasse (qui c’è una pausa e sicuramente qualche parola s’è persa…)… possa darti e infonderti quella Serenità, quella Gioia e quella Pace… e il Suo Calore, il Suo Fuoco d’Amore ti penetri tutta e ti faccia completamente Sua.

Ti benedico sorella cara, in Nome di Gesù tuo Sposo, e ti dico: sii serena e abbi pace, gioia… Ama Gesù più di ogni altra cosa perché Gesù ti ama più di tutte le creature, perché sei Sua sposa.” (Suor A… ringrazia per le Parole ricevute.)

“Sia lodato Gesù Cristo! ” (“Sempre sia lodato!”)

 

Ora la Mamma Celeste si rivolge a M…, un'altra delle persone nuove oggi presenti:

“A te figlio caro, che sei venuto qui da lontano.

Quante preghiere, quante preghiere Mi innalzi ogni giorno della tua vita, quante rinunce, quanti sacrifici per coloro che ti hanno chiesto preghiere… Sei la Mia gioia, sei la Mia gioia perché non senti fatica ad amare il prossimo e questa è la cosa che Mi fa gioire di più.

Io sono qui stasera insieme a te e ti voglio dire: non abbandonare la Strada che hai iniziato, perché è la Strada più bella che tu possa avere iniziato ed è la Strada che ti porterà alla Gioia infinita nell’Amore del Padre.

Una cosa ti chiedo… poiché so che tu la farai veramente con il cuore… è un incarico che ti do, non sarà grave, ma tu ogni giorno prega per le anime sacerdotali, religiose e religiosi che si perdono nel mondo e che sono abbandonate nel Purgatorio… e allora vedrai che il Signore ti premierà con la Sua Gioia. Non temere, Gesù ti porta in Braccio come un piccolo bambino, come Io portavo Lui nelle Mie Braccia, ecco che Gesù ti porta tra le Sue Braccia. Non temere, la tua sofferenza ha un valore grandissimo nel Cuore del Padre, perciò Io benedico tutto ciò che tu farai nel Suo Nome e nel Nome del Padre.

Ti benedico figlio e ti dico: ti voglio tanto bene, non dimenticare che la Mamma tua è sempre accanto a te; amaLa perché Io ti amo tantissimo.

Ti benedico, ti benedico in Nome di Gesù e ti do la Sua Santa Benedizione nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Sia lodato Gesù Cristo! ” (“Sempre sia lodato!”)

 

(M… ringrazia la Madre SS. per le Parole ricevute.)

 

Ora Maria SS. Si rivolge a M. R…, l’altra persona venuta assieme a M… da lontano:

“E tu figlia cara… quanti dolori, quante sofferenze, quanti dubbi, quante incertezze… ma quante volte Gesù ti ha parlato, quante volte ti ha consolato, quante volte ti ha abbracciato… quanto ti ama Gesù, ti porta sempre nel Suo Cuore, ed Io, ed Io con Lui. Tu sei un piccolo fiore del Mio Giardino… sei cresciuta, sei cresciuta nell’amore e sei cresciuta nella rinuncia.

Abbi sempre sentimenti d’amore verso gli altri, però sii prudente… dona, dona a piene mani, ma dona in modo parziale, in modo equo, a chi tu non debba rimanere priva di tutti i Doni che il Signore ti ha dato.

Il tuo cammino è tante volte percorso da… da intoppi, che tu non sai come risolverli, ma ti è stato insegnato che nel silenzio e nella preghiera il Signore parla ai cuori… perciò non affrettarti, non essere frettolosa nelle tue decisioni, abbi a cuore sì il bene altrui ma soprattutto quello del tuo Gesù… e la Sua Volontà si compie sempre in te; tu hai detto il tuo “sì” e questo sì lo sai portare, ma tante volte vai nel burrone, caschi, ti fai male… e poi torni su. Allora quello che ti dico: ama, ama il tuo fratello, ama i tuoi fratelli, come meglio puoi e come tu sai… però PRUDENZA, PRUDENZA, PRUDENZA!

Ti benedico figlia cara e ti do il Mio Bacio di Mamma… nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Sia lodato Gesù Cristo!” (“Sempre sia lodato!”)

