Skip to main content

Messaggio n. 36

Posted in
PREGHIERA AL PADRE - (N. 36)
 
“Quando recitiamo il Padre Nostro, capiamo realmente ciò che le Parole dicono e cosa realmente significano?
Il Pater Nostro è una professione di fede, è capire veramente ciò che Dio E’.
Pensarlo e recitarlo col cuore e non solo con la mente, ci dà una visione completa di ciò che essa contiene.
Iniziamo a spiegare che Dio ci è Padre Supremo, ci ha creati a Sua Immagine e Somiglianza; quindi Lui E’ il Padrone assoluto della nostra vita e di tutto ciò che ci circonda, creato per noi e per le nostre necessità terrene.
Venga il Tuo Regno; non quello di questo mondo, ma il Regno dei Cieli, dove tutto è Puro, non contaminato da invidie, lussuria, omicidi, ricchezze, perché la sola ricchezza sarà vivere nella Luce del Padre Nostro!
Accettare le Sua Volontà senza riserve, per quanto ci dà su questa terra per la nostra sopravvivenza!
PregandoLo sempre e ringraziandoLo per i Beni che elargisce, se ci atteniamo alle Sue Leggi.
Essere umili, perdonare il male che gli altri ci fanno o che fanno ad altri, perché Nostro Signore ci perdonerà anche i nostri!
InvocarLo che ci aiuti a non sentire le tentazioni del demonio, ma ci liberi dalla sua volontà, tenendoci liberi da ogni peccato!
Tutto ciò vuole dire questa preghiera, quindi, nel recitarla, crediamo fermamente, preghiamo col cuore, mostriamoci al Signore come sudditi devoti e ai Suoi Piedi.
Facendo ciò, saremo in Grazia Sua e ci libererà da tutti i mali terreni!”
 
27.11.1989