Skip to main content

Messaggio n. 62

Posted in

IL BATTESIMO  -  (N. 62)

“Il Battesimo è il primo Sacramento che l’essere umano riceve dopo la nascita, ed è uno dei più importanti.      
PERCHE’?
Innanzi tutto perché ci purifica e lava le nostre anime dal Peccato Originale e ci prepara ad una vita sana e pura nell’Amore di Dio.
Si riceve Dio per la prima volta ed è l’attestazione di Fede nel Signore e la consacrazione della nostra vita futura a Lui.
Nel Battesimo, Dio Padre ci dona il Suo Amore e il Suo primo Perdono, perché esso ci fa iniziare una vita senza peccato.
Anche Gesù, quando iniziò la Sua predicazione, Si fece battezzare da Giovanni Battista, Suo precursore e annunciatore al popolo Ebraico della venuta del Messia, immergendoSi nelle acque del Giordano.
Infatti il Battista aveva, illuminato dal Signore, cominciato a battezzare coloro che seguivano le sue parole e l’annuncio della venuta del Redentore, per far sì che, quando sarebbe arrivato il momento della venuta di Cristo, essi fossero già pronti, purificati e nella Luce di Dio.
Gesù certo non aveva bisogno di essere né purificato, né lavato dal peccato, poiché Lui era Dio, Spirito Puro e Immacolato, pieno di Splendore e di Luce Divina.
Ma poiché si fece Uomo, seguiva ed obbediva alla Leggi del Padre Celeste.
Il Battista, quando vide avvicinarsi il Suo Signore infatti, ne rimase stupito e quasi obbiettò, ma Gesù gli disse che doveva farlo poiché anche Lui era “Uomo” e quindi aveva il dovere di seguire la Legge del Padre e dare esempio a tutti gli uomini di questa terra.
Molti pensano che il Battesimo sia un rito voluto dalla Chiesa e non si rendono conto che questo è invece stato istituito da Dio e promulgato dalla Chiesa per obbedienza alla Sue Leggi.
Credono che non sia necessario ed anche inutile e non pensano che questo Sacramento è soprattutto l’inizio per una buona fine, se uniti poi ad altri Sacramenti che ci vengono dati con l’andar degli anni: la Comunione e la Cresima.
Questi tre Sacramenti sono importanti nella vita di un figlio di Dio, perché si riceve direttamente il Signore in noi, rimanendo in noi, con noi sempre, se conduciamo una vita disciplinata e nel Timor di Dio!
Chi non crede in Dio, naturalmente, priva i propri figli di questi Santi Sacramenti, giustificando questo loro comportamento dicendo che quando i figli saranno grandi faranno ciò che vorranno, facendoli crescere atei, senza Protezione Divina e quindi più facili ad essere prede del sempre attento e malintenzionato lucifero!
Altresì vi sono altri tipi di genitori, che pur essendo atei, battezzano i loro figli solo per tradizione di famiglia e per riunire parenti ed amici, festeggiando così la nascita del bambino.
L’essere umano è molto complicato nelle sue convinzioni e quindi facilmente attaccabile e vulnerabile nella fede e nell’osservanza di essa.
Infatti, la stragrande maggioranza di sedicenti “cristiani” rifugge tutto ciò che è imposizione di Leggi Divine, rifiutandone l’osservanza, perché si sente libero di fare le proprie scelte, secondo il suo giudizio, ricusando così i principali Sacramenti, vivendo e persistendo nel peccato e in mano al demonio.
Molti di questi “fautori della libertà degli uomini” non capiscono invece che tali persuasioni sono dettate dal maligno che sempre si insinua nella mente e nel comportamento umano, facendo sì che per ogni vittoria che l’uomo ottiene nella lotta alle convenzioni, sia che siano ecclesiastiche, sia che siano di vita privata, egli si confronti con la Potenza di Dio e ogni vittoria diventa sua.
Il Battesimo infatti è veleno per lui, perché questo Sacramento cancella ciò che la sua malvagità ha fatto ai nostri padri facendoli scacciare dall’Eden, e per questo è sempre in lotta, è sempre più odioso e alla continua sopraffazione dell’essere umano cercando sempre di conquistarsi l’intelletto dell’uomo e il suo spirito di discernimento tra il Bene e il male.
Vi sono altri tipi di persone che se anche hanno ricevuto il Battesimo nella più grande Fede e osservanza delle Leggi di Dio, nel corso della loro vita cambiano il loro modo di pensare e di agire e si inoltrano in un cammino spinoso e pieno di agguati satanici; e piano piano, senza avvedersene, accettano come propri e quindi come proprie conquiste, l’inosservanza e l’inadempimento di qualsiasi “imposizione”, credendo di essere finalmente liberi e non più schiavi.
Ma l’azione satanica sull’essere umano è sottile e riesce a chiudere l’intelletto dell’uomo in una morsa intrinseca di convinzioni sbagliate e quindi sempre più infossate e agglomerati ad altri peccati più o meno appariscenti, sempre più nella convinzione di essere nel giusto e quindi appagati.
Le vittorie di satana sono tante, specie in questi ultimi decenni, e la decadenza dell’uomo e del mondo è sempre più appariscente e degradante, ma l’uomo non vede e non sente!
Dio però non Si lascia sopraffare da queste sordità umane e sempre lavora per riconquistarSi ciò che satana Gli toglie.
Nella Sua Onnipotenza, penetra in quei cuori confusi e riesce per mezzo di altri, dando facoltà di parlare loro con devozione e amore e così aprire uno spiraglio di lucidità nelle menti ancora offuscate dalle insidie maligne.
Così con la Sua Forza e con la parola di un figlio a Lui devoto, conquista le menti e i cuori e finalmente “la pecorella smarrita” ritrova piano piano la ragione e si converte.
Non vi è Vittoria più grande di Dio quando ciò avviene, perché lucifero viene proiettato nelle sue tenebre e sconfitto.
Quale grande Vittoria l’uomo convertito ha nei confronti di se stesso e di satana, nel momento in cui finalmente accetta le Leggi Divine e si battezza!
Il Trionfo di Dio, perché la Sua creatura è tornata a vivere nell’Amore!
Il Trionfo di Gesù Cristo, perché il Suo Sacrificio non è stato vano ed ha ritrovato la “Sua pecorella smarrita”!
Il Trionfo di Maria Vergine Madre, perché il Sacrificio e il Suo Dolore per la crocifissione di Suo Figlio non saranno stati Dolore e Lagrime vane!
Il Trionfo dell’uomo in connubio con Dio, Gesù e Maria, perché hanno vinto satana e con il Battesimo si è purificato e può ricominciare una vita nuova, sana e senza false convinzioni!
E quali e quante altre Vittorie l’uomo darà a sé stesso e alla Trinità Divina, perché esso farà della sua convinzione di libertà e di diritto di discernimento, solo e soltanto la precedenza alla Parola Divina.
Sarà sì schiavo, ma schiavo di un Amore Puro e tanto grande che solo Dio al momento della nascita, col Battesimo, dà alla Sua creatura!
Pensaci uomo; la sola libertà che potrai desiderare è solo quella di essere libero di amare con tutto te stesso l’unico SPIRITO che vale la pena di amare… e ti farai schiavo… schiavo di un Amore Infinito, Immenso e che non avrà mai fine!! Dal primo giorno di vita alla fine dei tuoi giorni sulla terra! ”
 
08.01.1990