 

“Ed ora a tutti voi, specialmente a coloro che hanno problemi grossi nelle proprie famiglie… vi dico: Io sono con voi e seguo il percorso dei vostri cari in maniera tutta particolare, piena d’Amore e di preoccupazione. Ma no, voi non dovete abbattervi; ricordatevi: Gesù è Medico e Medicina e la Mamma vostra è l’Infermiera che vi cura le ferite. E allora, quale, quale connubio può esserci più bello della Nostra unione? Ricordati, ricordati… stai tranquilla che tutto s’appianerà, tutto è nelle Mani di Dio, tutto Lui sa, tutto Lui può e tutto Lui vede… perciò insieme a questi tuoi fratelli, insieme a tutta l’assemblea qui riunita, insieme preghiamo il Padre affinché le tue, le tue, le tue (qui lo “strumento” indica le varie persone presenti) situazioni famigliari Lui le accolga nel Suo Seno e le benedica e guarisca tutto ciò che è malato e nel corpo e nello spirito.

Preghiamo insieme…

Padre Nostro…

Liberali o Signore, libera tutti i loro cuori, le loro case, le loro famiglie, i loro parenti, i loro conoscenti, tutti, tutti libera dalle insidie del male. Tu Mi hai dato Potere sul nemico maligno ed Io lo terrò sotto il Mio Piede affinché per la Mia intercessione verso di Te Padre, Io possa poter dire a questi figli: figli, siate liberi dalle insidie del nemico! Liberali, liberali o Signore, e dagli Pace, Serenità, Gioia, Unione, Fedeltà, Amore. Ecco che Io scuoto dai loro capi tutto ciò che di negativo… si erge sopra di loro.

Lo Spirito Tuo o Padre soffi nei loro cuori, nelle loro menti, nella loro anima, e tutto porta via come il mare.

Ecco che Ti ringrazio Padre, Ti ringrazio di questo Dono che darai a tutti questi Tuoi figli che qui fiduciosi si affidano a Te. Ecco, Io Ti prego in loro vece e Ti dico: accogli la preghiera di questa Tua Umile Serva… e fa che tutti possano ringraziarTi con cuore aperto, semplicità, amore e fiducia perfetta.

Gloria al Padre…

 

Ed ora a tutti voi qui… dono la Mia Benedizione Materna e vi dico: Mi raccomando, portateMi nel cuore, portate Gesù nel cuore e soprattutto nei luoghi dove andrete portateLo ai vostri fratelli, fate conoscere il Padre, il Figlio, lo Spirito Santo, l’Amore infinito che la Trinità SS. ha sulle Proprie creature.

E allora, che questa Santa Benedizione… arrivi ai vostri cuori, e vi dico: vi amo figli, buone vacanze, ma buona preghiera, continua, al Signore Dio Nostro e vostro Padre.

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Sia lodato Gesù Cristo!” (“Sempre sia lodato!”)

Ave Maria…

(Ognuno di noi ringrazia sentitamente per le Parole che la nostra Mammina Santa ci ha donato, per Grazia di Dio, anche questa volta.

Apriamo la Sacra Bibbia a caso e ci viene incontro la Parola di Giona 1, 1-6; Geremia “Lettera agli esiliati” 29, 10-14; Isaia 16, 17; Matteo 10, 26 e Lamentazioni 3, 57-59.

Alla fine tutti insieme facciamo la Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria e la Madre SS. torna per darci la Sua Materna Benedizione.)

 

“E la Benedizione di Dio Padre onnipotente discenda su questa casa, su tutte le vostre case, su tutti i vostri cari e vi dia la Pace, la Gioia, la Speranza, la Fiducia nel Signore vostro Gesù Cristo.

Abbiate fede e costanza e Dio vi otterrà le Grazie che voi avete necessità di avere.

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Sia lodato Gesù Cristo!” (“Sempre sia lodato!”)

 

(Termina qui questo cenacolo. Le 3 persone nuove, Suor A…, M. R… e M… danno la loro gioiosa testimonianza per quanto hanno ricevuto durante questo cenacolo, il tutto a Lode, Gloria e Onore di Dio e della Madre SS. per i tanti Doni ricevuti.)

12.07.2007 (iniziato alle 21.30 e terminato alle 23.30)